Ciambella all’Acqua di Leonardo Di Carlo. Finalmente ho provato la deliziosa ciambella all’acqua di Leonardo Di Carlo, è una nuvola soffice e profumata mmmh.

Ho preso spunto dal blog della mia amica Vanessa

 

Ecco come è venuta!

20150211_214759

20150211_215710

Ciambella all’Acqua di Leonardo Di Carlo

I ciambelloni sono i classici dolci da colazione, il profumino che si diffonde in cottura è così invitante che, anche ora che è pomeriggio, appena intiepidito giusto per poterlo spolverare di zucchero a velo, subito lo abbiamo assaggiato…e per assaggiato intendo che lo abbiamo finito! E la colazione per domani? Mi toccherà rifarlo…

Intanto vi spiego come ho fatto con qualche variante tenendo conto di quello che avevo in dispensa.

Ingredienti:

150 gr.di uova pesate senza guscio(sono circa tre, ma siccome pesavano un po’ in più ho eliminato un po’ di albume)

240 gr. di zucchero

semini di un baccello di vaniglia(oggi l’ho omessa perchè col trasloco in corso è ancora alla casa vecchia)

buccia di due arance grattugiate, ho usato quelle essiccate da me(la ricetta prevede la buccia di limone)

1,5 gr. di sale rosa

120 gr. di olio di semi di arachidi(la ricetta prevede quello di mais)

125 gr. di acqua

200 gr. di farina00

50 gr. di amido di mais(la ricetta prevede fecola di patate)

una bustina di lievito pane degli angeli (gr. 7,5)

zucchero a velo

Inoltre:

stampo da 26 cm. di diametro

una noce di burro e farina per lo stampo

20150212_092132

Procedimento:

Il ciambellone è un dolce semplice e veloce da preparare, ho messo le uova a temperatura ambiente nella planetaria e le ho montate con lo zucchero.

Mentre la planetaria lavorava ho imburrato per bene lo stampo e infarinato e ho acceso il forno a 200°

Quando il composto si è ben gonfiato incamerando aria ho messo al minimo e a filo ho unito prima l’olio e poi l’acqua. In questa fase il composto si sgonfia un po’ e diventa liquido naturalmente, niente paura!

Ho spento e a mano ho unito gli ingredienti in polvere setacciati insieme, le farine, il lievito, la buccia di arancia e il sale.

Ho versato il composto nello stampo e infornato abbassando a 170° la temperatura per circa 45′ -50′ col mio forno, poi regolatevi col vostro. Ho spento e lasciato dentro col forno aperto per altri 5′ per evitare eventuali collassi ma non si è per niente sgonfiato.

Che profumino inebriante di arancia!

Si è lasciato  scaravoltare su un vassoio senza opporre resistenza…

…complimenti a Leonardo e bravissima Vanessa!

20150211_214538ah dimenticavo il commento del maritino: ”buona…solo che manca un po’ di liquore…”

e io: ”ma se è un dolce per colazione…”

…ma si può? 🙁

Un assaggino per voi miei cari lettori!

20150212_091723

 

8 Commenti su Ciambella all’Acqua di Leonardo Di Carlo

    • eh si, con le tue spiegazioni dettagliate è stata una passeggiata…ancora grazie cara!!! 😉

        • Si, Maria Rosaria, io le ho fatte montare bene anche se poi inevitabilmente unendo acqua e olio diventa liquido e si smonta, quindi non ti preoccupare.E’davvero un’ottima ricetta e anche i giorni seguenti si mantiene soffice e fragrante.
          Grazie per essere passata nel mio blog, appena ripassi ti farò trovare qualche variante!
          Buona giornata!

    • Ciao pattuzza bedda!!! 🙂
      io quando metto anche i grammi mi riferisco sempre al peso senza guscio altrimenti scrivo 3 uova medie…non ho specificato, eh?
      che fa l’Etna?
      Un forte abbraccio cara

    • Sono felice che ti sia piaciuta Sabry e ti ringrazio per averla provata, d’altronde Leonardo di Carlo è una garanzia, giusto?
      Bella la variante al cacao, grazie per l’idea!!!
      Ah benvenuta nella mia cucina, spero che ti piaccia, un bacio.
      Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.