panzerotti prosciutto e formaggio cotti in padella

Se siete stanchi del solito panino o del solito toast, potreste provare a preparare degli squisiti panzerotti prosciutto e formaggio cotti in padella senza lievitazione e senza oli aggiunti, velocissimi e facilissimi da fare.
Oltre ad essere un take away originale e gradito i panzerotti prosciutto e formaggio cotti in padella possono essere anche un appetitoso salva cena.
Per l’ impasto basta solo farina, acqua, un pizzico di bicarbonato e poco olio evo, tutti ingredienti che non mancano mai in casa, per il ripieno prosciutto e formaggio, ripieno che si può liberamente variare con altri ingredienti a seconda dei gusti e della fantasia di ciascuno.
La cottura sarà veramente facile e veloce e i nostri panzerotti prosciutto e formaggio cotti in padella si potranno gustare appena pronti, caldi e filanti o anche freddi, poiché rimarranno morbidi e piacevoli.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni3 panzerotti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

per la pasta:

  • 100 gfarina Manitoba
  • 100 gfarina 00
  • 100acqua (circa)
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicobicarbonato
  • cucchiainosale
  • 2 cucchiaifarina (per il piano di lavoro)

per il ripieno

  • 150 gprosciutto cotto
  • 1mozzarella
  • 100 gstracchino

per la cottura:

  • 1 gocciaOlio di oliva

Preparazione

  1. Su di una spianatoia, oppure in una capiente ciotola, disporre le farine a fontana aggiungere l’olio, il bicarbonato, il sale  e l’acqua tiepida poco per volta.

    Impastare dapprima con l’utilizzo di una forchetta , poi con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo.

    Aggiungere all’occorrenza ancora un po’ di farina o di acqua.

    Lasciare riposare l’impasto per 20 minuti coperto da un panno da cucina o tra due fondine calde.

    Dividere l’impasto in tre parti uguali.

    Versare un po’ di farina sulla spianatoia per non far attaccare la pasta e cominciare a stendere il primo panetto con il mattarello.

    Bisognerà fare una sfoglia molto sottile e dalla forma circolare, per fare ciò sarà necessario rivoltare più volte la pasta e tirarla con delicatezza con le mani.

    Man mano che la pasta verrà lavorata risulterà sempre più elastica e facile da stendere.

    Una volta che la pasta avrà raggiunto le dimensioni e lo spessore desiderato mettere al centro una fetta di prosciutto ripiegata in tre, qualche pezzetto di mozzarella tagliata a dadini e un cucchiaio di stracchino, aggiungere infine una o più fette di prosciutto ripiegato.

    Chiudere l’impasto a formare il panzerotto dando la forma di mezzaluna.

    Risvoltare il bordo del panzerotto,  e con una forchetta schiacciare bene tutto intorno per evitare che durante la cottura fuoriesca il formaggio.

    Procedere con la composizione degli altri panzerotti.

cottura:

  1. Ungere una padella con pochissimo olio e distribuirlo con le mani o con un pezzo di carta da cucina su tutta la superficie.

    Lasciare scaldare la padella e adagiarvi uno o più panzerotti a seconda delle capacità della padella stessa.

    Fare cuocere per qualche minuto da una parte e rigirare sull’altro lato (io ho chiuso la padella  con un coperchio di vetro che mi ha permesso di rendere più uniforme la cottura in tutti i punti dei panzerotti e nello stesso tempo di controllare che non prendessero troppo colore).

    Una volta pronti disporre i panzerotti su di un piatto pronti da servire.

Conservazione

I panzerotti prosciutto e formaggio si conservano in frigo disposti su di un piatto e coperti da pellicola trasparente per un giorno, altrimenti è possibile conservarli in freezer per più giorni e scaldarli all’occorrenza.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.