Croissant Chi Si Unisce? – About Our Bakery

In seguito ad una domanda, da me fatta sulla pagina facebook di About My Bakery, si parlava con alcune follower di ricette difficili che spesso non abbiamo il coraggio di realizzare a casa.

All’improvviso poi, mi è venuta un’improvvisa voglia di brioche, e ho pensato, perchè non prepararle insieme?

Molte amiche sulla pagina facebook si sono rivelate interessate all’idea, e quindi eccoci qui!

La ricetta che ho scelto per preparare i croissant è quella di Giorgia Passione Cucina, un’amica blogger di fiducia: non potevamo certo lasciare la nostra ricetta al caso!

Lei li fa spesso, quindi vi rimando al suo blog per ulteriori dubbi o chiarimenti, potete trovare il suo post qui.

Per comodità vi copio qui la ricetta che comprende tutti i passaggi, poi per domenica 19 ottobre verrà allestita una live chat, così che se vi vengono dubbi o domande potrete chiedermi direttamente in tempo reale.

Per unirvi anche voi, lasciate un commento sotto a questo post, così che sappiamo più o meno quante siamo!

Croissant – About Our Bakery

Ingredienti per 16/18 croissant

Per il primo impasto:
150 grammi di farina 00
1 cubetto di lievito di birra
100 ml di acqua leggermente tiepida

Per il secondo impasto:

150 grammi di farina 00
250 grammi di farina di manitoba
110 grammi di zucchero semolato
50 grammi di burro
un pizzico di sale
2 uova
100 ml di latte a temperatura ambiente
“il primo impasto”
(se desiderate potete mettere anche qualche goccia di fialetta all’arancio oppure scorza grattugiata di arancio, ma è strettamente personale e non necessaria)
un albume d’uovo per spennellare la superficie
granella di zucchero qb

Per la sfogliatura occorre:
250 grammi di burro non particolarmente freddo.

Procedimento:

Preparate il burro per la sfogliatura, prendete della pellicola trasparente per alimenti e ponete al suo interno il burro che andrete ad appiattire con il mattarello dandogli una forma rettangolare.
Ponetelo poi a raffreddare nuovamente in frigorifero.

Preparate il primo impasto:
Sciogliete il lievito nell’acqua e andate ad aggiungerlo alla farina, a questo punto lavorate bene il composto, (se avete un robot da cucina fatelo mettendo gli ingredienti in una planetaria con il gancio per impastare).

Cercate di ottenere un impasto omogeneo ed elastico, ovviamente tenderà ad appiccicare ma con l’aiuto di un pochino di farina andate a staccare il panetto dai bordi formate delicatamente una palla senza schiacciare troppo e ponetelo a lievitare in una ciotola per almeno 30/40 minuti in un luogo tiepido coperto.

Procediamo con il secondo impasto:

Mettete ora nella planetaria la farina di manitoba e quella 00, le uova, lo zucchero, il burro, un pizzico di sale e il latte (e la scorza di arancia o fialetta di essenza d’arancia se desiderate), aggiungete ora il primo impasto lievitato.
Lavorate gli ingredienti assieme fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.

Con l’aiuto di un pochino di farina staccatelo dalle pareti della planetaria, trasferitelo su di una tavola da impastare e lavoratelo ancora per poco a mano.

A questo punto stendete l’impasto dandogli una forma rettangolare di uno spessore di circa 7/8 millimetri, e ponete al centro il panetto di burro che avete preparato precedentemente, ripiegate le due estremità laterali dell’impasto coprendo il burro.

Con il mattarello appiattite il tutto nel senso della lunghezza, girate l’impasto in modo da avere questa parte rivolta verso di voi e ripiegate a libro sovrapponendo il lembi in modo da formare tre strati con l’apertura alla vostra destra.

Avvolgete l’impasto con la pellicola e mettetelo in frigorifero a riposare per almeno trenta minuti.

Riprendete l’impasto stendetelo nuovamente con il mattarello appiattite il tutto nel senso della lunghezza, girate l’impasto in modo da avere questa parte rivolta verso di voi e ripiegate a libro sovrapponendo il lembi in modo da formare tre strati con l’apertura alla vostra destra.

Avvolgete l’impasto con la pellicola e mettetelo in frigorifero a riposare per almeno 15 minuti.
Ripetete questa operazione per altre due volte.

Passato l’ultimo riposo stendete l’impasto e ritagliate in triangoli, arrotolateli e riponeteli ben distanziati tra loro su due teglie grosse foderate con carta da forno, lasciateli lievitare ulteriormente per circa un’ora abbondante meglio se all’interno del forno (spento) con la luce accesa.

Trascorso il tempo di lievitazione togliete le teglie dal forno e preriscaldatelo statico a 200 gradi.

A questo punto spennellate la superficie dei croissant con: un uovo leggermente sbattuto; o solo l’albume d’uovo (come ho fatto io); oppure il latte, e aggiungete la granella di zucchero.

Infornate le teglie separatamente per 15 minuti, a seconda dell’efficienza del vostro forno il tempo di cottura potrebbe leggermente variare.
Una volta cotti riponeteli a raffreddare su di una grata.

Sia le foto che i testi sono quelli di Giorgia, che ci ha dato il benvenuto sul suo blog e ci ha permesso di utilizzare la sua ricetta.

Diamoci da fare con la preparazione, così che poi potremo pubblicare anche noi le foto delle nostre brioche, ma soprattutto gustarcele tutte!

Io non vedo l’ora e voi?

Mi raccomando, assicuratevi di avere in casa tutti gli ingredienti, e leggete bene la ricetta!

Print Friendly, PDF & Email


19 thoughts on “Croissant Chi Si Unisce? – About Our Bakery”

  • scusate ma io non ho capito come utilizzare primo e secondo impasto.. vanno fatti separatamente e poi uniti? come? quando?

  • Ciao Annamaria! Complimenti! Ti seguo anche se Facebook… 🙂 Vorrei tanto provare a fare questi cornetti…è una cosa che non mi è mai riuscita e che vorrei, invece, saper fare….. Mia madre (che è bravissima e fa tutto con la massima semplicità!!!) fa anche i rustici seguendo più o meno questa modalità….. vengono come quelli che si comprano (o almeno da me, sono campana) anzi più buoni 😀 Li fa spesso anche quando facciamo delle feste in casa ….. 🙂

    • Ciao Anna! Puoi provare solo con la 00, tuttavia è importante usare la manitoba affinchè possa svilupparsi una maglia glutinica forte e l’impasto abbia la forza di lievitare! Prova, anche se è un pò un rischio, se proprio non puoi usarla!! Fammi sapere!

  • posso diminuire quantità di lievito.? Quanto devo lasciar lievitare dopo il secondo impasto prima di unire il burro e faredelle pieghe? Grazie anna

  • Ciao!! Questa ricetta sembra perfetta! Però non ho capito cosa intendi quando dici “girate l’impasto in modo da avere questa parte rivolta verso di voi”. Quale parte? E girarla in che senso? Grazie

    • Ciao Eve! Innanzitutto grazie, fammi sapere se li provi. Tu ottieni dopo le pieghe un rettangolo, devi girarlo in modo da avere il lato più lungo verso di te, come vedi dalla foto! Fammi sapere se è chiaro altrimenti ti faccio un piccolo video!!

  • Deliziosi solo a guardarli però io ho un grosso problema vivo in Costa Rica e qui non c’è la farina maritoba dove viene usata in tantissime ricette …. Qui si trova la farina punto farina normale ne 0 ne 00 e farina. Però si trova la maizena può essere un sostituto o magari la farina di riso grazie per i tuoi consigli scrivimi in e mail se puoi

    • Ciao Daniela, grazie mille per il tuo commento! Purtroppo serve una farina di forza, per questo motivo non può essere sostituita con farina normale oppure con maizena o farina di riso, altrimenti la farina non riesce a dare forza all’impasto e la maglia glutinica non riesce a svilupparsi. Non riesci ad acquistare le farine su internet? Credo che tu possa trovare tanti siti che le vendono! A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.