torta tenerina o torta montenegrina

Oggi vi offro una fetta di torta tenerina, una deliziosa torta al cioccolato con una crosticina croccante all’esterno e un interno tenero e leggermente umido.

La torta tenerina è un dolce tipico ferrarese probabilmente conosciuto già ai primi del 1900.

E’ conosciuta anche con altri nomi: “taclenta” che in ferrarese significa appiccicosa e anche “montenegrina” perchè pare inventata per omaggiare la regina Elena Petrovich del Montenegro sposa di re Vittorio Emanuele III di Savoia.

E’ una torta ricca di cioccolato e poverissima di farina,  la ricetta originale non ne ha, io preferisco metterne un cucchiaio, e assolutamente priva di lievito.

Il segreto di una buona riuscita della torta tenerina sta nel montare bene le uova, specialmente i bianchi, inoltre particolarmente attenzione va prestata durante la cottura che va fatta a temperatura piuttosto bassa e con forno statico.

In realtà non è una torta così complicata da preparare, magari non è troppo scenografica ma  se si ama il cioccolato è sicuramente irresistibile.

torta tenerina
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    1 torta
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 200 g Cioccolato fondente
  • 100 g Burro
  • 3 Uova (a temperatura ambiente)
  • 150 g Zucchero
  • 1 cucchiaio Farina (facoltativa)

Preparazione

    • Tagliare il cioccolato a pezzi e fare fondere assieme al burro a bagnomaria, oppure nel forno a microonde.
    • Montare a mano o meglio con le fruste elettriche, i tuorli con metà dello zucchero, fino a raggiungere una consistenza bella cremosa, unire quindi la farina e la miscela di cioccolato e burro ormai intiepidito.
    • Montare gli albumi a neve ben ferma incorporando il restante zucchero.
    • Unire molto delicatamente gli albumi  al composto, utilizzando una spatola e facendo dei movimenti dal basso verso l’alto.
    • Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera, eventualmente si può anche ritagliare un foglio di carta forno delle dimensioni del fondo della teglia per poi facilitare le operazioni di impiattamento della torta.
    • Accendere il forno e portarlo a 170° C., quindi infornate la torta tenerina e lasciarla cuocere a forno statico per circa 30 minuti.
    • Lasciare raffreddare e servire.

con il bimby:

    • Inserire la farfalla nel boccale ben asciutto.
    • Versare gli albumi, un pizzico di sale e 80 gr. di zucchero e montare per 3 minuti 37° Vel. 4.
    • Gli albumi devono essere a temperatura ambiente, non freddi di frigo.
    • Controllare dal foro se gli albumi sono montati a neve, altrimenti continuare ancora per un minuto.
    • Con la spatola raccogliere gli albumi, porli in una ciotola e metterli da parte.
    • Pulire il bimby, togliere la farfalla e inserire il cioccolato tagliato a pezzi.
    • Far andare a velocità 8 per 10 secondi.
    • Aggiungere il burro e far andare per 4 minuti 50° C velocità 3.
    • Lasciare raffreddare quindi unire i tuorli d’uovo, la farina e lo zucchero restante: 50 secondi velocità 4.
    • Versare il composto in una ciotola e unire molto delicatamente gli albumi , utilizzando una spatola e facendo dei movimenti dal basso verso l’alto.
    • Imburrare e infarinare uno stampo a cerniera, eventualmente si può anche ritagliare un foglio di carta forno delle dimensioni del fondo della teglia per poi facilitare le operazioni di impiattamento della torta.
    • Accendere il forno e portarlo a 170° C., quindi infornate la torta tenerina e lasciarla cuocere a forno statico per circa 30 minuti.
    • Lasciare raffreddare e servire.

Note

Se volete potete decorare la torta con zucchero a velo o cacao amaro, a me piace così com’è con la sua crosticina leggermente lucida e un po’ screpolata.

Inoltre si può servire il dolce accompagnandolo con panna montata o gelato al fiordilatte.

Se questa ricetta ti è piaciuta continua a seguirmi sulla mia pagina facebook Gineprina in cucina per restare sempre aggiornato sulle novità.

potrebbero anche interessarti queste ricette

Precedente crostata di mele con frolla alla cannella Successivo polpette di carne e spinaci

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.