CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI

Preparare i “caranciuli” e i “purcidduzzi” nel periodo natalizio è una tradizione irrinunciabile per me…mi fa tornare alla mia infanzia,quando insieme alla mia mamma e alle mie sorelle ci divertivamo a farli insieme,tutte intorno al tavolo della cucina,accanto al camino acceso! Ricordo che mi piaceva mangiarli appena fritti,senza il miele,friabili e croccanti…ogni famiglia ha la sua ricetta più o meno segreta :) questa è la migliore che io ho provato dal sapore speziato di anice e cannella,con un sentore di arancia e una nota croccante di mandorle tostate.I purcizzuzzi vengono fatti con il sistema degli gnocchi di patate,mentre i caranciuli anticamente,dopo aver fatto un rotolino sottile di pasta, venivano avvolti a spirale intorno al fuso che serviva per filare la lana e dopo ripassati su un cesto di vimini rotolandoli con il palmo della mano.CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI

CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI

INGREDIENTI:

  •  580 g di farina 00
  • 50 g di olio extravergine d’oliva
  • la scorza di un’arancia intera non trattata
  • 120 g di liquore anice Mistrà
  • 1/2 cucchiaino di sale fino
  • un pizzico di cannella in polvere
  • succo d’arancia qb.
  • olio d’oliva per friggere

PER LA MIELATURA:

  •  150 g di zucchero semolato
  • 100 g di acqua
  • 200 g di miele d’arancia o millefiori
  • 1 fialetta di aroma arancia

PER DECORARE:

  • codette o zuccherini colorati
  • scorzette d’arancia candita
  • mandorle a filetti o a lamelle leggermente tostate
  • pinoli

PREPARAZIONE:

Scaldate appena appena l’olio (pesato in grammi alla bilancia) in un pentolino a fiamma bassissima insieme alla scorza di un’arancia senza farlo friggere,deve solo “sfumare” e prendere l’aroma del frutto.Setacciare in una ciotola la farina, unitevi l’olio aromatizzato e intiepidito e con il palmo delle mani sfregatela,facendolo assorbire,dovrà formarsi un impasto sabbioso.Unite il liquore all’anice,una spruzzata di cannella,e impastate il tutto con del succo di arancia spremuto in cui avrete sciolto il sale,io ne ho usate un paio,ma questo dipende dalla grandezza delle arance e dall’assorbenza della farina.Versate l’impasto sulla spianatoia e lavoratelo bene con le mani: il risultato sarà un impasto morbido ma consistente, formate una palla che lascerete riposare per una mezz’ora coperto con un canovaccio sulla spianatoia.Ora per i “purcidduzzi” dovrete formare dei rotolini di pasta spessi un dito,come si fa per gli gnocchi, e passarli sulla grattugia scavandoli un po’ cosi’ raccoglieranno meglio il miele.Questa pasta tende un po’ a sbriciolarsi per via dell’olio in essa contenuta,per aiutarvi a stenderla,inumidite spesso le mani o la spianatoia ;) CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI
Un trucchetto per velocizzare questa operazione è quello di fare una sfoglia spessa con il mattarello e tagliarla a strisce che poi assottiglierete con il palmo delle mani.Per fare i caranciuli” invece,l’operazione è un po’ più complessa,bisogna fare un rotolino sottile  della lunghezza di circa 30 centimetri circa e attorcigliarlo a spirale,partendo dal basso, intorno al manico di un cucchiaio di legno ( il fuso purtroppo non c’è l’ho :) ) poi va rollato sulla spianatoia per fissare il tutto e sfilato da manico del cucchiaio delicatamente.CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI
Io uso fare una sfoglia sottile con un po’ di impasto,con la macchinetta della pasta, e con dei taglia biscotti natalizi ricavo delle formine che poi sistemo in cima come decorazione .CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI
Una volta terminate tutte le forme friggeteli in abbondante olio di oliva, poneteli su carta assorbente da cucina e fateli  raffreddare.Adesso preparate la “mielatura” facendo bollire lo zucchero semolato in una pentola larga per alcuni minuti,fino ad ottenere uno sciroppo un po’ denso (118° se avete un termometro) unite il miele e alcune gocce di aroma d’arancia (questa è una mia personale aggiunta) tuffateci dentro i purcidduzzi e i caranciuli un po’ alla volta,raccogliendoli con una schiumarola e sistemandoli in un piatto da portata,terminando con le formine natalizie e decorando come più  vi piace con mandorle pinoli zuccherini ecc…CARANCIULI E PURCIDDUZZI SALENTINI
Vi aspetto sulla mia pagina di facebook …a presto con altre mie ricette :)

TORTA BATTESIMO CON FARFALLE E ROSE

Per la piccola Asia una torta Battesimo con farfalle e rose molto delicata e deliziosa…proprio come lei :)  Quando c’è da realizzare una torta romantica io sono molto entusiasta, perchè è il tipo di torta che mi piace fare, e nel mio piccolo… che più mi viene meglio ;)TORTA BATTESIMO CON FARFALLE E ROSE

TORTA BATTESIMO CON FARFALLE E ROSE

La torta è a due livelli: la base inferiore è una Red Velvet farcita con due strati di frosting al formaggio “stuccata” con crema al burro meringata alla mandorla e ricoperta con pasta di zucchero sempre alla mandorla.Il piano superiore è una dummy cake.Le decorazioni sono in florist paste.TORTA BATTESIMO CON FARFALLE E ROSETORTA BATTESIMO CON FARFALLE E ROSE
Diventa fan della mia pagina facebook…ti aspetto ;)

I BISCOTTI DEL GRINCH

I biscotti del Grinch…ovvero biscotti al pistacchio con cuore caramelloso :) Ho trovato questi biscotti su Pinterest e mi sono piaciuti subito perchè mi sanno tanto di aria natalizia, forse per via dei colori o forse perchè immancabilmente il Grinch ritorna ogni Natale, lui che il Natale lo odia, forse perchè perchè ha il cuore più piccolo di due taglie? Chissà…ma poi incontra la dolce Cindy Lou e tutto cambia: il mostro e la bambina ritroveranno il senso del Natale “Se il calore sale al cuore,a Natale amore tu avrai.Se il tuo cuore prova amore tu la pace conoscerai.”I BISCOTTI DEL GRINCH

I BISCOTTI DEL GRINCH

INGREDIENTI:

  • 100 g di burro morbido a temperatura ambiente
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo
  • 260 g di farina 00
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di pasta di pistacchio
  • 1 pizzico di sale
  • aroma mandorla
  • colorante verde in gel (facoltativo)
  • 10 g di latte
  • zucchero a velo qb.
  • caramelle rosse a forma di cuore

PREPARAZIONE:

Montate il burro a crema nella planetaria con la frusta a foglia o con un frullino elettrico,fino ad ottenere una crema morbida.Unite l’uovo e continuate a montare per farlo incorporare bene.Aggiungete la pasta di pistacchio,qualche goccia di aroma mandorla  e se volete dei biscotti dal colore più brillante, la punta di un cucchiaino di colorante verde sciolto in 10 g di latte.Unite a questo punto la farina precedentemente setacciata con il lievito e il sale e mescolate fino ad ottenere una frolla compatta e omogenea.Lasciatela riposare in frigorifero per qualche ora coperta con pellicola alimentare,poi formate delle palline di circa 20 grami di peso e rotolatele in una ciotola contenente zucchero a velo.Sistemate i biscotti in una teglia rivestita di carta da forno e cuoceteli in forno preriscaldato a 180 gradi per una decina di minuti. Lasciateli raffreddare su una gratella e poi premete al centro del biscotto una caramella a forma di cuore …anche questo passaggio può essere omesso…ma se volete i biscotti del Grinch ci vuole il

Grazie per essere passati sul mio blog,se volete rimanere aggiornati con altre mie ricette,vi aspetto con piacere sulla mia pagina di facebook…a presto :)

BISCOTTI GOCCE D’ARANCIA

Davvero ottimi e dal gusto delicato questi biscotti gocce d’arancia di pasta frolla montata,da servire con il tè o con un caffè con le amiche…friabilissimi e degni di una pasticceria,farciti con marmellata d’arancia e guarniti con cioccolato fondente, si sciolgono in bocca al primo morso :)BISCOTTI GOCCE D'ARANCIA

BISCOTTI GOCCE D’ARANCIA

INGREDIENTI:

  • 225 g di burro a temperatura ambiente
  • 130 g di zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o 1 bustina di vanillina
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 350 g di farina 00
  • 1 cucchiaino da tè di lievito per dolci
  • 2/3 cucchiai di marmellata d’arancia passata al setaccio
  • 50 g di cioccolato fondente

PREPARAZIONE:

Lavorate il burro a crema con un frullino elettrico o nella planetaria con la frusta a foglia,aggiungete un po’ alla volta lo zucchero a velo e continuate a montare per alcuni minuti.Unite la vaniglia se usate l’estratto,incorporate le uova uno alla volta,facendo assorbire il primo prima di aggiungere l’altro,aggiungete la farina precedentemente setacciata insieme al lievito, alla vanillina (se usate quella), e al sale.Mettete l’impasto ottenuto in una sac à poche con bocchetta a stella grande spremete dei biscottini a forma di goccia su una teglia foderata di carta da forno.BISCOTTI GOCCE D'ARANCIA Cuocete i biscottini nella parte media del forno preriscaldato a 190°per 10 minuti circa,non devono colorire troppo.Dopo averli fatti raffreddare su una gratella,spalmate la marmellata sul lato inferiore della metà dei biscotti e uniteli ai biscotti rimanenti.Decorate i biscotti con il cioccolato fuso a bagnomaria o nel microonde facendolo cadere a filo da una sac à poche usa e getta dopo aver tagliato un foro molto piccolo,senza bocchetta,formando delle strisce.BISCOTTI GOCCE D'ARANCIA
Vi ringrazio sempre per la vostra gentile attenzione,come sempre vi invito a seguirmi slla mia pagina facebook…a presto :)

SALSA BESCIAMELLA

La salsa besciamella è una preparazione di base in cucina,una ricetta proveniente dalla Francia ma,con molte probabilità,importata da Caterina De’ Medici come molte altre ricette nostrane! Molte di voi sicuramente usano comprarla già pronta,ma io vi consiglio di farla in casa,primo perchè usando ingredienti di buona qualità il gusto è nettamente superiore a quelle in commercio,poi perchè è veramente facile e veloce da preparare e per ultimo,ma non meno importante di questi tempi,perchè facendola in casa risparmieremo qualche soldino ;)SALSA BESCIAMELLA

SALSA BESCIAMELLA

 INGREDIENTI:

Per una besciamella densa::

  • 50 g di burro
  • 50 g di farina 00
  • 500 ml di latte
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.

Per una besciamella fluida:

  • 45 g di burro
  • 30 g di farina 00
  • 500 ml di latte
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b.

PREPARAZIONE:

Riscaldare il latte in un pentolino,è preferibile usare del latte fresco intero per un risultato eccellente,ma va benissimo quello che usate normalmente. A parte sciogliete il burro a fiamma bassa,deve fondere dolcemente ma non friggere,unite la farina precedentemente setacciata,mescolando con una frusta a mano:quando unite la farina fatelo fuori dal fuoco,poi,una volta amalgamata al burro,rimetterla sul fuoco e continuate la cottura del “roux”per un minuto circa,sempre a fiamma molto bassa.Diluire con il latte riscaldato,versandolo a piccole dosi,mescolando velocemente per non formare grumi con la frusta,una volta che la farina si sarà amalgamata con il latte unite il resto del latte tutto in una volta.Portate a cottura fino a che la besciamella non raggiungerà il bollore e si sarà addensata.La besciamella densa la potrete usare per farciture come nella ricetta dei sofficini ad esempio o nei rustici leccesi ecc. mentre la fluida è più consigliata nelle lasagne al forno,cannelloni ecc.Se vi dovesse avanzare,potrete conservarla in frigorifero,in un contenitore ermetico,per un paio di giorni,al momento di riutilizzarla basterà lavorarla con la frusta e al limite aggiungere un pochino di latte.SALSA BESCIAMELLA
Seguimi anche su FACEBOOK

MILLEFOGLIE ALLA CREMA CHANTILLY

La millefoglie alla crema chantilly è un dolce abbastanza facile da preparare e se non avete molto tempo a disposizione,si possono accorciare i tempi usando la pasta sfoglia già pronta che si trova facilmente in commercio per questo scopo.Io di solito la decoro con una spolverata di zucchero a velo,ma questa volta ho voluto fare la classica decorazione del “Napoléon” la mille-feuille, dolce tipico della cucina francese!LA MILLEFOGLIE ALLA CREMA CHANTILLY

MILLEFOGLIE ALLA CREMA CHANTILLY

INGREDIENTI:

  • una confezione da tre fogli di pasta sfoglia già cotta
  • una dose da mezzo litro di latte di crema chantilly
  • 200 g di zucchero a velo
  • qualche cucchiaiata di acqua calda
  • 30 g di cioccolato fondente

PREPARAZIONE:

Preparate la crema e, con una sac à poche con la bocchetta a stella grande, fate degli spuntoni ricoprendo completamente il primo strato di sfoglia.Continuate cosi’ con il secondo strato e appoggiate l’ultimo strato di sfoglia.Ora preparate la glassa di copertura setacciando lo zucchero a velo in una ciotola e unire,un cucchiaio per volta acqua calda,mescolando con una frusta,fino ad ottenere una consistenza densa ma nello stesso tempo fluida;se dovesse risultare liquida aggiungete dell’altro zucchero a velo,al contrario,diluite con altra acqua.Spalmate la glassa con l’aiuto di una spatola sulla sfoglia e, con un conetto di carta forno o con una sac à  poche usa e getta con un foro piccolissimo, fate delle righe orizzontali con il cioccolato fuso a bagno-maria o nel microonde.Con uno spiedino di legno oppure uno stuzzicadenti,tirate delle linee in verticale alla distanza di circa 4 centimetri,dopo tiratele nel senso opposto a metà di ogni riga.MILLEFOGLIE ALLA CREMA CHANTILLYSpostate il dolce nel piatto di portata e …bon appetit :)

Se vi piace potete seguirmi sulla mia pagina di facebook…rimarrete aggiornati con le mie prossime ricette ;)

CESTINI DI OLIVE

Un aperitivo sfizioso,magari nei giorni di festa? Provate questi cestini di olive con pasta sfoglia! Un idea veramente geniale,dal grandissimo Felder,dal libro “Les mignardises de Christophe ” un idea che io  per la verità ho trovato sul forum di Cookaround :) Vi bastano pochissimi ingredienti: della pasta sfoglia già pronta, della passata di pomodoro,una manciata di olive e pochi minuti di forno e il gioco è fatto! E allora preparatevi a stupire i vostri ospiti e mettiamoci all’opera ;)CESTINI DI OLIVE

CESTINI DI OLIVE

INGREDIENTI:

  • un rotolo di pasta sfoglia fresca rettangolare
  • concentrato di pomodoro o passata ristretta
  • olive verdi snocciolate
  • un uovo per spennellare
  • origano e sale fino

PREPARAZIONE:

Srotolate la pasta sfoglia lasciandola sulla carta forno della confezione.Con un coppa pasta dentellato,tagliate dei cerchi che poi spennellerete con un uovo intero battuto.Al centro,con l’aiuto di due cucchiaini o con una siringa da pasticceria,mettere un po’ si concentrato di pomodoro oppure della passata fatta sgocciolare in un colino per alcune ore (deve essere molto densa) insaporita con un po’ di sale e dell’origano secco.Posizionate al centro l’oliva snocciolata e allineatele in fila lasciando uno spazio di circa un centimetro tra una e l’altra.Tagliate una striscia di pasta sfoglia della larghezza di un centimetro e appoggiatela sulle olive cercando di premere un po’ sui bordi per attaccarla,tenetela morbida e tagliate al centro.CESTINI DI OLIVESistemate i cestini di olive nella teglia, e spennellate la superficie delle strisce con l’uovo,infornate in forno già caldo a 200° fino a che non li vedrete ben dorati.CESTINI DI OLIVE
Come sempre vi invito a seguirmi sulla mia pagina di facebook “Fragole e Vaniglia” rimarrete sempre aggiornati con altre mie ricette ;)

TORTA LOLLIPOP

Per la piccola Giorgia che compie 7 anni ho realizzato questa torta lollipop….coloratissima e solare,proprio come lei :)TORTA LOLLIPOP

TORTA LOLLIPOP

La torta è composta da 2 piani: il primo inferiore è un pan di spagna da 30 centimetri con bagna al cappuccino,con due strati di farcitura di Nutella e crema chantilly con gocce di cioccolato.Il piano superiore invece è una Red Velvet cotta in due teglie da 20 centimetri con tre strati di frosting al formaggio.La copertura è con pasta di zucchero al miele aromatizzata alla mandorla,stuccatura con crema al burro meringata sempre alla mandorla.Tutte le decorazioni sono realizzate con la stessa pasta di zucchero della coperta ma con l’aggiunta di CMC.

La mia bacheca di pinterest: http://www.pinterest.com/cookaworld/sloppina-in-cucina/

La mia pagina di facebook: Fragole e Vaniglia

SAGNE TORTE NCANNULATE

Le sagne torte o ncannulate,vale a dire attorcigliate su se stesse,sono insieme alle orecchiette e ai minchiareddhri,la pasta fresca tipica della mia regione,la Puglia,ma le sagne in particolare,fanno parte, per eccellenza,proprio della tradizionale cucina salentina.Le sagne ncannulate,sono presenti nell’elenco nazionale dei prodoti agroalimentari redatto dal Ministero delle Politiche  Agricole Alimentari e Forestali.L’impasto è ottenuto da farina di semola di grano duro e generalmente vengono condite con del sugo di pomodori freschi in estate e con la passata in inverno,sughi che possono essere arricchiti con della carne(spezzatino,polpette,costine) o con l’aggiunta di ricotta forte,un formaggio tipico della mia zona,a consistenza morbida,dal sapore molto sapido e piccante,chiamata anche ricotta “uscante”nel senso che ha, appunto, un sapore pungente.Io personalmente le preferisco condite con del sugo di pomodoro fresco e basilico!SAGNE TORTE NCANNULATE

SAGNE TORTE NCANNULATE

INGREDIENTI:

Per 4 persone:

  • 400 g di farina di semola di grano duro
  • acqua qb.

PREPARAZIONE:

Setacciate la farina sulla spianatoia di legno facendo la classica fontana.Versate al centro dell’acqua, gradatamente,cominciando ad impastare il tutto: dovete ottenere un impasto sodo e consistente.Lavoratelo con forza,e formate una palla che coprirete con un canovaccio di cotone,lasciate la pasta riposare per una mezz’oretta,poi,con l’aiuto del matterello,tirate una sfoglia rotonda non troppo sottile,infarinando leggermente sia la spianatoia che la sfoglia,piegatela a metàSAGNE TORTE NCANNULATE
e con un coltello a lama liscia,tagliate le sagne di un centimetro e mezzo di spessore ( a me piacciono leggermente più strette,ma questo è un gusto personale :) )SAGNE TORTE NCANNULATE
Ora,afferrate una sagna da un’estremità con la mano sinistra e sollevatela,con la destra invece  pizzicate con l’indice e il pollice l’altra estremità e,fatela ruotare sulla spianatoia formando la tipica spirale,che serve proprio a raccogliere più condimento.Piegate ogni sagna a metà e lasciatele asciugare finché saranno secche,in genere si fanno la sera prima.SAGNE TORTE NCANNULATE
Una cosa importante è quella di non far seccate tanto la pasta prima di attorcigliarla,altrimenti si potrebbero spezzare.SAGNE TORTE NCANNULATE
Vi ringrazio come sempre per la vostra gentile attenzione e vi aspetto sulla mia pagina di facebook se volete rimanere aggiornati con altre mia ricette…a presto :)

CIOCCOLATA CALDA

Fare la cioccolata calda nei mesi più freddi dell’anno è un piacevole rituale da condividere con le persone che amiamo! Per chi come me ha la fortuna poi di avere anche un bel caminetto in casa, credo che gustarsela davanti a un bel fuoco acceso sia il massimo! In vena di romanticismo quest’oggi eh?!  Eh beh si….ogni tanto ci vuole…è già cosi’ amara la vita di questi tempi che a volte basta veramente poco ad addolcire un momento e goderci in santa pace questa bella golosità :P Se siete soliti fare la cioccolata con quei preparati in bustine,quelli della pubblicità per intenderci,vi sfido a provare questa ricetta…vi renderete conto da subito della differenza !CIOCCOLATA CALDA

CIOCCOLATA CALDA

INGREDIENTI:

Per 4 tazze di cioccolata:

  • 400 g di latte
  • 4 cucchiai di cacao amaro
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • mezzo cucchiaio scarso di amido di mais

PREPARAZIONE:

Scaldare il latte in un pentolino senza arrivare a bollore.Per questa ricetta l’ideale sarebbe usare un latte fresco intero di buona qualità,ma l’ho fatta con il latte parzialmente scremato ed è venuta buonissima ugualmente! Mescolare le polveri in un pentolino dal fondo spesso e,mescolando con una frusta a mano,aggiungere gradatamente il latte caldo facendo sciogliere e amalgamare bene il tutto.Portare a bollore sul fuoco dolcissimo senza smettere di mescolare.Servite la cioccolata caldissima e se siete dei super golosoni guarnitela con un’abbondante spruzzata di panna spray :PCIOCCOLATA CALDA
Vi ringrazio come sempre per la vostra gentile attenzione e vi aspetto sulla mia pagina di facebook per rimanere aggiornati con altre mia ricette…a presto :)