Crea sito

Polpette di baccalà senza glutine

Polpette di baccalà senza glutine

Polpette di baccalà senza glutine 

Un finger food da servire come antipasto o aperitivo le polpette di baccalà senza glutine sono un modo sfizio per grandi e piccini… Da bambina ho sempre mangiato il baccalà allo stesso modo cioè nella versione del baccalà impanato e fritto oppure del baccalà all’insalata con i sottaceti e le olive, le due pietanze tradizionali che i giorni di vigilia si realizzavano a casa mia e che devo dire non mi hanno mai tanto entusiasmato. Crescendo poi il mio palato si è affinato ed è andato alla ricerca di gusti diversi in cui l’ingrediente principale, in questo caso il baccalà,  fosse esaltato e impreziosito pur trasformandolo nella consistenza ma non nel sapore: ho realizzato in abbinamento alle patate le crocchette di baccalà, l’ho trasformato in pasta con le chicche di baccalà e ho pensato alle polpettine che fanno mangiare il baccalà anche a chi non lo ama particolarmente!

Ingredienti per le polpette di baccalà senza glutine:

  • un pezzo polposo di baccalà dissalato
  • un panino senza glutine
  • un uovo intero
  • un cucchiaio di pecorino grattugiato
  • abbondante pepe nero
  • una manciata di finocchietto selvatico secco
  • sale q.b. a seconda del grado di salatura del baccalà
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • pane grattugiato senza glutine per impanare
  • olio di semi per friggere

Preparazione per le polpettine realizzate con il baccalà in versione gluten free:

La realizzazione delle polpette di baccalà senza glutine è semplicissima, basta un po’ di manualità e sono pronte.

Importante è partire per tempo per la dissalatura del baccalà onde evitare di avere del baccalà troppo sapido e dalla difficile gestione. Qualora non abbiate tempo compratelo già ammollato e dissalato.

Innanzitutto procedete con la cottura del baccalà dissalato.

Mettete a cuocere il baccalà in una quantità di acqua pari a tre volte il suo volume. Una volta raggiunto il bollore ci potranno volere circa 15 minuti. Quindi mettete a raffreddare sotto l’acqua corrente e pulitelo della pelle e di eventuali spine.

Procedete a questo punto a preparare l’impasto.

Ammollate il pane in acqua, lasciate qualche minuto dopo di che strizzate bene eliminando tutta l’acqua. In alternativa all’acqua potete utilizzare anche del latte.

Mettete in una ciotola il pane, il baccalà pulito e sminuzzato, il pecorino romano grattugiato, l’uovo, il prezzemolo tritato finemente, il pepe nero e il finocchietto selvatico. e amalgamate il tutto. A questo punto assaggiate l’impasto e se dovesse risultare insipido aggiungete sale in caso contrario evitate di aggiungerne altro.

Se l’impasto dovesse risultare troppo compatto aggiungete un altro uovo intero o solo il tuorlo.

Date, quindi, forma alle polpette di baccalà senza glutine.

Aiutandovi con un cucchiaio prelevate una noce di impasto e ricavatene delle polpette. Potrete fare le polpettine perfettamente tonde e lisce, arrotondandole nel palmo delle mani, o schiacciarle leggermente facendole venire un pò ovali. In ultimo passatele nel pane grattugiato senza glutine.

Procedete a questo punto con la cottura.

Mettete a scaldare dell’olio di semi in una padella antiaderente e friggete le polpette di pesce senza glutine fino a doratura.

Scolatele dell’olio in eccesso con una schiumarola e posizionate su un tovagliolo di carta assorbente.

Vedrete che bel profumo inonderà la vostra cucina: un mix di fritto, finocchietto e pesce niente male!Polpette di baccalà senza glutine

                                                                     by Annagaia

 

 

 

Pubblicato da la mia cucina gluten free

Benvenuti nel mio blog... qui troverete tante ricette tutte, naturalmente, gluten free... Ho scoperto di essere celiaca a 37 anni e da quel giorno ho fatto e rifatto tutto ciò che di commestibile i miei occhi hanno visto... non è stato facile, ma non mi sono data per vinta... oggi dopo un pò di anni dico che la celiachia non è poi così brutta come avevo pensato all'inizio! Non sono una cuoca, tutt'altro, sono un consulente finanziario... quindi tutti... con un pò di buona volontà... possono cercare di raggiungere un obiettivo: le pari opportunità in tavola!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.