Crostini di pane last-minute

Arrivano quei momenti in cui a casa si ha poco o niente, e si deve pensare a qualcosa da arrangiare.

L’idea di questi crostini velocissimi, arrivò un paio di anni fa, quando, con le mie coinquiline eravamo talmente prese a studiare finanza, da arrivare alla sera prima dell’esame con poco o niente da mangiare in casa.

Poichè la necessità aguzza l’ingegno, come si suol dire, arrangiai un’insalata ricca, completa anche di crostini, tanto che le mie amiche si chiesero da dove fossero arrivati e come mai fossero così croccanti e saporiti.

Con quest’articolo quindi non voglio darvi le dosi precise, ma piuttosto un’idea che potrà essere utile a molti di voi; capita spesso di avere voglia di qualcosa di sfizioso seppur leggero, e questi crostini possono essere utilizzati sia per arricchire delle insalate in estate, sia per accompagnare zuppe e vellutate in inverno!

crostini

Per prepararli vi serviranno:

Pane in cassetta, Olio, Sale

Ovviamente, misurate gli ingredienti in base al numero dei commensali; io calcolo due fettine di pane a persona. Iniziate a riscaldare il forno a 220 gradi.

Prendete le fettine di pane in cassetta (chi è che non lo ha in casa?); va bene sia il pan carrè, che il pane bianco, che quello di semola, l’importante è che sia in cassetta!

Tagliate una fettina alla volta, formando una griglia, in 9 quadratini, ordinatamente; sarà facile farli venire tutti della stessa misura; a me la scorzetta intorno non da fastidio, perchè rende i crostini ancora più croccanti, ma se dovesse darvi fastidio, toglietela prima di fare i quadratini. Disponete i quadratini in una teglia ampia, in modo che possano essere tutti disposti in un solo strato, e ponete la teglia nel forno al livello più alto. Dopo 5 minuti date una “scossa” alla teglia, per far girare i quadratini e fare in modo che si dorino dall’altro lato.

Servite caldissimi appena usciti dal forno; in base all’utilizzo che ne farete, potete disporli in una ciotola e insaporirli con sale e olio (e anche un pò di pepe ci sta, a parer mio), oppure servirli semplicemente così per utilizzarli per vellutate e zuppe.

Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.