Pasqualina di carciofi

Pasqualina di carciofi

pasqualinaDa ligure non posso proprio esimermi, la pasqualina di carciofi va assolutamente preparata in occasione della Pasqua. Non può mancare su nessuna tavola, è una tradizione “obbligatoria”. Ci sono molte versioni della torta pasqualina, e soprattutto della pasqualina di carciofi, io propongo quella tradizionale, che bandisce l’uso della pasta sfoglia e usa rigorosamente la pasta matta…vediamo come si fa!

Per la pasta matta:

– 250 g. di farina
– un cucchiaio d’olio
– un uovo
– acqua qb

Per il ripieno:

– 300g. di ricotta
– 6 carciofi
– 6 uova
– maggiorana fresca
– 3 cucchiai di parmigiano
– uno scalogno
– prezzemolo
– olio qb per spennellare

Preparare la pasta matta…sì, perchè qui lo dico e qui lo ribadisco la torta pasqualina di carciofi, esattamente come quella di bietole, non si fa nè con la pasta sfoglia nè con la brisè, bensì con la cosidetta pasta matta.
Ma torniamo a noi.
Amalgamare e impastando gli ingredienti fino a ottenere una consistenza facilmente lavorabile e liscia e porre un poco a riposare leggermente unta d’olio.
Nel frattempo stufare i carciofi a pezzetti con un po’ di scalogno, il prezzemolo e un po’ di brodo. Quando saranno teneri mescolarli con 3 uova, il parmigiano, la ricotta e la maggiorana, salare e mescolare bene.

Dividere la pasta in quattro parti, e stenderla molto sottilmente; non è così difficile perchè la pasta matta è molto elastica e se lo fate con delicatezza non si romperà.
Stendere la prima sfoglia su una teglia ( io ne ho usata una a cerniera) dopo averla un poco unta, quindi riempirla con il composto di carciofi e ricotta. Con un cucchiaio creare tre fossette ovali nel ripieno, dove si andranno a mettere le altre tre uova crude che si rassoderanno durante la cottura della torta.
Coprire con la prima sfoglia e spennellarla d’olio, quindi con la seconda e spennellarla, e quindi con l’ultima che non andrà unta. Sigillare bene i bordi e infornare a 180° per circa 20/25 minuti.pasqualina di carciofi
 

Una ricetta di famiglia per un piatto di antica tradizione: le trofie alla genovese, quelle
Oggi vi racconto i fagioli al fiasco senza fiasco velocissimi. I fagioli al fiasco sono
Frittata di patate e ventricina Confesso che ero molto indecisa se pubblicare o meno la
Trippa alla ligure In tutta la Liguria  - ma in particolare a Genova - la
Antica tradizione , oggi anche uno street-food: sto parlando di un piatto strafamoso, la trippa
Precedente Mezze maniche croccanti al cavolfiore Successivo Sformatino di broccoli con crema al vino rosso e quartirolo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.