Arancini di riso alla marinara

Arancini di riso alla marinara

Una ricetta semplice, quella degli arancini di riso, che piacciono un pó a tutti, sia nella variante classica che nelle varie versioni: bianchi, rossi, con piselli, con carne trita, o prosciutto cotto, ecc… Ma, come ogni volta che devo preparare qualcosa di buono, arriva il mio dolce maritino che mi fa pensare fuori dagli schemi, a varianti inconsuete, ma che si rivelano spesso golosissime. Stavolta si è superato, e mi ha chiesto di preparare gli arancini di riso ad un gusto molto particolare: pomodoro, tonno e olive. Un condimento che ho usato spesso per gli spaghetti al tonno e che, per la pasta, è gustosissimo. Inizialmente, credevo che per gli arancini fosse un accostamento azzardato poi, però, mi son dovuta ricredere. Vi invito con tutto il cuore a provarli…e poi non ne potrete più far a meno. Veniamo a noi, di seguito vi indico i passaggi per la ricetta (senza glutine, ovviamente):arancini di riso alla marinara

Ingredienti per il ragù di tonno:

  • un barattolo di pomodoro pelato
  • una passata di pomodoro
  • due scatolette di tonno
  • una cipolla di tropea bella grande
  • 100 gr di olive nere sott’olio
  • un peperoncino piccante
  • olio extra vergine di oliva
  • una bella manciata di origano
  • basilico a volontà

Ingredienti per preparare gli arancini:

  • 300 gr  di riso per arancini
  • un albume di uovo
  • pecorino romano
  • pepe nero
  • pan grattato senza glutine
  • farina di riso per completare la panatura
  • olio per friggere

Preparazione:

Gli step da seguire sono più di uno: preparazione del ragù di tonno, preparazione del riso che necessita di raffreddare, preparazione del composto per gli arancini di riso, preparazione delle palle di riso, panatura degli arancini di riso alla marinara.

Innanzitutto prepariamo il sugo che servirà per condire il riso. Facciamo soffriggere olio, peperoncino e cipolla tagliata sottile, fino a doratura. Quando il tutto è dorato aggiungiamo il pelato, tagliando i pomodori a dadini, e la passata di pomodoro, lasciamo cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti. Quindi, aggiungiamo il tonno sgocciolato dal suo olio, quindi le olive, una metà degli odori e poco sale (in quanto tonno e olive sono già belli saporiti). Occorrerà che il ragù di tonno sia ben addensato, per cui dovrà cuocere per almeno un’ora o anche di più! A fine cottura aggiungere l’altra parte di odori in modo che mantengano il loro profumo fresco.

Nel frattempo provvediamo a cuocere il riso in abbondante acqua salata. A termine cottura, scolarlo e metterlo a raffreddare.

Una volta cotto il sugo siamo pronti per assemblare i nostri arancini di riso alla marinara, facendo però un paio di passaggi preliminari.

Prima cosa denoccioliamo le olive, tagliuzziamole e rimettiamole nel sugo.

Poi, da parte, in una ciotolina, mettiamo un pó di pomodoro, un pó di tonno e una parte di olive. Questo sughetto ci servirà per farcire il centro degli arancini.

Quindi, una volta che è bello freddo, condiamo il riso. Incorporiamo prima l’albume d’uovo, che farà da legante. Passiamo, quindi, ad aggiungere il ragù, non tutto insieme però, ma aggiungendone un pò per volta per evitare che il riso diventi troppo molliccio e annacquato. Infine, dopo aver aggiunto pecorino e pepe nero, amalgamiamo tutti gli ingredienti.

E ora siamo pronti per la preparazione finale degli arancini di riso alla marinara. Aiutandoci con un cucchiaio prendiamo una porzione di riso che possa essere contenuta nella mano, al centro mettiamoci un cucchiaino abbondante di ragù col tonno e ricopriamo con un’altro cucchiaio di riso. Quindi diamo la forma di una pallina, premendo tra le due mani il composto: la dimensione sarà variabile a seconda del vostro gusto…e della vostra mano.

Io faccio ciascun arancino della dimensione di una pallina da tennis o giusto un pò più piccola, anche perchè con un adeguato ripieno al centro non riesce di una dimensione minore.

Preparato ciascun arancino lo ripongo su un piatto da portata e mi attrezzo per la fase successiva cioè la panatura.

Innanzitutto preparare una pastella con acqua e farina di riso, dovrà avere la consistenza della panna. In un altro piatto preparare il pangrattato.

Quindi intingere ogni arancino preparato prima nella pastella e, successivamente, nel pangrattato.

Preferibilmente preparare gli arancini di riso alla marinara in anticipo rispetto alla cottura e farli riposare tre quattro ore in frigo. In questo modo l’ impasto si compatterà e in fase di cottura non si apriranno.

Al momento di cuocerli scaldare abbondante olio  in un tegame dai bordi alti e quando la temperatura è alta friggere gli arancini, un paio alla volta, fino a doratura. Scolarli e posizionarli su della carta assorbente per liberarli dell’ unto in eccesso.

Servirli belli caldi, in modo che il cuore gustoso di ragù al tonno sprigioni tutto suo profumo…arancini di riso alla marinara

                                                                         by Annagaia

 

 
Precedente Spaghetti friarielli e salsiccia Successivo Struffoli senza glutine

15 commenti su “Arancini di riso alla marinara

  1. annamaria tra forno e fornelli il said:

    Lo sai che non ho mai mangiato le arancine alla marinara! Le trovo sensazionali!

     

I commenti sono chiusi.