Radicchio tardivo pastellato facile e veloce

Radicchio tardivo pastellato

Radicchio tardivo pastellato
Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti,

Radicchio tardivo pastellato

 Avete mai provato a fare il radicchio tardivo pastellato? questo è il momento giusto per realizzarlo in pochi minuti, facile e veloce da preparare: incominciamo? preparatevi gli ingredienti e incominciate! radicchio tardivo pastellato

Ingredienti per 4 persone

4 ceppi di radicchio tardivo
4 uova
sale e pepe q.b
farina q.b.

olio di arachide per friggere

Procedimento

Lavate e tagliate il radicchio in 4 parti, asciugatelo molto bene con un canovaccio (eviterete gli schizzi di olio durante la cottura).

In una ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e pepe, versate la farina su un foglio di stagnola (molto più comodo per infarinare).

Passate il radicchio uno per volta, primo nella farina poi nell’uovo e, ancora farina e uovo (due passaggi).

Intanto fate scaldare l’olio in una padella larga, quando arriva a temperatura tuffatevi man mano il radicchio nell’olio,  friggeteli prima da un lato e poi dall’altro finché saranno dorati, scolateli e fateli asciugare su carta da cucina.

Servire subito il radicchio tardivo pastellato come contorno, ottimo in un antipasto a buffet.

Il radicchio  di treviso, si presenta in due varianti: precoce o tardivo, il radicchio precoce è meno pregiato, mentre il radicchio tardivo IGP e più pregiato, ottimo consumarlo crudo, nella preparazione di antipasti, primi, secondi, come contorno, sulla pizza  e anche come dessert ecc…. esiste anche la birra aromatizzata al radicchio.

Non perdetevi anche queste ricette con il radicchio:

Risotto al radicchio e speck

Bigoli con crema al radicchio e noci.

Radicchio tardivo pastellato

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Precedente Bignè fritti farciti con crema pasticcera Successivo Pane arcobaleno di Sara Papa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.