Cantucci alle Bacche di Goji con Cocktail al Melograno. Eccomi a voi con i cantucci, oggi  con sesamobacche di Goji. Sono deliziosi, allora pasticciamo?! Io ho apprezzato le bacche di goji la prima volta quando ero a dieta e mi hanno subito conquistata, però le consumavo semplicemente così come sono vendute. Mai avrei pensato di usarle nei cantucci e devo ringraziare lo sponsor che le ha messe a disposizione quando sono stata invitata da cookaround a fare un video in cui preparo una ricetta con questo prodotto. Posso assicurarvi che sono ottime perchè il loro sapore leggermente acidulo ben si sposa col dolce di questi biscottini! Ho usato inoltre il lievito paneangeli e i semi di sesamo Sarchio anch’essi una rivelazione perchè danno un profumo particolare ai cantucci.

Seguite la Video-ricetta:

ec

Cantucci alle Bacche di Goji con Cocktail al Melograno

Ma perchè consumare le bacche di goji? Facendo una ricerca ho scoperto tante proprietà e benefici di queste bacche e ve ne elenco alcuni.

Sembra che siano fra i più potenti antiossidanti contro i radicali liberi che sono la causa dell’invecchiamento cellulare, e contengono proteine, calcio, potassio, fosforo, manganese, magnesio ecc. Sono ricche di grassi buoni come omega 3 e omega 6, carotene, vit. C vit E  e B1, preziosi aminoacidi. Fanno molto bene alla salute perchè aiutano a tenere a bada colesterolo e trigliceridi oltre stimolare il metabolismo e controllare la pressione sanguigna; anticancro per eccellenza inibiscono la crescita dei tumori distruggendo le cellule malate, inoltre contribuiscono a diminuire il rischio di ischemie.  Attenzione a chi è allergico ai pomodori perchè è una bacca della stessa famiglia. Le bacche di goji  stimolano il sistema immunitario e sembra che preservano la salute del cervello, tanto da far pensare ad un loro impiego nella prevenzione contro l’Alzheimer. Migliorano la circolazione sanguigna e proteggono da malattie cardiache.

Sono consigliate agli atleti per migliorare il proprio metabolismo, la qualità del sonno, l’umore in generale e naturalmente le prestazioni fisiche.

Naturalmente pensando di evitare tutte queste malattie potremmo abusare di questa bacca, invece non dobbiamo esagerare col consumo consigliato di circa 30 gr. al giorno per gli adulti.

E che dire del melograno con i suoi chicchi… preziosi rubini profumati e deliziosi?  Non sempre questo frutto è apprezzato perchè è difficile mangiarlo, ci sono gli schizzinosi che mangiano tutto con forchetta e coltello…vi sfido a mangiare così un melograno!!! Io mi diverto a schiccolarlo con le mani in barba al galateo…però la ricetta di oggi vi libererà da ogni imbarazzo, faremo un bel cocktail! Ma sapete quante proprietà nutritive ha il melograno? E’ ricchissimo di antiossidanti, vitamina C , vit. K, vit. B, vit. A, proteine, carboidrati e grassi; inoltre è ricco di potassio ,ferro, calcio,magnesio e fosforo, manganese e zinco. Il melograno ha poche calorie: circa 60 Kcal per 100 grammi quindi abbondiamo pure.

Fra le cose più importanti è un antitumorale perchè contiene  tannini e polifenoli e riduce i radicali liberi. In particolare contrasta il tumore al seno e alla prostata. Le antocianine invece proteggono dal cancro della pelle.

Il consumo regolare di succo di melograno aiuta anche a ridurre il colesterolo cattivo e aumentare quello buono, migliorando ulteriormente la salute del cuore. E’ un anticoagulante naturale e previene le malattie cardiovascolari e l’arteriosclerosi.

Aiuta a mantenere la pelle giovane e rallenta le rughe quindi approfittiamone in questo periodo invece di usare creme e unguenti vari. Contiene un’elevata quantità di ferro e aiuta a ridurre l’anemia. Cosa importantissima è stato dimostrato che bere un bicchiere di succo di melograno tutti i giorni è una prevenzione conto l’alzheimer.

Comunque non bisogna esagerare col consumo di melograno perchè può provocare una intossicazione. I sintomi sono: vertigini, cefalea, sonnolenza e difficoltà respiratoria.

E ora dopo questo breve resoconto sulle proprietà del melograno e delle bacche di goji  per par condicio spendiamo qualche parola anche sui semi di sesamo.

I semi di sesamo sono ricchissimi di calcio e a differenza dei latticini non creano problemi di colesterolo e trigliceridi, anzi lo abbassano, sono utilissimi per l’osteoporosi e i denti, contengono in abbondanza vitamine specie del gruppo B e anche tanti sali minerali come manganese, selenio e zinco,magnesio, potassio, fosforo. Sono un’ottima fonte di acidi grassi omega 3 e 6 per cui tutti i vegetariani possono attingere a questi preziosi semi che hanno anche un alto contenuto di proteine vegetali facilmente assimilabili. Hanno proprietà antiossidanti e quindi combattono i radicali liberi per cui sono anticancro, inoltre prevengono la formazione di placche sulle arterie; mangiando i semi di sesamo migliorano le funzioni epatiche, sono efficaci nella rimozione dei vermi intestinali, riducono i reumatismi e i dolori articolari, stimolano la circolazione e contribuiscono a migliorare la digestione.  Aiutano l’organismo a recuperare le forze in caso di affaticamento o di convalescenza e contribuiscono ad alzare il livello di vitamina E nel nostro organismo e rafforzano il sistema immunitario.  L’olio di sesamo, ricavato dai semi, viene impiegato per la cura della pelle, per effettuare massaggi rinvigorenti, contro la forfora e la congestione nasale. Ci sarebbe tanto altro da dire ma noi ci vogliamo occupare finalmente dell’aspetto ”dolce” della faccenda… …vogliamo vedere come ho fatto?

Ingredienti per i cantucci:

400 gr. di farina00

1/2 bustina di lievito pane degli angeli

1 pizzico di sale rosa

200 gr. di zucchero di canna

70 gr. di olio extra vergine di oliva

120 gr. di uova

50 gr.  di granella di nocciole tostate

100 gr. di bacche di goji

una manciata di semi di sesamo solo leggermente tostati

1/2 bicchiere di sambuca

inoltre:

1 tuorlo per spennellare

semi di sesamo

1 cucchiaio di zucchero di canna

1 cucchiaio di granella di nocciole

Ingredienti per il cocktail:

250 gr. di succo di melograno

1/2 lt. di prosecco di Valdobbiadene

3 cucchiai di cointreau

1 bacca di vaniglia

un limone

Procedimento per i cantucci:

La prima cosa da fare è tenere in ammollo le bacche nel liquore per qualche ora o meglio tutta la notte così si gonfiano ammorbidendosi e insaporendosi.

Si versano nella ciotola dell’impastatrice le uova, le bacche sgocciolate senza strizzarle, l’olio, le nocciole, lo zucchero e si avvia al minimo e si versa a cucchiaiate la farina precedentemente setacciata col lievito e il sale, si uniscono anche i semi di sesamo, mi raccomando di non tostarli troppo perchè come tutte le cose tostate potrebbero sviluppare sostanze cancerogene se abbrustoliti troppo!

L’impasto va lavorato pochissimo perchè non deve sviluppare glutine, basta solo che assuma la consistenza di una frolla, nel caso ci sia bisogno di altro liquido si può unire un po’ di liquore in cui sono state le bacche.

Far riposare l’impasto in una bustina di plastica per alimenti per circa mezz’ora in frigo e poi formare dei rotolini che andranno disposti su cartaforno in una teglia.

Spennellare i rotolini col tuorlo sbattuto e spolverare con lo zucchero di canna e i semi di sesamo o bacche di goji tritate.

Infornare per 30′ a 200°

estrarre dal forno e dopo 5′ affettare i rotolini a fettine larghe circa 1 cm e 1/2 usando un coltello a seghetto per il pane avendo l’accortezza di non affondare il coltello ma col movimento avanti indietro per non schiacciare il biscottino. Mettere i cantucci su una griglia e riportare in forno per altri 10′ a150° a biscottare.

Il profumino delizioso vi avvertirà dell’avvenuta cottura…e ora provate pure ad assaggiarne uno!

Sono fantastici e sono spariti in un batter d’occhio …e ho di nuovo le bacche in ammollo!!!

Procedimento per il cocktail:

Premere con lo spremiagrumi il melograno tagliato a metà e filtrare il succo, unire il prosecco e il liquore, versare il tutto in una bottiglia di vetro scuro, tagliare per il lungo la bacca di vaniglia e metterla dentro in infusione. Tappare bene e mettere in frigo per qualche ora.

Servire con una fettina di limone

”Agitato e non mescolato” alla 007 come diceva Sean Connery

Ha un gusto fresco e delicato che vi prenderà soprattutto pensando a tutte le sue proprietà ma attenzione che è pur sempre alcoolico consumato così…Una semplice spremuta del solo frutto invece è tutta salute, bevetela subito prima che le sue proprietà si disperdano!!!

ec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.