Timo

timo

Di questa  pianta, che ama climi e terreni aridi, esistono molte specie spontanee e coltivate. Fresco o secco, il timo da’ carattere soprattutto a sughi, piatti di pesce, funghi e lumache. Un uso insolito nella marmellata di frutti di bosco.

La ricetta più buona:

ravioli ai carciofi al profumo di timo

Ravioli ai carciofi al profumo di timo

Ingredienti: dose per 4 persone farina tipo 00 gr. 300 – uova 3 – sale q.b. – pepe q.b. – carciofi 8 – maggiorana 1 rametto – cipolle la metà di una – ricotta gr. 160 – timo 1 rametto – aglio 1 spicchio – parmigiano reggiano gr. 140 – olio extravergine d’oliva 4 cucchiai – vino bianco 1/2 bicchiere – burro gr. 150. – timo 4 rametti.

Preparare la pasta all’uovo. Mentre la pasta fresca all’uovo riposa mondate e tagliate i carciofi; Tritate finemente la cipolla e fatela appassire a fuoco bassissimo per circa 15 minuti insieme ai quattro cucchiai d’olio e allo spicchio d’aglio schiacciato o tritato finemente, quando la cipolla sarà diventata trasparente unite i carciofi e fateli dorare; verso metà cottura aggiungete il vino bianco, e salate. Una volta cotti, trasferite i carciofi nella tazza di un robot da cucina e frullateli grossolanamente (dovranno esserci ancora dei pezzi di carciofi). Una volta ottenuta la crema trasferitela in una ciotola e unite la ricotta, le foglie fresche di maggiorana e di timo tritate, e infine il formaggio grattugiato. Amalgamate quindi bene il tutto. Ora occupatevi della pasta fresca. Tirate una sfoglia piuttosto sottile,  tagliatela in strisce di 10 cm circa di larghezza, posizionate al centro il ripieno, e richiudete le sfoglie su loro stesse  .Fate una leggera pressione sulla sfoglia con il dito intorno al ripieno in modo da far uscire l’aria all’interno. A questo punto con un coppa pasta tagliate i ravioli. Man mano che preparate i ravioli ai carciofi disponeteli su un canovaccio infarinato. Una volta pronti ,fateli lessare in  abbondante acqua salata; mentre i ravioli cuociono, fate sciogliere il burro in una padella e aggiungete il timo fresco. Quando i ravioli saranno cotti, scolateli e fateli saltare nel burro aromatizzato: fateli insaporire per qualche minuto. Impiattate decorando il piatto con qualche fogliolina di timo, e come tocco finale date una spolverizzata di parmigiano.

Fonte: La Cucina Italiana – maggio 1997; www.giallozafferano.it

 

Print Friendly, PDF & Email