Crea sito

facciamo una scorpacciata di legumi


legumiI legumi sono i semi dei frutti di alcuni tipi di piante appartenenti alla famiglia delle “Papilionacee”.

I più diffusi sono i ceci, le lenticchie, i piselli, i fagioli, le cicerchie e la soja.

Conosciuti fin dalla preistoria i legumi sono un alimento ricco di storia e tradizioni.

Considerati un tempo erano considerati la carne dei poveri, sono oggi tornati ad essere molto apprezzati per le loro caratteristiche nutritive.

Essi oltre a contenere glucidi, sono ricchi di proteine (che nelle lenticchie raggiungono il 20%), vitamine del gruppo B (anche nei semi secchi) la provitamina A e la vitamina C (in quelli freschi) e sali minerali, specialmente potassio.

Su valori apprezzabili anche la presenza del ferro e del calcio, mentre i grassi sono solo di buona qualità e scarsa quantità.

Alcuni legumi inoltre contengono la lecitina, sostanza che svolge un ruolo benefico sul sistema nervoso e sui livelli di colesterolo.

Di contro si tratta di alimenti ricchi di cellulosa, che li rende di lenta digestione.

I nutrizionisti consigliano di inserirli nella dieta almeno due o tre volte alla settimana, da soli o accompagnati da cereali, per ottenere un piatto unico perfetto.

E’ bene seguire tecniche precise per non impoverire i legumi dai contenuti nutritivi e per ottenere un buon ammorbidimento senza alterazioni del colore, per questo vi indico alcune buone regole da seguire:
  • Lavare i legumi, per eliminare la polvere, eventuali corpi estranei e i semi guasti.
  • Effettuare un buon ammollo con acqua fredda prima di procedere con la cottura. E’ possibile utilizzare anche il siero di kefir che rende i legumi più morbidi e digeribili. Durante l’ammollo l’acqua va cambiata almeno una
  • volta.
  • Cuocere i legumi secchi a lungo, si possono cuocere anche con la pentola a pressione per dimezzare i tempi.
  • Utilizzare, durante la cottura, erbe digestive e carminative come l’alloro, il rosmarino, il sedano e il finocchietto, per migliorare la digeribilità e ridurre la formazione di gas intestinali.
  • Aggiungere il sale solo a fine cottura, perché inibisce l’intenerimento delle bucce.
  • Non aggiungere bicarbonato all’acqua di ammollo né a quella di cottura: rende le vitamine più instabili al calore.
Ecco alcune ricette e idee per utilizzare al meglio questi preziosi ingredienti:

i ceci

i cuculli – frittelle di ceci

I cuculli sono tonde frittelle fatte con la farina di ceci. Tipici della cucina ligure, si possono acquistare nelle “sciamadde”, friggitorie del centro storico genovese, assieme ad altre fritture, per essere gustati caldi ammirando le bellezze della città. Spesso sono anche utilizzati nei ristoranti liguri come antipasto e stuzzichino da aperitivo.Ai cuculli è anche dedicata […]

Continua

le lenticchie

lenticchie e polpettine

lenticchie e polpettine

Lenticchie e polpettine, un secondo piatto di irresistibile bontà. E’ un piatto abbastanza semplice da preparare tant’è vero che l’ho fatto …

Continua
crema di lattuga con lenticchie e carote

crema di lattuga con lenticchie e carote

Oggi vi propongo un primo piatto un po’ diverso dal solito: la crema di lattuga con lenticchie e carote. Questa preparazione ha dei grandi vantaggi, è facile e veloce da preparare, é economica ed è anche ricca di proprietà benefiche per il nostro organismo.

Continua

i piselli

seppioline con patate e piselli

seppioline con patate e piselli in bianco

Le  seppioline con patate e piselli sono un secondo piatto di pesce molto noto leggero e molto appetitoso. Cuocere le seppie non sempre è facile, esse infatti come altri molluschi, tendono a diventare gommose, e più piccole sono e più il problema si presenta. Importante quindi rispettare i tempi di cottura che variano a seconda […]

Continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.