salame di cioccolato – versione senza uova

Il salame di cioccolato è un dolce molto conosciuto che troviamo in ogni ricettario di dolci che si rispetti, nonché nel simpatico “Manuale di nonna Papera” che lo denomina “Salame vichingo” .
È facilissimo da preparare e non richiede cottura. Puoi prepararlo anche assieme ai tuoi bambini, che si divertiranno a spezzettare i biscotti e ad impastarli con il cioccolato, sporcandosi le manine.
Come succede per le ricette molto conosciute anche per il salame di cioccolato esistono infinite versioni, c’è chi lo propone con le uova e chi senza, chi oltre ai biscotti aggiunge nocciole, mandorle o pistacchi, chi aromatizza con liquori, caffè o succo di arancia, chi preferisce farlo con cioccolato fuso o solo con cacao.
Io solitamente
evito le uova: non riuscendo a reperire uova freschissime preferisco non metterle.
-aggiungo pochissimo zucchero nell’impasto: i biscotti sono già abbastanza dolci, preferisco al massimo ricoprire il salame con un sottile strato di zucchero a velo, che lo fa sembrare ancora più verosimile ad un vero salame.
Se devo dire la verità, per preparare questo buonissimo dessert, raramente peso gli ingredienti, ma vado molto a sentimento, utilizzando anche altri biscotti che spesso mi avanzano in credenza oltre ai classici Oro Saiwa.
Il risultato è comunque sempre ottimo.
Vediamo insieme la mia versione di salame di cioccolato senza uova, ma prima ti lascio alcuni link interessanti

salame di cioccolato
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Porzioniun salame
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

200 g biscotti secchi (tipo oro saiwa)
120 g burro
100 g cioccolato fondente (o al latte)
1 cucchiaio cacao amaro in polvere
1 cucchiaio zucchero
1 bicchierino rum (o altro liquore aromatico)

per decorare

q.b. zucchero a velo

Strumenti

1 Sacchetto di plastica
Carta forno
Spago da cucina
1 Ciotola

Preparazione


Metti i biscotti in un sacchetto di plastica resistente.

Rompili con le mani o aiutandoti con un mattarello o un oggetto un po’ pesante.

I biscotti non devono diventare una poltiglia, devono restare pezzetti più o meno di un centimetro.

Taglia a pezzi il cioccolato e il burro e mettili a sciogliere a bagnomaria.

Versa il composto sui biscotti.

Rimescola il tutto in modo da formare un impasto omogeneo.

Aggiungi il cucchiaio di cacao.

Il cucchiaio di zucchero.

E a piacere un bicchierino di rum o altro liquore aromatico.

Stendi sul tavolo un foglio di carta forno e versa sopra il composto ottenuto.

Aiutandoti con le mani o con un cucchiaio dai la forma del salame.

Avvolgi il salame nella carta e chiudilo sui due lati.
Ponilo in frigo per qualche ora.

Riprendi il salame di cioccolato e cospargilo di zucchero a velo.

Se vuoi renderlo più scenografico legalo con lo spago da cucina, proprio come se fosse un salame.

Taglia a fette il dolce e servilo in tavola.

salame di cioccolato

conservazione

Il salame di cioccolato si conserva bene per qualche giorno in frigo.

Se vuoi conservarlo per più tempo puoi anche riporlo in freezer e tirarlo fuori qualche ora prima di servirlo.

Io spesso preparo, con la stessa dose, due salamini più piccoli uno da consumare subito e l’altro da riporre in freezer e utilizzare quando ho voglia di qualcosa di buono.

Ti consiglio di provare anche

il mio salame alle castagne e cioccolato salame alle castagne e cioccolato

se questa ricetta ti è piaciuta…

…continua a seguirmi sulla mia pagina facebook o sul mio profilo Instagram  per restare sempre aggiornato sulle novità.

Se vuoi puoi anche votare la ricetta mettendo tante stelline.

Grazie per la tua visita!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.