Sanguinaccio al cioccolato senza sangue.

Sanguinaccio al cioccolato senza sangue.

sanguinaccio al cioccolato

Sanguinaccio al cioccolato

Il sanguinaccio al cioccolato è una crema dolce a base di cioccolato fondente. In origine il sanguinaccio veniva aromatizzato con il sangue fresco del maiale che gli conferiva quel caratteristico retrogusto acidulo, da lì che prende il nome sanguinaccio.  Riconosciuto prodotto agroalimentare tradizionale della Basilicata. Veniva tradizionalmente preparata quando si ammazzava il maiale. Ma dal 1992 è stata vietata la vendita del sangue fresco del maiale. Questo prodotto si accompagna molto bene con le chiacchere o biscotti secchi. Il sangue non essendo più reperibile almeno al nord italia, la ricetta  viene rivisitata. Questa è la versione oramai che ormai tutti conoscono. Infatti io lo preparo così.
500 ml di latte
50 gr di farina
100 gr di cacao amaro
1 bustina di vanillina
un cucchiaino di cannella
300 gr di zucchero
100 gr di cioccolato fondente
un bicchierino di “strega”

Sancuinaccio al cioccolato mettere il latte sul fuoco per farlo intiepidire un pò.
Passate al setaccio il cacao amaro, un pizzico di sale, la farina, la cannella, la vanillina, lo zucchero. Mescolare il tutto e aggiungere il latte mescolando bene fino a ottenere un composto fluido e senza grumi. Portare il tutto ad ebollizione senza mai smettere di mescolare.
Una volta raggiunta l’ebollizione aggiungere il cioccolato tritato; continuare a mescolare sempre nello stesso verso fino a che gli ingredienti si saranno bene amalgamati, e continuate a cuocere per 8 minuti. Due minuti prima di spegere il fuoco aggiungetevi un bicchierino di liquore “strega” e amalgamare bene.Versare in una ciotola di vetro e fate intiepidire e mettere a raffreddare  in frigo. Questa crema di sanguinaccio al cioccolato può essere servito oltre che con le chiacchiere anche con i savoiardi, o biscotti secchi, il risultato è davvero garantito, piacerà a grandi e piccini.Un consiglio. Siccome che questa ricetta prevede del liquore vi consiglio di prelevarne un bicchiere (per i vostri bimbi) prima di aggiungere il liquore.

Precedente Involtini con cotenna di maiale e fave.. Successivo Trippa alla parmigiana ricetta rivisitata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.