Acetosa

acetosa

Da non confondere con l’acetosella che ha le foglie più piccole,  L’acetosa era già nota a greci e romani. Ha un gusto fresco e acidulo, che da’ un tocco molto speciale alle insalate. In Francia viene usata per fare una zuppa tradizionale

La ricetta più buona::

antipasto aromatico all'acetosa

Antipasto aromatico all’acetosa

Ingredienti: dose per 4 persone lattughini misti gr. 150 – 2 pomodori, maturi ma sodi – 2 posteriori di coniglio – acetosa – vino bianco secco – olio extravergine d’oliva – sale – pepe nero in grani.

Strofinate il coniglio con sale e pepe, poi mettetelo in una pirofila, irroratelo d’olio e passatelo in forno a 200° per 40′ circa, sfumandolo durante la cottura con un dito di vino bianco secco: appena pronto, toglietelo dal fondo di cottura, spolpatelo e lasciatelo raffreddare. Lavate i lattughini, sgocciolateli molto bene, , mescolateli con gr. 20-30 di acetosa tagliuzzata grossolanamente, quindi raccogliete il tutto nel piatto da portata. Aggiungete la polpa di coniglio fredda, tagliata a fettine, e i pomodori svuotati dei semi, ridotti a filetti. Preparate il condimento, frullando per circa un minuto, a bassa velocità, gr. 20 di acetosa insieme con gr. 80 di olio extravergine d’oliva e un pizzico di sale. Condite l’insalata con questa salsina, solamente al momento di portarla in tavola, quindi mescolatela  in presenza dei commensali. SA piacere, completate con olive snocciolate.

Fonte: La Cucina Italiana – maggio 1997

Print Friendly, PDF & Email