Alici in Tempura

Da buona ligure adoro le alici fresche, secondo me il più buon pesce azzurro, e quando le trovo belle lucide, grandi, di lampara proprio non resisto. Le ho cucinate ormai in mille modi ma ce n’è sempre uno che mi manca. Questa erano davvero belle, lucide, argentee, sode e di grandi dimensioni, e mi sono divertita a mischiare la cucina decisamente mediterranea con quella di stile giapponese. La tempura mi piace molto, è bella croccante e mi piace sperimentarla con diversi alimenti. Beh, queste sono state davvero un successo, qualcuno direbbe “fusion” ma più semplicemente mi accontento di dire.. buone, buone, buonissime! Il trucco è nella temperatura, e saranno croccantissime all’esterno e umide e polpose all’interno, una meraviglia, da provare!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaFusion

Ingredienti

  • 500 galici fresche
  • 150 gfarina di riso
  • 200 mlacqua gassata
  • q.b.olio di semi di girasole (per friggere)

Strumenti

  • Padella per friggere
  • Ciotola
  • Frullatore a immersione
  • Carta assorbente

Preparazione

  1. Preparare la pastella, mettendo in una ciotola la farina e l’acqua gassata fredda, e mescolando con il minipimer. Porre subito in frigorifero.

  2. Pulire le alici, togliendo le interiora e la spina centrale cercando di lasciarle intere e aperte, senza romperle. Scolarle e metterle nella pastella, quindi rimettere in frigo per circa mezz’ora. Questo passaggio è importante, perchè immergendole ben fredde nell’olio già a temperatura avranno il cosiddetto “shock termico” e risulteranno belle croccanti senza assorbire troppo olio, quindi rimarranno anche ben asciutte.

  3. Mettere l’olio nella padella, portarlo a temperatura e immergere le alici pastellate appena tolte dal frigo , poche alla volta in modo che non si attacchino l’una all’altra.

  4. La cottura sarà molto veloce, un paio di minuti per parte, scolarle man mano e posarle su carta assorbente o cartapaglia. Servire subito!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.