Crea sito

Fare il Panettone di Natale in casa

Fare il panettone di Natale in casa – premessa

E’ possibile fare il panettone di Natale in casa?

Il 2020 ci ha portato a vivere molto di più le nostre case.

Anche io, come tante persone costrette a casa dalla pandemia, tra un impegno di lavoro e l’altro sto dedicando più tempo alla mia vecchia passione, i lievitati.

Visto che il Natale si avvicina, potevo non tentare di fare il panettone? Certo i motivi che potevano dissuadermi erano diversi, potete farvi un’idea nell’interessante articolo di Dissapore, che condivido a pieno.

Voglio precisare che non avrei mai provato a fare il classico panettone, per il quale non ho (purtroppo) il lievito madre, l’impastatrice e ne tantomeno le abilità “tecniche” per poterlo affrontare (lasciamolo fare ai tanti famosi e bravi pasticceri sparsi in tutta Italia!).

Le richieste del mio fidanzato però di fare il panettone di Natale in casa si sono fatte sempre più insistenti, e quindi ho deciso di accontentarlo, ispirata dalla ricetta della mitica Paoletta di Anice e Cannella, se non la conoscete, e condividete con me la passione per i lievitati, dovete assolutamente andare a visitare il suo sito.

fare il panettone in casa crudo

Fare il panettone in casa – considerazioni

Dite che sarò riuscita nell’impresa? La ricetta che ho deciso di fare, da parte della regina dei lievitati, è quella di una brioche a forma di colomba, che io ho riadattato nello stampo da panettone di 1 kg.

Ma non è questo l’azzardo più grande che ho fatto, perchè come vi anticipavo, ho deciso di fare il panettone in casa impastandolo a mano! Non avendo impastatrice ne bimby, ma avendo invece tutti gli ingredienti che servivano come base, e avendo già rischiato in passato imprese di questo tipo – la soddisfazione di toccare con mano l’impasto non ha prezzo – ho deciso di rischiare e questo è stato il risultato:

fare il panettone in casa intero

Dite che mi è riuscito? Di certo la mia famiglia lo ha apprezzato, sia nell’aspetto che nel gusto. Sicuramente migliorabile, soprattutto perchè avendolo fatto di getto e non avendo avuto modo di preparare prima gli ingredienti, non ho potuto mettere i canditi (mi sono rifiutata di aggiungere quelli del supermercato). L’alveolatura però è venuta e il sapore era buono, la struttura poteva essere migliore ma è rimasto morbido per oltre 24 ore (oltre questo limite però non so, perchè è finito!).

 

Fare il panettone in casa – consigli e suggerimenti

Passiamo alle cose pratiche dopo questa lunga (ma doverosa) premessa.

Non sto qui a riscrivere la ricetta, perchè ho seguito passo passo come ingredienti , procedimento e tempi quella di Paoletta che trovate qui.

Cosa ho cambiato? Naturalmente l’impasto a mano.

Seconda cosa, ho usato il lievito di birra secco, invece che quello fresco; altro azzardo, ma ho tentato, e ha funzionato!

Terza cosa rispetto alla ricetta: per le sospensioni (quello che si mette all’interno come canditi, cioccolato ecc.) ho utilizzato cioccolato bianco e fondente, ma dei canditi ci sarebbero stati benissimo. Per aromatizzare invece ho utilizzato il limoncello.

Ho fatto poi riposare l’impasto, prima di inserire le sospensioni; e prima di infornare ho lasciato che lievitasse il tempo che richiedeva per arrivare circa due dita sotto lo stampo.

Ho utilizzato il pirottino da 1 kg (l’unica dimensione che ero riuscita a reperire), e come vedete, con una dose, ho utilizzato 950 g di impasto. La parte di impasto che restava l’ho cotta in un piccolo stampo da plum cake, con il quale abbiamo fatto un’ottima colazione!

Per la glassatura, non avevo la farina di mandorle, quindi ho montato poco l’albume con lo zucchero, tritato alcune mandorle e aggiunte alla glassa. Ho terminato la superficie come da ricetta con zucchero a velo, granella di zucchero e mandorle intere.

Mi restano ancora dopo questo esperimento, 4 pirottini da 1 kg, quindi mi sa proprio che ripeterò l’esperimento prima di Natale! E chissà che dopo tanto tempo non decida di autoregalarmi un’impastatrice?

Sicuramente uno degli stampi lo utilizzerò per fare il panettone gastronomico, che ho già fatto tante volte in passato e che potete trovare qui, oltre a trovare qui alcuni consigli interessanti su come farcirlo!

Fatemi sapere se proverete a fare il panettone in casa, e soprattutto se avete dubbi o domande non esitate a contattarmi!

A presto

Annamaria

 

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.