Taralli salati napoletani ricetta facile

Taralli salati napoletani

Taralli salati napoletani
Taralli salati napoletani
Sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Taralli salati napoletani

Oggi voglio deliziarvi con questi taralli salati napoletani della tradizione culinaria partenopea,  questi taralli con strutto, mandorle e un pizzico di pepe, sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Ingredienti

500 kg di farina
225 gr di strutto
150 gr di mandorle
1 pizzico di pepe
10 gr di sale
20 gr di lievito di birra

Preparazione per taralli salati napoletani

Per prima cosa  tostate le mandorle in forno caldo a 200° per 5-6 minuti.
Toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare, quando sono raffreddate metteteli nel mixer e tritateli grossolamanente.
In una ciotola mettete, acqua e strutto, aggiungete sale e pepe, poi il lievito le mandorle ed infine la farina.
Impastate il tutto fino a ottenuto un impasto morbido ed asciutto (Non lavoratela troppo deve essere come una frolla).
Dividetela in pezzi del peso di 15 grammi, create dei bastoncini di 20 cm di lungezza ed intrecciateli. Mettete i taralli su una teglia e lasciateli lievitare per un’ora.
Infornate a 230 gradi per 25 minuti.
Una volta che i taralli salati napoletani sono cotti, lasciateli riposare per 24 ore, poi rimetteteli in forno a biscottare a 150 gradi per altri 40 minuti.
Dovranno assumere un colore bruno, dopo di chè i vostri taralli salati napoletani sono pronti per essere gustati croccanti e friabili che si sciolgono in bocca.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

Precedente Cosce di pollo con salsa di peperoni Successivo Insalata di riso venere "fantasia colorata"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.