Olive Nere sott’ Olio

Vogliamo provare a conservare le Olive Nere sott’ Olio? Se al mercato le trovate ancora  compratele o salvatevi la ricetta, non è difficile, richiedono solo qualche minuto la mattina e la sera per cambiare l’acqua affinchè perdano l’amaro, non è impegnativo!

Olive Nere sott' Olio
Olive Nere sott’ Olio

”Ma perchè non usa la soda?” Mi ha detto il venditore al mercato, in un giorno saranno pronte. La soda? Allora tanto vale che le compro già pronte… voglio farle al naturale, solo con acqua, come faceva mia madre…però vi spiegherò anche il metodo veloce sotto sale, seguitemi.

Ed ora eccovi gli ingredienti per ottenere le

Olive Nere sott’ Olio

Metodo in acqua

  • 1 chilogrammo di olive nere
  • acqua qb

per la salamoia

  • 100 grammi di sale ogni litro di acqua

per condire:

  • olio extra vergine di oliva e olio di arachidi
  • due spicchi d’aglio
  • origano
  • semi di finocchietto
  • peperoncino piccante
  • una foglia di alloro

Metodo sotto sale

  • 1 kg di olive nere
  • sale grosso qb circa 200gr.

Preparazione delle

Olive Nere sott’ Olio

  1. Primo step incidi la superficie delle olive facendo un paio di tagli così che l’amaro vada via facilmente, a dire il vero avevo provato a schiacciarle col batticarne ma ho notato che qualche nocciolo si è spaccato e non va bene perchè rilascia la sostanza tossica che contiene, così ho preferito perdere un po’ di tempo e andare sul sicuro. Se le vostre sono abbastanza grandi potete usare lo snocciolatore, per le mie piccoline non era adatto.
  2. Questo è stato l’unico lavoro, poi ho messo le olive in una pentola di acciaio e le ho coperte di acqua, ho poggiato un piatto sopra per non farle galleggiare e messe sul davanzale in cucina dedicando solo un minuto mattina e sera per cambiare l’acqua che naturalmente diventa nera e amara. Il tempo che occorre dipende da quanto sono grosse e amare le olive, io le ho assaggiate dopo circa 20 giorni e si sono addolcite.
  3. A questo punto le ho scolate, ho preparato una salamoia sciogliendo 100 grammi di sale grosso ogni litro di acqua, (ho fatto prima sciogliere il sale in poca acqua riscaldandola in un pentolino e poi unito il resto dell’acqua e fatta raffreddare bene l’ho unita alle olive, mi raccomando che l’acqua sia fredda quando la unite alle olive altrimenti le olive diventano molli), e fate stare le olive in salamoia un giorno o due per insaporirle.
  4. Assaggiatele  e se le trovate di vostro gusto bene altrimenti se sono salate risciacquatele e assaggiate di nuovo.
  5. Ora non vi resta che asciugarle bene, io le ho messe nel forno tiepido ma spento su un canovaccio asciutto.
  6. Preparate i vasi di vetro sterilizzati per ebollizione o in forno, condite le olive in una ciotola con tutti gli aromi e l’olio; riempite i vasi ben asciutti e abbiate cura di coprire le olive con almeno un dito di olio. Ho fatto metà olio evo e metà di arachidi.
  7. Segreto: consiglio di lasciare gli spicchi d’aglio divisi a metà un poco olio per cedere l’aroma e poi eliminare gli spicchi per chi non ama troppo il sapore dell’aglio, in questo modo l’aroma sarà delicato e piacevole.

Il procedimento sotto sale è più veloce

  1. Disponete le olive in una cesta o in un colapasta e a strati versate una manciata di sale grosso e una manciata di olive fino ad esaurimento dei due ingredienti.
  2. mettete il colapasta in una ciotola che raccoglierà il liquido amaro emesso dalle olive e controllatele di tanto in tanto eliminando il liquido amaro, se dovesse sciogliersi il sale versatene ancora una manciata ma dovrebbe bastare.
  3. Dopo una settimana circa assaggiate le vostre olive, si saranno un po’ raggrinzite perchè si sono disidratate ma saranno diventate belle dolci. Nel caso le troviate troppo salate per i vostri gusti sciacquatele e riassaggiate.
  4. Ora asciugatele bene e conditele come quelle descritte su sott’olio

Suggerimento

Una signora consigliava di conservare le olive in congelatore in porzioni in vaschette o bustine e trovo la cosa interessante anche perchè si evita di consumare tantissimo olio, se ne aggiungerà un po’ solo  quando scongelandole si condiranno, che ne pensate?

Le olive verdi invece sono qui

Ti è piaciuta questa ricetta? Ringraziandoti per aver visitato il mio blog ti invito a venire e mettere il tuo ”mi piace” sulla mia fanpage su Facebook!

2 Comments on Olive Nere sott’ Olio

  1. buona sera, ho seguito la sua ricetta e volevo dirle che le olive che ho tagliuzzato come indicato, mi si sono macerate ed alcune si sono sfatte. E’ normale? sono buone lo stesso? mi fa cortesemente sapere quanto prima? grazie Giuseppe

    • Ciao Giuseppe, la mia ricetta prevedeva solo un taglio, un’incisione, non tagliuzzare a pezzetti le olive, ecco perchè si sono sfatte.
      Non dovevi spezzettarle e penso che non potrai conservarle purtroppo. Però se si sono addolcite e se non sono andate a male, puoi recuperarle magari facendo un buon pesto di olive.
      Fai così, togli i noccioli, scolale e asciugale un po’ in forno e frulla insieme a uno spicchio d’aglio, sale, origano e un pò d’olio.
      Otterrai una crema che sarà ottima su bruschette o come condimento per la pasta o nei ripieni. Ma quante ne hai fatte? Mi dispiace dell’inconveniente Giuseppe, hai compreso male le mie indicazioni e spero che non butti niente. Fammi sapere, ok?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.