Salvia

salvia

Le foglie sono ottime per aromatizzare olio, aceto e burro. E’ usata, insieme al rosmarino, per insaporire gli arrosti, oppure da sola per aromatizzare particolari tagli di carne, quali nodini o scaloppine.

La ricetta più buona:

pizzoccheri della valtellina

Pizzoccheri della Valtellina

Ingredienti: dose per 4/5 persone pizzoccheri gr. 450 – patate medie 3 – verza 1 (oppure spinaci) – spicchi d’aglio tagliato 2 – Valtellina casera finemente tagliato (in mancanza altro formaggio) gr. 175 – Bitto finemente tagliato gr. 100 (in mancanza altro formaggio) – grana padano – burro gr. 125 – salvia 8-10 foglie – sale e pepe.

Mondate le coste e praticate un taglio a V lungo le venature delle foglie, quindi staccate il gambo. Siccome il gambo contiene delle parti filamentose, staccatele usando un coltello dalla lama liscia e dividetelo in bastoncini della larghezza di 1 cm in modo che si cuociano più velocemente. Quindi lavate gambi e foglie sotto l’acqua corrente. Sbucciate e tagliate in tocchetti le patate. A questo punto lessate le verdure in acqua bollente salata, lasciate cuocere per 5 minuti. Poi unite anche i pizzoccheri. Dopo 10 minuti di cottura scolate i pizzoccheri con una schiumarola e versatene una parte in una teglia calda, cospargete con il Grana grattugiato e Valtellina Casera e Bitto, e proseguite alternando i pizzoccheri al formaggio. Fate sciogliere il burro insieme all’aglio e alla salvia fino a quando questo non si sarà colorito, eliminate l’aglio e fate colare il burro fuso e la salvia sui pizzoccheri. Servite i pizzoccheri caldi con una spolverata di pepe macinato fresco.

Fonti: www.growtheplanet.com; www.hausbethusy.com; www.ricetteonline.com

Print Friendly, PDF & Email