gnocchi di zucca senza patate e senza uova

Gli gnocchi di zucca senza patate e senza uova sono un ottimo primo piatto vegetariano, una ricetta base che si deve assolutamente provare specie ora che siamo in autunno, la stagione della zucca.
La zucca è un frutto che si presta ad essere cucinato in mille maniere, sul mio blog troverete un’infinità di ricette con questo ingrediente, alcune proprie della mia regione come la torta di zucca ligure e i barbagiuai.
Ma ora veniamo alla ricetta degli gnocchi di zucca, e vediamo alcuni piccoli trucchi e regole per prepararli in modo semplice e veloce.
Prima di tutto bisogna scegliere la zucca, le più adatte sono la zucca marina di Chioggia o la Delica perché più asciutte, e quindi più facili da impastare, ma anche altre qualità vanno bene, io oggi ho utilizzato la zucca Violino, in tal caso occorrerà sgocciolare per bene la polpa.
La zucca va cotta al forno, in questo modo si asciuga ulteriormente, basti pensare che un chilogrammo di zucca una volta cotta dimezza il suo peso.
Evita la bollitura che fa assorbire ulteriore acqua alla zucca.
Una volta cotta e schiacciata la zucca, si procede ad impastarla con la farina, per poi formare gli gnocchi.
Importante è sicuramente la quantità di farina da utilizzare, che non deve essere più di quella necessaria a fare stare insieme l’impasto, senza appiccicare troppo: un panetto morbido, non troppo sodo.
Troppa farina potrebbe indurire gli gnocchi in cottura, troppo poca potrebbe scioglierli in pentola.
Negli ingredienti ho indicato la quantità di farina che ho utilizzato io, ma molto dipende dal tipo di zucca che si utilizza, solo l’esperienza permetterà di capire quando un impasto è perfetto.
Andiamo a vedere come procedere nel dettaglio

gnocchi di zucca
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 900 gzucca (circa 500 gr. una volta cotta)
  • 500 gfarina 00 (la quantità dipende dal tipo di zucca utilizzata)
  • 1 cucchiainofecola di patate (facoltativa)
  • 1 cucchiainosale

Preparazione

  1. Taglia la zucca a fette, volendo puoi lasciare la buccia, farai prima ed eliminarla una volta che la zucca è cotta.

    Prepara una teglia rivestita di carta forno e distribuisci le fette di zucca.

    Porta il forno a 200° e fai cuocere per 50 minuti circa.

  2. Lascia intiepidire la zucca, togli la buccia con un coltello e metti la polpa dentro ad una ciotola.

    Aiutandoti con una forchetta o con uno schiacciapatate forma una purea.

    Sala leggermente e comincia ad aggiungere la farina.

    Mescola prima con un cucchiaio e poi con le mani, formando l’impasto.

    Attenzione a non aggiungere troppa farina: una volta che l’impasto non si appiccicherà più alle mani questa sarà sufficiente.

  3. Spolvera di farina o di semola un piano di lavoro.

    Dividi l’impasto in pezzetti e forma dei bastoncini della grandezza di un dito.

    Taglia i bastoncini in tocchetti lunghi circa 2 centimetri e falli scivolare mano a mano sui rebbi di una forchetta o sull’apposito rigagnocchi che esiste in commercio, schiacciandoli leggermente al centro.

    Disponili man mano su un vassoio dove avrai versato una manciata di farina o di semola.

    Cuocili in abbondante acqua bollente salata e scolali non appena vengono a galla.

    Condiscili e servirli ben caldi.

conservazione:

Gli gnocchi di zucca una volta pronti andrebbero fatti cuocere entro poche ore.

Volendo si possono congelare a crudo mettendoli ben separati in vassoi.

Una volta congelati si possono riprendere e suddividere in sacchetti.

Condimenti adatti:

Gli gnocchi di zucca sono molto saporiti e quindi non necessitano di grandi condimenti, basta anche solo burro fuso e salvia o burro e parmigiano.

Se vogliamo un piatto più goloso consiglio funghi e salsiccia oppure gorgonzola e noci.

nota:

Prodotti sponsorizzati Amazon schiacciapatate e rigagnocchi

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.