Vin d’Orange …  un aperitivo delizioso, l’ho imparato su coquinaria; il vin d’orange fa fare un figurone coi nostri ospiti,raffinato ed elegante… mmmmmmh e chi lo molla più…Si prepara nel periodo invernale e ha bisogno di due mesi circa per essere pronto ma poi chissà perchè…finisce in un attimo…ma mi raccomando…è alcoolicoooooo!

Con questa ricetta partecipo al contest” un ingrediente al mese”

Certo per il contest avrei potuto scegliere un dolce all’arancia che sicuramente avrebbe avuto successo ma voglio tentare e penso che oltre ai dolci vi piace anche bere a tavola …giusto?

Per cui se vi piace vi invito ad andare a mettere il vostro like al mio  vin d’orange!

questo è il link…cercate il mio calice,avete tutto il mese di Marzo

https://www.facebook.com/groups/657757997577957/?hc_location=stream#!/events/1406576819601202/1407909109467973/?notif_t=like

Grazieeeeeeeeeeeeeeeeee

E ora dopo essermi fatta pubblicità ve lo mostro!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Vin d’Orange

Scegliete delle belle arance grosse e profumate, appena raccolte, così che cederanno tutto il loro aroma al vino. Mi raccomando  che anch’esso sia buono,un po’ come il risotto sapete? se ci mettete un vino che sa di tappo sicuramente non sarà un buon risotto…allo stesso modo per il vin d’orange, buono il vino e buono l’aperitivo!

Vediamo come ho fatto?

Ingredienti:

quattro arance

un limone

un baccello di vaniglia o cannella(io ho messo la vaniglia)

25 cl. di rum o grappa o cointreau(io ho messo il cointreau che è già un liquore all’arancia)

200 gr. di zucchero a velo

un litro di vino rosè

un litro di champagne o prosecco(io ho messo un prosecco di Valdobbiadene)

E ora passiamo alla preparazione che è semplicissima,solo che ha un lungo periodo di giacenza per rendere il tutto delizioso!

Procedimento:

Occorre un grosso barattolo di vetro con coperchio ermetico,io ne ho comprato uno apposito all’ikea.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Si tagliano in quattro spicchi le arance e il limone con tutta la buccia e si mettono nel barattolo.

Si versa nel barattolo un litro di vino rosè, il baccello di vaniglia tagliato per il lungo raschiando i semini e mettendo anch’essi dentro, il cointreau e lo zucchero.

Si tappa ermeticamente e si conserva al buio e al fresco per due mesi e si agita di tanto in tanto.

 

Alla fine dei due mesi si filtra il tutto e si unisce il prosecco… per me lo champagne era troppo… ma se vi va di spendere e avete ospiti che apprezzano…ben venga lo champagne, ma il Valdobbiadene va benissimo lo stesso o uno spumante italiano,secco eh?

E ora bollicineeeeeeeeeeee a me!!!!!!!!!!!!!!!!!!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.