Il Toast col Mio Pancarrè,stamattina a colazione;invece del solito dolcino ho optato per il toast fatto col mio pancarrè,ricetta vincente che mi ha passato il solito ”eterno innamorato”dei lievitati:nicodvb…ormai mi ha trasmesso la ”malattia” e a casa mia non manca mai in frigo,si conserva per settimane!Magari con una spremuta d’arancia così faccio il pieno di vitamina C…il freddo si avvicina …che ne pensate,è una buona idea?

Eccolo a voi bello friabile e croccante,ripassato nel tostapane con dentro prosciutto cotto e scamorza filante!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

morbido e profumato di burro invece  appena sfornato

OLYMPUS DIGITAL CAMERAIl Toast col Mio Pancarrè

niente a che vedere col pancarrè comprato,bisogna proprio che ci decidiamo una volta per sempre a prendere l’abitudine di prepararlo noi a casa perchè è tutto un altro pianeta!

Ingredienti:

poolish:

30 gr. lievito liquido naturale

(che sarebbe una pasta madre in forma di morbida pastella quindi per chi non lo ha può usare la pasta madre rinfrescata unendo un po’ più del latte previsto)

50 gr. latte o yogurt

100 gr. di manitoba

per l’impasto:

450 gg. farina forte manitoba 0

300 g acqua

30 gr. di  zucchero

30 gr. di latte in polvere

10 g sale

30 gr. di burro freddo

Procedimento:

la mattina presto preparo il poolish impastando il lievito liquido col latte e la manitoba,formo un panetto e lo lascio fermentare in una ciotola coperto con pellicola tutto il giorno a temperatura ambiente.

verso sera è pronto anche se non mostra segni molto evidenti di lievitazione.

Inizio con lo sciogliere lo zucchero e il latte in polvere in un po’ dell’acqua prevista cercando di non fare grumi stemperando bene,ci spezzetto dentro il panetto di lievito e verso nell’impastatrice col resto dell’acqua,verso sopra la farina setacciata e inizio a  impastare con la foglia  tutti gli ingredienti eccetto il sale e il burro,solo per pochi minuti a velocità minima.

Poi fermo la macchina per mezz’ora,questo passaggio si chiama autolisi,serve affinchè la farina assorba l’acqua senza che si sviluppi già il glutine.

Passata la mezz’ora riprendo a impastare aumentando la velocità piano piano unendo il burro a pezzetti e il sale.

Cambio la foglia e metto il gancio e lavoro anche al massimo della velocità finchè si sviluppa il glutine x ottenere una bella mollica morbida. Fermo 2 volte la macchina x capovolgere l’impasto lavorando complessivamente 15′-20′

faccio riposare a temperatura ambiente  per due ore e poi metto in frigo chiuso in ciotola x la notte.

La mattina faccio riposare un’ora a temperatura ambiente e poi divido l’impasto in sei pezzi,stendo ogni pezzo sottile col matterello x sgonfiare le bolle di lievitazione aiutandomi con pochissima farina solo sotto e non nelle pieghe

piego portando al centro le estremità e appiattisco ancora formando una lunga striscia e arrotolo formando dei panini.

Metto i panini in pullman cioè uno stampo a cassetta(da 30 cm.di lunghezza)rivestito di cartaforno;li sistemo vicini vicini e li faccio lievitare oltre l’orlo dello stampo senza troppo calore x circa 6 ore chiudendo in una busta oppure vaporizzando con uno spruzzino d’acqua di tanto in tanto x evitare la formazione della pellicina dura in superficie durante la lievitazione. A lievitazione avvenuta inforno a 180° x 45′ circa spruzzando d’acqua nei primi minuti il forno e mettendo un pentolino d’acqua sul fondo del forno durante la cottura.

Lievita tanto in forno x cui attenzione che non tocchi la serpentina superiore.

Note

coprire con cartaforno durante la cottura x non bruciare la superficie e fare la prova stecchino x verificare la cottura.

E’ un procedimento un po’ lungo ma vale la pena di mangiare cose naturali senza  additivi e conservanti,lo sapevate che nel pancarrè comprato ci mettono anche l’alcool?

 

4 Commenti su Il Toast col Mio Pancarrè

    • grazie cara,io uso uno stampo normale da plumcake senza coperchio perchè il pancarrè lo faccio lievitare liberamente infatti fa un bel cupolone in lievitazione e in cottura lievita ancora tanto

    • anche noi Loredana,di mattina con la marmellata e di sera salati con formaggi e affettati
      ciaooooooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.