Crea sito

Fricandò in cialda al pomodoro

Un ricordo d’infanzia quello del fricandò, lo preparava mia nonna soprattutto d’estate e il profumo si sentiva in tutta la casa. Ogni volta era una festa, e la tradizione si è tramandata prima a mia mamma e adesso a noi, entrambe le sorelle. In realtà è una sorta di ratatouille, magari meno dolce per l’assenza delle carote e con differenti dettagli… in ogni caso  a noi piace ancora chiamarlo così, e prepararlo secondo la ricetta “della nonna”, un sapore unico, un ottimo contorno e – diciamolo pure – un ottimo condimento anche per pasta o riso. In questo caso ne ho fatto un ricco antipasto, un’ entrata per una cena tra amici che ha riscosso – nemmeno a dirlo – un notevole successo… andiamo in cucina e armiamoci di coltello

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

  • brisè al pomodoro 1
  • peperoni rossi 2
  • peperoni gialli 2
  • cipolla 1
  • zucchini 5
  • melanzana 1
  • basilico fresco 1 ciuffo
  • passata rustica 500 ml
  • olio evo qb

Preparazione

  1. Tagliare tutte le verdure a listarelle, tipo una julienne piuttosto grossa, far scaldare un poco di olio in una padella antiaderente e far rosolare a fuoco dolce la cipolla e i peperoni. Salare appena e far cuocere a padella coperta per una decina di minuti.

  2. Aggiungere alle verdure le melanzane, girare bene e coprire nuovamente per altri 10/15 minuti, quindi aggiungere le zucchine e la passata di pomodoro.

  3. Far cuocere 15/20 minuti mescolando ogni tanto, a pentola coperta, quindi aggiungere il basilico spezzettato e finire di cuocere a padella scoperta per far addensare il denso e saporito sughetto. Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare.

  4. Nel frattempo preparare la brisè al pomodoro, dividerla in 4 parti e stenderla in forma rotonda non troppo regolare dello spessore di circa 1/2 cm. Foderare 4 ciotole che possano andare in forno con un foglio di carta forno bagnata e strizzata. Porre su ogni ciotola un disco di brisè e far cuocere a 180° per dieci minuti.

  5. Impiattare le cialde di brisè, riempire con il fricandò e guarnire con qualche foglia di basilico e un filo di olio evo a crudo

Note

Il fricandò è buonissimo anche caldo, ma tiepido o freddo dà veramente il meglio di se’. Il taglio sottile delle verdure fa sì che rimangano perfettamente amalgamate e cremose, e il contrasto tra la morbidezza del fricandò e la croccantezza della cialda rende questo antipasto davvero delizioso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.