treccia di pan brioche salata

La treccia di pan brioche salata è un pane morbidissimo adatto per mille usi.

La puoi gustare a colazione, appena riscaldata in forno o in padella, e farcita con affettati, formaggi, hummus, o anche con marmellate e confetture.

Ottima anche in accompagnamento a pietanze o per golosi panini ripieni.

La treccia di pan brioche salata ha una crosticina croccante e dorata e una mollica super soffice. In cottura il suo profumo di spande per tutta la casa e appena cotto viene una voglia irresistibile di assaggiarlo.

Questa è la ricetta del pan brioche semplice, base di una serie di altri lievitati farciti, dolci e salati.

Vediamo insieme come prepararlo in modo facile e veloce.

treccia di pan brioche salata
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora 30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni1 pan brioche
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

250 ml latte (a temperatura ambiente)
25 g lievito di birra fresco
1 cucchiaino zucchero di canna
1 uovo
300 g farina Manitoba
250 g farina 00
50 ml olio extravergine d’oliva
10 g sale fino

per lo stampo da plumcake

20 ml olio extravergine d’oliva

per le rifiniture:

q.b. uovo (sbattuto)
q.b. semi di chia
q.b. semi di lino

Strumenti

1 Planetaria
1 Stampo da Plumcake

Passaggi

Fai sciogliere il lievito di birra nel latte leggermente tiepido.

Aggiungi il cucchiaino di zucchero di canna (va bene anche miele o zucchero semolato).

Mescola e lascia riposare 10 minuti.

Sguscia l’uovo e mescola velocemente con una frusta.

Metti nella planetaria (o anche in una ciotola se non hai la planetaria) il latte con il lievito, aggiungi l’uovo, l’olio extravergine d’oliva e il sale.

Mescola brevemente gli ingredienti.

Unisci le due farine e impasta per 3-5 minuti.

Togli l’impasto dalla planetaria e forma un panetto, lascia riposare per un’ora su di un piano di lavoro leggermente infarinato e coperto da un canovaccio.

Riprendi l’impasto lievitato e raddoppiato di volume, schiaccialo leggermente con le mani e dividilo in tre parti uguali.

Forma tre cilindri di pasta

Intreccia la pasta e inseriscila nello stampo da plumcake leggermente oliato.

Sbatti un uovo e spennella la superficie dell’impasto.

Spolvera con semi vari, io ho utilizzato semi di chia e di lino.

Lascia lievitare in forno spento per 30 minuti.

Poi accendi il forno a 200° C e cuoci per 30 minuti circa.

Controlla la cottura e se si dovesse colorire troppo in superficie copri con un pezzo di alluminio

Come conservo la treccia di pan brioche salata?

Questo tipo di pane si conserva bene per uno due giorni anche fuori dal freezer ben riposto in un sacchetto e tenuto in luogo asciutto e fresco.

Se vuoi conservarlo per più giorni ti consiglio di tagliarlo a fette, chiuderle in sacchetti per alimenti e riporle in freezer.

Posso utilizzare il lievito secco al posto di quello fresco?

Certamente, utilizza pure una bustina di lievito secco

Se voglio utilizzare il lievito madre quanto ne serve?

Servirà 150 gr. di lievito madre per 550 gr. di farina

Posso utilizzare latte vegetale al posto del latte vaccino?

Si, si può utilizzare anche un altro tipo di latte o anche semplicemente acqua.

Se voglio una treccia di pan brioche dolce come devo fare?

Devi semplicemente aggiungere 90 gr. di zucchero e, volendo, qualche goccia di estratto di vaniglia o meglio ancora i semini di un bacello di vaniglia.

Prova anche

i miei panini per hamburger – burger buns panini per hamburger

se questa ricetta ti è piaciuta…

…continua a seguirmi sulla mia pagina facebook o sul mio profilo Instagram  per restare sempre aggiornato sulle novità.

Se vuoi puoi anche votare la ricetta mettendo tante stelline.

Grazie per la tua visita!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da gineprinacucina

Mi chiamo Daniela, Gineprina è solo un nome di fantasia e più avanti vi spiegherò il perché di questo nome. Vivo a Genova, la mia città natale, amo la mia Liguria, con il suo mare e le sue colline e amo cucinare e gustare i piatti della tradizione ligure. Sono un architetto che di mestiere fa di tutto fuorché l’architetto, precaria a vita ho per fortuna mille passioni e interessi, fra queste anche quella di cucinare e raccogliere ricette che mi ispirano, per poi sperimentarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.