pesche sciroppate preparate in casa

Quando pensi alle pesche sciroppate immagini il barattolo del supermercato non sapendo che siano così facili da confezionare in casa.
L’idea mi è venuta un po’ di anni fa quando una mia amica me ne regalò un grosso barattolo e io stupita le chiesi ‘ma come le hai fatte?’
È vero che per fare le pesche sciroppate in casa bisogna avere la pazienza di sbucciare la frutta, ma la difficoltà resta tutta qui. Il resto è facilissimo, basta avere l’accortezza di seguire tutti i passaggi con la massima igiene, iniziando dalla sterilizzazione dei vasetti come indicato dalle linee guida del Ministero della Salute.

Consiglio di utilizzare frutta bella soda, meglio pesche percocche ma se non si hanno a disposizione vanno bene anche le altre.

pesche sciroppate preparate in casa
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:30 minuti
  • Cottura:30 minuti
  • Porzioni:2 vasetti
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 1 kg Pesche Percoche
  • 500 ml Acqua
  • 250 g Zucchero
  • Succo di limone

Preparazione

    • Per prima cosa occorre sterilizzare i vasetti (e i rispettivi coperchi) che conterranno le nostre pesche sciroppate, quindi porli in una capiente pentola piena d’acqua  portare ad ebollizione e lasciare bollire per 20 minuti.
    • Far raffreddare e asciugare a testa in giù su di un canovaccio.
    • Nel frattempo lavare e sbucciare le pesche. tagliarle a metà e levare il nocciolo.
    • Metterle man mano in una soluzione di acqua fredda e limone per evitare l’ossidazione del frutto.
    • Preparare lo sciroppo di acqua e zucchero lasciandolo bollire per 5 minuti.
    • Capovolgere i vasetti e riempirli con le pesche scolate dall’acqua e limone.
    • Aggiungere lo sciroppo lasciando un centimetro libero dal bordo superiore e chiudere ermeticamente.
    • Disporre i vasi in una pentola distanziandoli uno dall’altro con dei canovacci per evitare la rottura.
    • Riempire la pentola d’acqua e portare ad ebollizione. Lasciar bollire per 20 minuti.
    • Immergere la pentola in acqua fredda in modo da raffreddare l’acqua e fermare la cottura.
    • Una volta che i vasetti si sono raffreddati asciugarli e conservarli in luogo fresco e buio per almeno un mese.
    • Si conservano per un anno.

     

     

     

Note

Se ti è piaciuta questa ricetta potrebbe anche interessarti quella delle pere sciroppate che trovi qui.

Precedente sfogliata di zucca con mozzarella e pancetta Successivo tiramisù alle pesche - fresco e invitante

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.