Pomodori ripieni di riso e contorno di patate

I pomodori ripieni di riso sono un piatto unico della tradizione romana. E’ una ricetta che si prepara solitamente in estate, quando i pomodori sono belli succosi.

Consumati tiepidi o anche freddi i pomodori ripieni di riso sono molto saporiti e invitanti. Adatti anche da portare al mare o ad un picnic all’aperto.

Il riso va messo a crudo, amalgamato con il succo dei pomodori che verrà assorbito in cottura.

Alla ricetta base potrai aggiungere altri ingredienti a tuo piacere, come formaggi di vario tipo: scamorza, mozzarella, asiago, che renderanno il ripieno ancora più gustoso e filante.

E’ tradizione cuocere i pomodori ripieni di riso assieme alle patate, che oltre ad essere un buon contorno, serviranno anche a mantenere i piedi i pomodori nella teglia.

Andiamo insieme a preparare questo buon piatto? Segui la ricetta che ti spiegherò passo passo.

Pomodori ripieni di riso e patate
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura50 Minuti
  • Porzioni3
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti

3 pomodori (non troppo maturi ma molto succosi)
120 g riso Vialone Nano
80 g asiago (o altro formaggio a piacere)
q.b. basilico
q.b. erbe aromatiche
30 ml olio extravergine d’oliva
q.b. sale fino
aglio (facoltativo)

per completare

2 patate

Strumenti

1 Tagliere
1 Cucchiaio
1 Coltello
1 Ciotola
1 Frullatore a immersione
1 Teglia

Passaggi per la preparazione dei pomodori ripieni di riso:

Lava i pomodori.
Taglia le calotte superiori e tienile da parte.

Aiutandoti con un cucchiaio svuota i pomodori e raccogli la polpa in una ciotola.
Capovolgi i pomodori e lasciali scolare.

Aggiungi alla polpa dei pomodori qualche foglia di basilico e aggiusta di sale.
Se vuoi puoi aggiungere anche una scaglia d’aglio.

Frulla la polpa con un frullino ad immersione.

Aggiungi il riso crudo, sciacquato sotto l’acqua corrente.
Mescola bene con un cucchiaio.
Lascia riposare per almeno un’ora, (questo passaggio è molto importante per rendere il riso morbido in cottura).

Riprendi la ciotola con il riso e aggiungi il formaggio ed erbe aromatiche a piacere.

Olia una teglia.
Sbuccia e taglia a cubetti due patate e distribuiscile in teglia.
Aromatizza con un trito di erbette a piacere.

Riempi i pomodori con il composto e adagiali in teglia tra le patate.
Copri con le calottine tenute da parte.
Irrora con olio extravergine di oliva e inforna.
Fai cuocere a 200° per 50 minuti circa.

Sforna i pomodori ripieni di riso, lasciali intiepidire e servi in tavola.

Il riso cuoce anche da crudo?

Anch’io la prima volta che li ho preparati ero scettica, ma il riso cuoce. L’importante è che i pomodori abbiano molta polpa in modo che il riso possa ben macerare e assorbire tutti i liquidi.

Eventualmente è possibile aggiungere un pochino di brodo o di vino bianco per rendere più acquoso il composto.

Come conservo i pomodori ripieni di riso?

Conserva i pomodori in frigo ben coperti con un foglio di alluminio.

Tira fuori dal frigo qualche ora prima di consumarli.

Altre ricette con i pomodori

pomodori ripieni al tonno pomodori ripieni al tonno

friselle con melanzane e pomodori friselle con melanzane e pomodori

zucchine ripiene al formaggio e pomodoro zucchine ripiene al formaggio e pomodoro

se questa ricetta ti è piaciuta…

…continua a seguirmi sulla mia pagina facebook o sul mio profilo Instagram  per restare sempre aggiornato sulle novità.

Se vuoi puoi anche votare la ricetta mettendo tante stelline.

Grazie per la tua visita!

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.