Inalazioni casalinghe. Guardate cosa ho studiato per fare le inalazioni casalinghe quando non si ha l’apposito aerosol…col metodo homemade: fenomenale!!!

Inalazioni casalinghe
Inalazioni casalinghe

Come al solito condivido…se vi va provate!!!

La pentola a pressione!!! Già vedo i vostri occhi sbarrati…niente paura…sono ancora viva per raccontarla…

Già cominciano i primi raffreddori di stagione e troppo spesso i medici o noi stessi pretendiamo medicine per curare un semplice raffreddore mentre i metodi naturali possono essere un toccasana! Naturalmente la visita medica non va trascurata per scongiurare complicazioni bronchiali ecc. ma il raffreddore deve fare il suo corso e con un piccolo aiuto possiamo combatterlo perchè per mangiare #congusto bisogna stare bene!

Inalazioni casalinghe

Le inalazioni giovano molto per raffreddore e mal di gola , molto più di tante medicine ma come può fare chi non ha l’apparecchio per l’aerosol o si è rotto? Voi sapete che a volte le migliori idee vengono di notte? Ebbene…visto che avevo prestato il mio apparecchio per le inalazioni e il caso volle che alla famiglia in questione bruciò la casa, il mio aerosol fu distrutto…

Non potevo certo pretenderlo visto che la famiglia aveva perduto tutti i suoi beni…e così come si dice…il bisogno aguzza l’ingegno…

Vogliamo vedere come ho fatto?

Ingredienti:

pentola a pressione

un imbuto

una manciata di sale grosso

un rametto di eucalipto

un rametto di salvia

un rametto di rosmarino

un rametto di lavanda

gocce di olio essenziale tea tree

Procedimento:

ho messo tutti gli ingredienti in pentola e riempito per metà di acqua, ho chiuso e azionato la valvola normalmente e ho acceso il fornello. Quando ha cominciato a fischiare ho cambiato fornello usando quello piccolo e messo a minimo e ho tolto la valvola per sfiatare facendo attenzione al vapore bollente, così che alla fine usciva solo un leggero vapore profumato.

Ho poggiato sopra l’imbuto, e qui vi spiego: se volete che questo vapore benefico vada direttamente in gola l’imbuto va messo sottosopra cioè con la parte stretta in alto per direzionare il flusso in gola aprendo la bocca, se invece volete respirare col naso per liberare le vie nasali il’imbuto va messo normalmente con la parte stretta sulla valvola. in questo modo il vapore si diffonde e potete respirare tranquillamente.

Regolatevi per la distanza in modo da non scottarvi, circa 5 o 10 centimetri, è importante che sia ben caldo perchè il calore ammazza i virus influenzali.

Anche solo acqua e sale se non avete erbe a disposizione va benissimo lo stesso!

Inalare per almeno 15 minuti e spegnere.

Ripetere almeno tre volte al giorno senza cambiare le erbe per un paio di giorni e se c’è ancora bisogno cambiate le erbe e rifate le inalazioni.

Non abbiate timore di usare la pentola a pressione perchè togliendo la valvola non c’è pericolo di scoppi essendoci fuoriuscita di vapore e la fiamma sotto sarà bassissima, mi raccomando di usare il fornello più piccolo!

Che ve ne pare?

Se volete fare le inalazione ai vostri bimbi suggerisco di essere presenti e vigili perchè la pentola comunque scotta!

Inalazioni casalinghe
Inalazioni casalinghe

4 Commenti su Inalazioni casalinghe

  1. Grazie per aver condiviso questo segreto…provero’appena ne avro’ bisogno,sono proprio curioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.