Baccalà in umido con olive e capperi

share_save_120_16 Baccalà in umido con olive e capperi

Baccalà in umido con olive e capperi

baccalà-in-umido-con-olive-e-capperi-e1484773548989 Baccalà in umido con olive e capperi

Baccalà in umido con olive e capperi”. Il baccalà non’è altro che merluzzo salato e stagionato

Baccalà in umido con olive e capperi

Oggi vi delizierò con un secondo piatto a base di pesce il, “ Baccalà in umido con olive e capperi“. Il baccalà non’è altro che merluzzo salato e stagionato, conosciuto anche come stoccafisso conservato previa essiccazione.

Ingredienti per 4 persone

700 gr di baccalà
1 cucchiaio di capperi
12 olive nere
2 filetti di acciugha sott’olio
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 spicchio di aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 costa di sedano bianco
qualche pinoli
300 gr di pomodori pelati

Preparazione

Lasciate il baccalà a bagno per 3-4 giorni cambiando l’acqua almeno un paio di volte al giorno.
Lavate il baccalà e tagliatelo a pezzi.
In una padella rosolate l’aglio schiacciato con un filo di olio extravergine di oliva, lasciate imbiondire e dopo poco aggiungete i capperi, le olive, le acciughe e i pinoli (precedentemente tostati in una padella antiaderente da renderli croccanti).
Amalgamate bene il tutto e dopo qualche minuto unite i il baccalà spellato, pulito e tagliato a tranci, soffriggete nei due lati, fate cuocere per 10 minuti, e poi aggiungete i pomodori pelati, pricati dei semi e tagliati a pezzi.
Aggiustate di sale, pepe e basilico in foglie.
Cuocete il tutto a fuoco lento per almeno 20 minuti.
Se necessario aggiungete del brodo se si dovesse asciugare troppo.
Servite il baccalà in umido con  olive e capperi con fette di pane tostato e decorate con del sedano bianco.

Il baccalà non’è altro che merluzzo salato e stagionato, conosciuto anche come stoccafisso conservato previa essiccazione.
Tanto il baccalà quanto lo stoccafisso, prima di essere cucinato hanno bisogno di un trattamento, hanno bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, per il baccalà per eliminare il sale, invece per lo stoccafisso serve per portare la sua consistenza all’origine
.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Baccalà in umido con olive e capperi

Pizza dolce salata con mele e cannella

share_save_120_16 Pizza dolce salata con mele e cannella

Pizza dolce salata con mele e cannella

pizza-dolce-salata-con-mele-e-cannella-800x477 Pizza dolce salata con mele e cannella

Pizza dolce salata con mele e cannella

Ciao a tutti ,che ne dite se oggi facciamo questa squisita pizza dolce salata con mele e cannella? Dove assaporate il profumo della pizza il dolce delle mele è il profumo di cannella. Questa è la mia versione.

Ingredienti

300 gr di farina 00
200 gr di farina integrale
300 gr di farina 00
450 gr Acqua o q.b

20 g Olio Extra Vergin
1 cucchiaino di Sale
20 gr miele
150 gr lievito madre o 5 gr di lievito di Birra
4 mele a vostro gusto
zucchero di canna Q.B
cannella in pilvere Q.B

Preparazione

Sciogliete il lievito madre in poca acqua a temperatura ambiente, aggiungete il miele e mescolate, unite l’olio la farina e l’acqua.
Mescolate il tutto fino a quando la farina non e’ stata assorbita, aggiungete il sale e impastate fino a sciogliere bene il sale, dovedrete ottenere un’impasto morbido ma non molle.
Ungete un contenitore con un po’ di olio, trasferite l’impasto nel contenitore unto coprite bene con pellicola da cucina e mettete a lievitare per almeno 12 ore a temperatura ambiente.
Riprendere l’impasto allargatelo su un piano da lavoro infarinato e trasferitelo nella teglia rivestita da carta forno.
Sbucciate e affettatele le mele di uno spessore di mezzo centimetro, posizionatele sulla superfice della pasta e cospargetele con lo zucchero di canna e cannella.
Fate riposare la pizza per 1 ora, intanto preriscaldate il forno a 250°c infornate la pizza sulla parte più bassa del forno per 10 minuti poi trasferitela nella parte centrale del forno e fate dorare la superfice per altre 10/15 milnuti.
Servite la pizza dolce salata con mele e cannella  tiepida.
Con lo stesso impasto potete preparare anche delle buone pizze a vostro gusto e fantasia.

pizza-dolce-salata-con-mele-e-cannella-1-560x420 Pizza dolce salata con mele e cannella

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Pizza dolce salata con mele e cannella

Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

share_save_120_16 Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

Arrosto-ripieno-di-castagne-prugne-e-pinoli-450x600 Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

Oggi prepariamo insieme un arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli molto semplice da realizzare. Una tasca di carne con un interno morbido di carne trita castagne prugne e pinoli

Ingredienti per 4 persone

800 gr di noce di vitello
200 gr di carne trita
200 gr di castagne cotte
100 gr di prugne secche
50 gr di pinoli
una manciata di prezzemolio tritato
1 uovo
50 gr di parmigiano
sale, pepe q.b.
brodo q.b.
un bicchierino di brandy
50 gr di burro

Preparazione

Fate una incisione nella carne formando una tasca, oppure fate tagliare una fetta unica dal vostro macellaio.
Preparate la farcia nel modo seguente: mettete in una terrina la carne trita, l’uovo, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo, le castagne cotte e sminuzzate, le prugne tagliate, i pinoli, sale e pepe.
Amalgamate bene e introducete il composto nell’apertura della carne, poi ricucite con ago e filo incolore.
Se preferte potete utilizzare una fetta unica, disponete la farcia su tutta la fetta di carne arrotolatela e legate tutto l’arrosto con della spago da cucina per evitare che si deformi, se utilizzate la tasca riempitela con il ripieno e cucite l’estremità con del filo bianco di cotone.
Adagiate l’arrosto in una pirofila imburrata, irrorate con l’olio extravergine di oliva, fate dorare da tutti i lati, quindi spruzzatelo con il brandy, salate e pepate.
Bagnatelo con un mestolo di brodo caldo e continuate la cottura per due ore circa.
Passato questo tempo, lasciate raffreddare l’arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli prima di tagliarlo a fette, e servite con( funghi trifolati facoltativo)  e un’insalata mista

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Arrosto ripieno di castagne prugne e pinoli

Polpette speziate con cipollotti

share_save_120_16 Polpette speziate con cipollotti

Polpette speziate con cipollotti

Polpette-speziate-con-cipollotti-632x600 Polpette speziate con cipollotti

Polpette speziate con cipollotti

Le polpette si sa piaciono un pò a tutti dai grandi ha i più piccini, e per questo oggi voglio proporvi queste squisite polpette speziate con cipollotti.

Ingredienti per 4 persone:Difficoltà: facile – Preparazione: 25 minuti -Cottura: 12 minuti

  • 400 grammi di carne di manzo macinata
  • 1uovo,
  • 50 gr di grana padano
  • pane grattugiato q.b.
  • un pezzetto di zenzero fresco
  • un ciuffetto di prezzemolo tritato
  • 4 cipollotti
  • 2 carote
  • 2 foglia di alloro
  • 2 foglia di salvia
  • 1rametto di rosmarino
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • noce moscata q.b.
  • farina q.b.
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale e pepe q.b.

Procedimento:

Mettete la carne trita in una terrina, unite l’uovo, lo zenzero grattugiato fresco, il prezzemolo tritato, una grattugiata di noce moscata, il formaggio grattugiato, il pangrattato,sale e pepe.
Amalgamate il tutto e, formate delle polpette, infarinatele leggermente compattandole con le mani.
Trasferite le polpette in una pirofila con un filo di olio extravergine di oliva e fate cuocere in forno a 180°c circa 10 minuti.
Mondate i cipollotti e affettateli, pelate le carote e tagliatele a bastoncini.
Cuocete i cipollotti e le carote in un tegame, con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, la salvia, l’alloro e il rosmarino.
Dopo 5 minuti di cottura aggiungete il vino bianco e il vino rosso, salate pepete e amalgamate il tutto, quindi fate cuocere per 15 minuti, in modo che il fondo di cottura si asciughi.
Versate la salsa di cipollotti sulle polpette e fate riposare per 30 minuti. Irrorate con un filo di olio a crudo prima di servire. Le vostre polpette speziate con cipollotti sono ora da gustare.

Polpette-speziate-con-cipollotti-1-800x450 Polpette speziate con cipollotti

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Polpette speziate con cipollotti

Penne con broccoli e ricotta salata

share_save_120_16 Penne con broccoli e ricotta salata

Penne con broccoli e ricotta salata

Penne-con-broccoli-e-ricotta-758x600 Penne con broccoli e ricotta salata

Oggi vi propongo un piatto gustoso e facile da realizzare le penne con broccoli e ricotta salata. I broccoli o cavolfiore romanesco è ricco di potassio, calcio, magnesio, fosforo e vitamina C. Il suo contenuto calorico si bira intorno alle 25 kcal per 100 grammi

 

Penne con broccoli e ricotta salata

Oggi vi propongo un piatto gustoso e facile da realizzare le penne con broccoli e ricotta salata. I broccoli o cavolfiore  romanesco è ricco di potassio, calcio, magnesio, fosforo e vitamina C. Il suo contenuto calorico si bira intorno alle 25 kcal per 100 grammi

Ingredienti per 4 persone: Preparazione: 10 minuti. Cottura: 20 minuti

240 g di penne integrali
2 broccoli romanesco piccoli
Uno spicchio di aglio
Un peperoncino
Ricotta salata grattugiata fresco
Sale
Olio extravergine di oliva

Procedimento:

Dividete il cespo dei broccoli in tanti ciuffetti.
Sciacquate i broccoli sotto l’acqua corrente.
Poneteli in un tegame con un filo di olio extravergine di oliva, l’aglio e il peperoncino.
Fate cuocere per 5 minuti a fiamma vivace, poi abbassate la fiamma e copriate di acqua per metà dei broccoli.
Lasciate cuocere coperto per 15 minuti, controllando di tanto in tanto.
Intanto mettete a bollire una pentola di acqua salata quando viene a bollore buttateci le penne ( a vostrio piacere potete utilizzare qualsiasi formato e se desiderate noemale o integrale).
Lessate la pasta e a cottura desiderata scolatela al dente, lasciando qualche cucchiaiata di acqua di cottura.
Trasferite la pasta nel tegame con i broccoli e mantecatela con un po d’ acqua di cottura, mescolate giusto il tempo che si amalgami il tutto, unite un filo di olio extravergine di oliva a crudo e impiattate con una bella spolverata di ricotta salata grattugiato al momento le penne con broccoli e ricotta salata, servite caldo.

Penne-con-broccoli-e-ricotta-560x443 Penne con broccoli e ricotta salata

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Penne con broccoli e ricotta salata

Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

share_save_120_16 Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Strucchi-dolcetti-Friulani-509x500 Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Strucchi dolcetti Friulani, Dolce tipico delle Valli del Natisone. Sono sei dolcetti a forma di fagottini ripieni di nocciole, mandorle, amaretti, ecc..

 

Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Strucchi dolcetti Friulani, Dolce tipico delle Valli del Natisone. Sono sei dolcetti a forma di fagottini ripieni di nocciole, mandorle, noci, amaretti, marmellata di prugne, ecc.. be provateli e poi mi direte.

Per la pasta
20 g di lievito di birra
una goccia di rhum
500 g di farina tipo 00
2 uova intere e 6 rossi
50 g di burro sciolto
300 g di zucchero semolato
una buccia di limone grattugiata
1 bustina di vaniglia
100 g di latte
50 g di panna
un pizzico di sale
Per il ripieno
250 g fra nocciole e noci macinate
25 g di mandorle
25 g di amaretti grattugiati
30 g di marmellata di prugne
30 g di zucchero
30 g di cubetti di arancio candito
20 g di olio di arachide
50 g di pinoli
una scorza di limone
un pizzico di cannella e vaniglia
3 uova
30 g di uva sultanina
1 bicchierino di grappa
1 bicchiere complessivo dei quattro liquori: amaretto, rhum, vermuth, marsala

Preparazione Strucchi dolcetti Friulani

Ecco a voi la ricetta degli strucchi dolcetti Friulani: Per la pasta mescolate tutti gli ingredienti e versateli sulla farina
disposta sul piano di lavoro. Impastate poi a lungo, fino a che non
otterrete un insieme morbido e ben liscio. Coprite con un panno bianco e
lasciate riposare al fresco per almeno quattro ore. Ora preparate il
ripieno: amalgamate bene tutti gli ingredienti, mescolate accuratamente e
lasciate riposare.
Stendete la pasta ottenendo una sfoglia di due o tre millimetri di
spessore, tagliatela a rettangoli di 5-6 cm di lunghezza e di 3 di
larghezza, su cui porrete il ripieno. Chiudete gli strucchi e metteteli
in forno per 15 minuti a 120 gradi, quindi disponeteli sul piatto di
portata, spennellateli con poco olio di semi e cospargeteli con lo
zucchero. Gli s
trucchi dolcetti Friulani sono pronti.

C’è anche la versione degli strutti cotti trovate QUI’ la ricetta

 

Strucchi-dolcetti-Friulani-509x500 Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Strucchi dolcetti Friulani cotti al forno

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

share_save_120_16 Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane-con-pomodori-secchi-fatto-con-lievito-madre-e1483892574114 Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

 

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

Ingredienti

200 gr di lievito madre
1 kg di farina tipo 1
500 gr di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di sale
10/15 pomodori secchi
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione

In una planetaria versate la farina, unite il lievito madre e incominciate ad impastare, versate il concentrato e la passata di pomodoro, il sale e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, azionate la planetaria e fate impastare fino ad ottenere un’impasto morbido e lisco.
coprite con un canovaccio e fate lievitare tutta la notte.
La mattina seguente dividete l’ impasto in due parti uguali e formate due filoncini.
Imburrate e infarinate una teglia a forma di ciambella, sistemate un filoncino sulla base della teglia distribuite i pomodori secchi sott’olio ben tamponati con carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
Sistemate il secondo filoncino sui pomodori, fate aderire bene sui bordi, spennellate con un po di olio la superficie e lasciate lievitare l’impasto in luogo tiepido per 4-5 ore.
Fate riscoldare il forno a 200°c e infornate il vostro pane con pomodori secchi per 20 minuti, poi abbassate a 180°c e lasciate cuocere per altri 10 minuti.
Qualche consiglio: Potete utilizzare 500 gr di farina 00 e 500 gr di farina di semola di grano duro o manitoba. Versate la passata di pomodoro un po per volta cosi tenete sotto controllo la morbidezza dell’impasto, se vedere che l’impasto e un po duro aggiungete altra passata, (io non ho utilizzato acqua ma solo passata di pomodoro).

Pane-con-pomodori-secchi-fatto-con-lievito-madre-2-560x420 Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre Pane-con-pomodori-secchi-fatto-con-lievito-madre-1-560x420 Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pasta orecchiette con cime di rapa

share_save_120_16 Pasta orecchiette con cime di rapa

Pasta orecchiette con cima di rapa

Pasta-orecchiette-con-cime-di-rapa-487x500 Pasta orecchiette con cime di rapa

Pasta orecchiette con cime di rapa, un piatto della tradizione meridionale. Ottimo per questa stagione invernale

 Pasta orecchiette con cime di rapa

Oggi vi lascio questa ricetta di primo piatto: pasta orecchiette con cime di rapa, un piatto della tradizione meridionale. Ottimo per questa stagione invernale, molto gustosa, e con un pizzico di piccante avrete un piatto davvero unico.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

300 gr di orecchiette fresche
500 gr di cime di rapa
1 spicchio d’aglio
sale, pepe qb
olio extravergine di oliva

Procedimento 

Pasta orecchiette con cime di rapa.Pulite le cime di rapa ovvero togliere la parte dell’infiorescenza la parte interna delle foglie, mentre dalle coste più dure  prendere soltanto le foglie ptenere. Lavatele molto bene con acqua fredda.
Mettete in una pentola acqua e sale e, quando viene a bollire aggiungete le cime di rapa e lasciate cuocere per 10 minuti, scolatele e mettetele da parte.
In una padella fate rosolare lo spicchio d’aglio, aggiungete le cime di rapa e fatele insaporire nell’olio per 5 minuti, aggiustate di sale.

Intanto cuocete le orecchiette, nell’acqua dove avete cotto le cime e quando saranno cotte scolatele passatele nella padella con le cime e spadellatele per quanche minuto.
Servite la vostra pasta orecchiette con cime di rapa con una spolverata di peperoncino piccante in polvere.

Questo piatto e un ottimo primo da facile preparazione, buonissimo anche con una buona spolverata di pane raffermo di almeno due giorni grattugiato: In una ciotola sbriciolate la mollica di pane raffermo di un paio di giorni molto finemente, oppure fatelo con il frullatore, mettetela a soffriggere nell’olio precedentemente aromatizzato con l’aglio, aggiungete anche il peperoncino. Fate dorare la mollica finchè ha raggiunto un bel colore dorato e croccante, provate anche aggiungendo dei gamberetti, trovate QUI’ la ricetta.

 

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

 

share_save_120_16 Pasta orecchiette con cime di rapa

Torta classica di compleanno con crema e panna

share_save_120_16 Torta classica di compleanno con crema e panna

Torta classica di compleanno con crema e panna

Torta-classica-di-compleanno-con-crema-e-panna-1-560x420 Torta classica di compleanno con crema e panna

 

 

Torta classica di compleanno con crema e panna

Ciao a tutti per chiudere l’anno oggi vi propongo questa deliziosa torta classica di compleanno con crema e panna in, occasione del mio compleanno. Una torta morbida e delicata. Ho voluto sostituire il pan di spagna con l’impasto della “chiffon cake”.

Ingredienti per 12 persone

300 gr di farina
200 ml di acqua
250 gr di zucchero
120 ml di olio di semi di girasole
6 uova
un pizzico di sale
una bustina di lievito per dolci
scorza grattugiata di mezzo limone
una bustina di cremor tartaro
1 bustina di vanillina

Per farcire

500 gr di crema pasticcera, 500 gr di panna montata

Preparazione

Per prima cosa  settacciate la farina con lo zucchero, il lievito, il sale, e la vanillina.

In una ciotola, versate i tuorli e in un’altra versate gli albumi e tenete da parte.

Incominciate a montare i tuorli,  aggiungete ai tuorli l’acqua a temperatura ambiente  e l’olio di semi, unite la scorza di mezzo limone non trattato, sbattete il composto con le fruste fino ad ottenere una crema omogenea, quindi incorporate gli ingredienti  (farina, zucchero, sale lievito, vanillina) che avete settacciato precedentemente, mescolate accuratamente con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Montare gli albumi con uno sbattitore elettrico, quindi azionate la frusta e iniziate a montare gli albumi. Quando saranno diventati bianchi e morbidi, versate il cremor tartaro  e continuate a far andare le fruste per qualche minuto. Una volta che gli albumi saranno ben sodi incorporateli delicatamente al composto di uova, mescolando con una spatola  dall’alto verso il basso per non smontarli. Versate il composto delicatamente nella teglia imburrata ed infarinata e mettete in forno caldo a 175° per 45 minuti. Togliete la torta dal forno e lasciate raffreddare.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera, la ricetta la trovate QUI’

Tagliate la torta in tre dischi, farcite il primo disco con la crema pasticcera, ricoprite con un altro disco di pan di spagna facendo attenzione ad allinearlo con quello sottostante, ricoprite con la restante crema e infine chiudete con l’altro disco di pan di spagna.
Ricoprite tutta la torta con la panna montata e decorate a vostro piacere la Torta classica di compleanno con crema e panna.

Torta-classica-di-compleanno-con-crema-e-panna-560x420 Torta classica di compleanno con crema e panna

Torta-classica-di-compleanno-con-crema-e-panna-1-150x150 Torta classica di compleanno con crema e panna

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Torta classica di compleanno con crema e panna

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

share_save_120_16 Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Quiche di topinambur e porro

Quiche-di-topinambur-e-porro-800x450 Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare.

Quiche di topinambur e porro

Oggi vi do in’idea par l’antipasto per le feste di natale, questa quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare. Potete prepararlo in anticipo anche il giorno prima poi tagliarlo a quadrotti e prima di servire passate a riscaldare in forno.

Ingredienti
4 uova, leggermente sbattuto
un pizzico di pepe
3 topinambur
2 porri
40 gr di pancetta
100 gr di formaggio emmental
50 gr di parmigiano grattugiato
un rotolo di pasta sfoglia
Preparazione

In una ciotola, mescolare uova, sale e pepe; e mettere da parte. In una padella sofriggere il porro e il topinambur lavato e affettato sottilmente, aggiungere la pancetta tagliata a striscioline e fare dorare per 15 minuti, fare raffreddare.Versare nel composto di uova i formaggi il porro con il topinambur e la pancetta. Rivestire uno stampo con la pasta sfoglia. Versare il composto nello stampo livettare bene chiudere con la pasta che fuori esce dallo stampo e cuocere 20 minuti o fino a quando non risulta dorato.. Lasciare riposare per 10 minuti; tagliare a spicchi prima di servire la

quiche di topinambur e porro.

Il topinambur è anche conosciuto come rapa tedesca ha un sapore delicato e dolciastro che ricorda quello del carciofo ed ecco perchè viene anche chiamato carciofo di gerusalemme. Il topinambur è un tubero e la sua pianta appartiene alla famiglia della Asteracee. Il fiore del topinambur sembra quello della margherita gialla. Se ne volete sapere di più cliccate QUì

Vi invito a visitare le pagine di ricette per il menù di natale e capodanno.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
 

 

share_save_120_16 Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Ricette per le feste di natale primi piatti

share_save_120_16 Ricette per le feste di natale primi piatti

Ricette per le feste di natale primi piatti

Ricette-per-le-feste-di-Natale-PRIMI-PIATTI--560x420 Ricette per le feste di natale primi piatti

Ricette per le feste di natale primi piatti

In questa pagina trovate qualche idea per le feste natalizie e capodanno.Trovate una raccolta di primi piatti davvero gustosi, facili da realizzare, Per leggere la ricetta cliccate la foto e vi porterà direttamente nei primi piatti , ma non dimenticate di leggere anche gli Antipasti Secondi  Dolci 

Tortelli ripieni al sapore di barbera

Tortelli-ripieni-al-sapore-di-barbera-1-320x240 Ricette per le feste di natale primi piatti

 

Tagliolini al nero di seppia con gamberi

Tagliolini-al-nero-di-seppia-con-gamberi-560x341 Ricette per le feste di natale primi piatti

 

Linguine con astice

Linguine-con-astice-ricetta-facile-150x150 Ricette per le feste di natale primi piatti

 

Tortelli al nero di seppia

12088020_980670788664512_2886274932800412633_n-150x150 Ricette per le feste di natale primi piatti

Pappardelle con tartufo

YnXBseT-300x169 Ricette per le feste di natale primi piatti

Risotto con scampi

pixiz-18-09-2015-16-18-09-150x150 Ricette per le feste di natale primi piatti

 

Bigoli alle vongole

10927692_843155825749343_1259424563_o-150x150 Ricette per le feste di natale primi piatti

Non perdetevi anche questi

Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa

Risotto al ragù di frutti di mare

Sedanini allo scoglio

Lasagne ricche al ragù

Spaghetti allo scoglio e zafferano

Timballo di pasta alla bolognese

Bigoli con tonno fresco e piselli…….

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Ricette per le feste di natale primi piatti

Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

share_save_120_16 Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

Capesante-gratinate-al-bacon-ricetta-di-Natale- Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

Capesante gratinate al bacon secondo piatto molto sfizioso, un piatto veloce da realizzare.

Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

Che ne dite se per la vigilia di Natale facciamo questo sfizioso secondo? Capesante gratinate al bacon

Ingredienti per 4 persone

  • 12 polpe di capesante
  • 12 gusci di capesante
  • 1 fetta spessa di pancetta affumicata (o bacon)
  • 6 cucchiai di pan grattato
  • 1 spicchi di aglio
  • prezzemolo q.b.
  • germogli  di bietola rossa per decorare
  • burro
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Staccate il mollusco dalla conchiglia, pulite e sciaquate sotto l’acqua corrente le capesante, dopo averle asciugate bene con carta assorbente da cucina, conditele con sale, pepe e tenetele da parte.

Frullate il pane raffermo di due giorni  con uno spicchio d’ aglio, una manciata di prezzemolo, un pizzico di sale e un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva, tagliate finemente il bacon a coltello, poi mescolatelo insieme al pangrattato aromatizzato.

Adagiate la polpa delle capesante dentro le conchiglie, mettete sopra ad ogni capesanta un ricciolo di burro, cospargete con abbondante pangrattato e infornate a forno caldo180° per 10/15 minuti.

Servite le capesante gratinate al bacon ben calde guarnendo con qualche germoglio di bietola rossa.

Le capesante le trovate fresce in pescheria oppue le potete aquistare congelate, se avete gia le conchiglie vuote comprate solo la polpa che trovate nei reparti dei surgelati. Se invece comprate le capesante fresche staccate il mollusco dalla conchiglia. Se preferite potete utilizzare lo stesso composto per farcire le cozze, utilizzando lo stesso procedimento.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

share_save_120_16 Capesante gratinate al bacon -ricetta di Natale-

Zuppa di farro perlato con guanciale

share_save_120_16 Zuppa di farro perlato con guanciale

Zuppa di farro perlato con guanciale

Zuppa-di-farro-perlato-con-guanciale-1-800x600 Zuppa di farro perlato con guanciale

Questa calda Zuppa di farro perlato con guanciale e un’ottima idea per questi giorni grigi

Zuppa di farro perlato con guanciale

Questa calda Zuppa di farro perlato con guanciale e un’ottima idea per questi giorni grigi. Io ho utilizzato il farro perlato che è privato completamenre della sua pellicina  esterna così  evitiamo l’ammollo, accorciando i tempi di cottura. Il farro è composto per circa il 10 % da acqua, proteine al 18%, il 6,8 % di fibre alimentari, amido 58,5 %, grassi 7 % e zuccheri 2,7%. Ricco di vitamine: Le vitamine sono la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, vitamina E e K. I minerali sono: potassio, ferro, calcio, rame, sodio e fosforo. Per saperne di più visitate QUI’

Ingredienti per 4 persone

400 gr di farro perlato
100 gr di guanciale
4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 cipolla
1 carota
1 peperoncino rosso
1/2 litro di brodo vegetale
sale, pepe q.b.
Preparazione
Tritate la cipolla, la carota e fateli imbiondire nell’olio caldo insieme a un pezzetto di peperoncino.
Aggiungete il guanciale tagliato a dadini e fatelo rosolare.
Prima che il guanciale si secchi troppo,versate il brodo caldo e portatelo ad ebollizione: appena l’avrà raggiunta, unite il farro lavato sotto l’acqua corrente e ben scolato.
Abbassate la fiamma, chiudete la casseruola e portate la zuppa a cottura completa aggiungendo, se necessario , ancora un pò di brodo, salate e pepate.
Quando la vostra zuppa di farro perlato con guanciale sarà ben cotta versatela in una terrina di servizio calda, e portatela in tavola accompagnandola con rettangoli di pane casareccio affettato grosso.

Zuppa-di-farro-perlato-con-guanciale-800x600 Zuppa di farro perlato con guanciale

Questa calda Zuppa di farro perlato con guanciale e un’ottima idea per questi giorni grigi.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Zuppa di farro perlato con guanciale

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

share_save_120_16 Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata-di-ceci-con-pancetta-e-cipolla-e1481738024299 Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci

 

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

 Oggi vi propongo una ricetta facilissima da relizzare. La farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva.

 Ingredienti 
400 gr di farina di ceci 
1 litro di acqua
1/2 bicchiere di olio evo
1 dado vegetale
una macinata di pepe

Per farcire: 100 gr di pancetta e una cipolla

Procedimento

Far sciogliere la farina di ceci in acqua fredda, aggiungete 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, pepete, e salate come preferite sale o dado (sciolto in un po di acqua) in una ciotola e sbattete il tutto con una frusta.

Lasciate riposare un’ora la farinata a temperatura ambiente e man mamo con un cucchiaio togliere la schiuma che si forma in superficie, versare in una teglia con un diametro di 32 cm. unta abbondantemente con dell’olio d’oliva extra-vergine. Girare il tutto in modo che l’olio venga in superficie, farcite con la pancetta tagliata a dadini e la cipolla affettata assicuratevi che sia tutto uniforme ed infornare a 250° per 20 minuti. Potete prepararla come più vi piace: con prosciutto crudo, con salsiccia, se preferite anche con zucchine tagliate a fettine sottili, o come suggerisce la vostra fantasia.

Servite la farinata di ceci con pancetta e cipolla  ancora calda tagliata a spicchi, buona anche fredda. La farina di ceci la trovate al supermercato nel reparto delle farine.

Farinata-di-ceci-con-pancetta-e-cipolla-1-560x420 Farinata di ceci con pancetta e cipolla Farinata-di-ceci-con-pancetta-e-cipolla-3-560x420 Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

share_save_120_16 Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa

share_save_120_16 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa

Tortelli di zucca e amaretti

Tortelli-di-zucca-e-amaretti-e1481577066133 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa

 

Tortelli di zucca e amaretti

Ecco oggi questi tortelli. Si tratta di una pasta ripiena, con all’ interno un delicato impasto dolce a dase di zucca, amaretti e mostarda.

 

INGREDIENTI PER LA SFOGLIA
300 gr di farina 00
3  uova grandi

INGREDIENTI PER IL RIPIENO
600 gr di zucca
100 gr di amaretti tritati
60 gr di mostarda mantpvana
100 gr di grana padano
La scorza di mezzo limone
1 pizzico di noce moscata
sale e pepe q.b.
pangrattato q.b.

PREPARAZIONE

 Su un tavolo da lavoro disporre la farina a fontana e al centro rompetevi le uova e un pizzico di sale, ed impastare fino a creare un composto omogeneo e den sodo.
Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti avvolto nella pellicola da cucina.

Intanto eliminate la buccia e i semi dalla zucca, tagliatela a spicchi e adagiatela su una placca da forno dove è stato precedentemente steso un foglio di carta forno.
Cuocete la zucca in forno a 160° per 40 minuti circa.
Nel frattempo, schiacciare e tritare gli amaretti e la mostarda.
Una volta cotta, schiacciate la zucca con lo schiacciapatate.
In una ciotola unite gli amaretti sbriciolati, la mostarda triturata, la scorza di limone grattugiata, il grana  padano, la noce moscata, e se il composto risulta troppo umido aggiungere un cucchiaino di pangrattato, regolare di sale e pepe.
Stendete la pasta in una sfoglia sottile, adagiate sulla sfoglia piccole quantità di farcia a una distanza di 1,5 centimetri l’uno dall’altra.
Bagnate leggermente la sfoglia con un po di acqua, quindi ricoprire con l’altra metà, lasciar fuoriuscire l’aria quindi ricavare i tortelli con l’aiuto di una rotella dentellata
Cuocete i tortelli di zucca e amaretti in abbondante acqua salata per 3-4 minuti
Scolare quindi condire con il burro fuso e la salvia
Servire con una generosa spolverata di grana grattugiato.

Tortelli-di-zucca-e-amaretti-3-560x344 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa Tortelli-di-zucca-e-amaretti-2-560x426 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa Tortelli-di-zucca-e-amaretti-1-560x377 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

pixel Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa
share_save_120_16 Tortelli di zucca e amaretti fatti in casa