Pasta Fresca i Culurgiones

Quando ho voglia di Pasta Fresca ultimamente preparo i Culurgiones; e a voi che tipo di pasta piace miei cari lettori? Non vi spaventi la forma, verranno bruttini solo i primi due o tre ma poi li farete perfetti seguendo un piccolo video fatto per voi con le mie manine.

Pasta Fresca i Culurgiones
Pasta Fresca i Culurgiones

Tempo fa feci le prime prove ma la chiusura non era quella originale…e pensate che mi sia tirata indietro? vedete un po’ la differenza cliccando qui Culurgiones ripieni di bontà

E ora comprate tutti gli ingredienti che prepariamo la

Pasta Fresca i Culurgiones

Sfoglia utile per 4 persone affamate:

  • 300 gr. di farina00
  • 3 uova medie
  • semola rimacinata per lo spolvero q.b.

Per il ripieno:

  • 3 carciofi col gambo lungo
  • 1 spicchio d’aglio
  • un filo d’olio extra vergine di oliva
  •  200 gr. di ricotta fresca
  • sale fino
  • una presa di pepe nero
  • 100 gr. di parmigiano e pecorino grattugiato in parti uguali

Sughetto

  • 1 kg. di pomodorini datterini
  • un filo d’olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • un ciuffo di basilico
  • Parmigiano e pecorino grattugiato

Oppure

  • 50 gr. di burro
  • un filo d’olio
  • parmigiano e pecorino grattugiato

E ora seguitemi tutti in cucina a preparare la

Pasta Fresca i Culurgiones

  1. Per prima cosa puliamo i carciofi tenendo per questa ricetta solo il cuore, le foglie interne e anche la parte tenera e carnosi dei gambi tagliata a fettine e sbollentiamoli per circa 15′. Scoliamoli bene e ripassiamoli in padella con un filo d’olio extra vergine di oliva abbondante e uno spicchio d’aglio nudo diviso a metà che dopo essere stato rosolato elimineremo. Lasciamo intiepidire.
  2. In una ciotola versiamo la farina e facciamo un buco al centro dove apriremo le uova, con una forchetta sbattiamole un po’ e lasciamo assorbire la farina sempre con la forchetta così non ci sporchiamo le mani.
  3. Ora l’impasto è un po’ bricioloso, compattiamolo con le mani e continuiamo a lavorarlo sulla spianatoia. Il tutto si può semplificare se siete in possesso di un robot o un’impastatrice. Quando avremo ottenuto un panetto morbido ed elastico lo lasceremo riposare chiuso in una ciotola. Se la farina è un po’ asciutta e occorre più liquido consiglio di bagnarsi le mani più volte finchè l’impasto raggiunge la giusta umidità, Viceversa se troppo morbido unire poca farina.
  4. Lavoriamo la ricotta coi formaggi, tritiamo grossolanamente i carciofi ormai freddi e amalgamiamo il tutto unendo una presa di pepe nero. E ora viene il belloooooo seguite il video e i vari passaggi e le vostre manine fatate saranno lodate da tutti i vostri ospiti con un ohhhhhhhhhh
  5. Riprendiamo l’impasto e se non avete dimestichezza col mattarello tagliamolo a fette spesse e passiamolo nei rulli di nonna papera fino ad assottigliarlo. Io ripasso la sfoglia più volte fino al numero 3 e la trovo perfetta, poi provate con la vostra macchina.
  6. Prendiamo un coppa pasta o un bicchiere da acqua e tagliamo dei cerchi. I ritagli li reimpastiamo. Ricordiamo di tenere coperto l’impasto per non farlo asciugare, Io di solito ne preparo pochi per volta senza lasciare la sfoglia stesa per troppo tempo altrimenti si secca.
  7. ecco il video

 

 

  1. Lessiamo i culurgiones in abbondante acqua salata per qualche minuto da quando vengono a galla e condiamoli con dei pomodorini datterini ripassati in padella con aglio, olio extra vergine di oliva e serviamo con basilico fresco unito solo dopo la cottura. Oppure semplicemente versare i culurgiones lessati e scolati  in padella con un pezzetto di burro e un filo d’olio e una spolverata di parmigiano e pecorino e lasciamoli dorare ottenendo una gustosa crosticina croccante.
Pasta Fresca i Culurgiones
Pasta Fresca i Culurgiones

Che dire di più?  Su su, è ora di apparecchiare la tavola amici miei!!!

Vi è piaciuta questa ricetta? Allora andate a mettere il vostro ”mi piace” sulla mia Fanpage su Facebook? Grazie per il tempo che mi avete dedicato e alla prossima ricetta!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.