WWW la Focaccia Punto Mary 3. Dopo la focaccia con la mortazza e quella con la provola oggi vi presento la focaccia stracchino e radicchio mmmmh che goduria  per il palato!  Cremosa, dal gusto particolare, un po’ aspro e un po’ dolce…croccante fuori e morbida e umida dentro!

“Con questa ricetta partecipo al Cookacontest “Pizze, rustici e salati da forno”. 20140819_181348    WWW la Focaccia Punto Mary 3 il ‘signor’ radicchio la fa da padrone ultimamente nelle mie focacce e oggi è proprio godurioso insieme allo stacchino, Ecco a voi la ricetta! Ingredienti:

200 gr. di farina0

100 gr. di manitoba

50 gr. di lievito madre rinfrescata e ben lievitata circa 3 o 4 ore

in alternativa fate un lievitino con 2 gr. di lievito di birra impastato con 50 gr. di farina0 e 25 gr. di acqua qb e far lievitare un paio d’ ore.

170 ml. di acqua circa, dipende anche dall’umidità atmosferica

30 ml. di olio extravergine di oliva

8 gr. di sale

1/2 cucchiaino di malto in polvere o zucchero

ripieno:

una piccola cipolla

2 cespi di radicchio di Treviso

200 gr. di stracchino

olio

sale

pepe

Procedimento:

Rinfrescare la pasta madre con lo stesso peso di manitoba e la metà di acqua, e farla lievitare, deve almeno raddoppiare;  usarla subito dopo la lievitazione in modo che non perde forza.

Versare l’olio e l’acqua nell’ impastatrice insieme al malto o lo zucchero se non avete il malto e spezzettarvi dentro la pasta madre, avviare al minimo con la foglia e far sciogliere la pasta madre o il lievitino se usate il lievito di birra. Unire le farine dapprima setacciate insieme, a cucchiaiate e avviare aumentando a 1 la velocità della macchina, unire il sale e quando ha formato la palla fermare la macchina e scaravoltare l’impasto e mettere il gancio; aumentare la velocità a 3 o 4 e lavorare ancora l’impasto per almeno 10 minuti, Si deve presentare morbido e se necessario unire ancora acqua a goccia a goccia. Fermare e far riposare l’impasto a temperatura ambiente chiuso in busta di plastica per alimenti per almeno 3 ore, finchè parte la lievitazione,poi riporre in frigo fino al giorno dopo.

D’inverno lascio l’impasto in cucina al fresco senza mettere in frigo altrimenti per tornare a temperatura ambiente e lievitare ci vuole troppo tempo.Il giorno dopo dividere in due l’impasto e una parte stenderla in una teglia ben unta d’olio, distribuire il ripieno e sopra disporre l’altra metà dell’impasto steso dapprima sulla spianatoia.

Il ripieno:

Tagliare il radicchio a julienne, salarlo e lasciarlo un po’ in un colapasta,poi premerlo bene per far fuoriuscire l’acqua di vegetazione amara e ripassarlo in padella con un filo d’olio insieme alla cipolla affettata finemente, aggiustate ancora di sale perchè insieme all’acqua di vegetazione con la spremitura è andato via anche il sale, basteranno circa 10 minuti di cottura  ed è pronto; fate intiepidire, disponete sull’ impasto prima il radicchio e poi lo stracchino e una presa di pepe.

 Coprire con l’altro impasto, spennellare con un’ emulsione di olio e acqua in parti uguali se volete una focaccia morbida e spolverare con sale grosso tritato, se invece vi piace croccante spennellare solo con olio, coprire con una pellicola alimentare e lasciar lievitare in un posto tiepido.

Infornate la teglia al massimo della temperatura in forno preriscaldato per 10′ o 15′ sulla griglia centrale; Il tempo di cottura è di circa 20 minuti e l’aspetto deve essere bello dorato e gonfio.

Non abbiate fretta di infornare perchè una buona focaccia ha bisogno di una lunga lievitazione in modo che si gonfia per bene nella teglia piano piano senza forzare col calore

2 Commenti su WWW la Focaccia Punto Mary 3

    • Daianaaaaaaaaaaaa carissima, è vero, appena l’assaggiano vogliono tutti che la rifaccio…
      e tu coi gelati … d’inverno come la mettiamo? Inventane uno caldo tipo quelli cinesi…ihihihihi
      a te non manca giudizio!
      un bacio per te <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.