Crea sito

Mesciua di casa mia

mesciua

Tipica della mia terra di origine, la Liguria, la mesciua è uno di quei piatti “della memoria” che sanno di buono e di infanzia, chiunque ne ha diversi, e sono sapori che ci accompagnano per tutta l avita, piatti “consolatori”, come scherzosamente li chiamo, che ci tirano sempre su.
Ma a parte il sapore di infanzia questo è davvero un piatto straordinario nella sua semplicità, e vale la pena di provarlo almeno una volta (ma non sarà mai una sola, vi avverto!).
Tipicamente invernale, semplicissimo da fare anche se i tempi di cottura sono un po’ lunghi. Naturalmente posto la mia particolare versione, che prevede la cottura dei legumi tutti insieme e non separatamente (il brodino che si crea da questa miscela è ineguagliabile) più… una piccola aggiunta finale, tradizione di famiglia, per cui l’ho chiamata mesciua di casa mia: la luganega, grigliata e fatta a piccoli pezzi per essere gustata insieme ai legumi, che sarà aggiunta alla fine nei piatti , donando a questo piatto un sapore ancor più particolare

  • 250g. di ceci secchi
  • 250 di fagioli cannellini secchi
  • 100 g. di grano (o farro, ma con il grano è meglio)
  • un pizzico di bicarbonato
  • olio evo qb
  • pepe nero
  • 300 g. di luganega

Mettere a bagno i ceci e i fagioli per una notte, aggiungere un pizzico di bicarbonato che li farà diventare più teneri, l’indomani mattina aggiungere il grano e lasciare a mollo per un’oretta circa.
Personalmente preparo questo piatto con la pentola a pressione, non solo per accorciare i tempi di cottura ma perchè il sapore rimane più intenso volatilizzando meno.

Cominciare dai ceci, calcolare 15 minuti dal fischio, quindi lasciar sfiatare, aprire la pentola e aggiungere il grano. Per ultimi, dopo 15 minuti, aggiungere i fagioli cannellini e far cuocere per circa altri 20/25 minuti.
Personalmente non aggiungo aromi o altro, il brodo che si forma da questa “miscela ” è saporito di suo..
Nel frattempo cuocere la luganega sulla griglia, e una volta cotta tagliarla a pezzetti di 2 o 3 cm., tenendo in caldo.
Servire la mesciua ben calda, se li avete in ciotole di terracotta o simili, aggiungendo in ogni piatto olio evo (meglio se novello) , qualche pezzetto di luganega  e una spolverata di pepe nero.

Vi piacciono gli sfizi salati? A me moltissimo, e dal momento che sere fa avevo
Cosa vi viene in mente se dico "confort food"? Il cibo cosidetto "consolatorio" è un
Le lasagne non si abbandonano mai, nemmeno de'state... certo i sapori devono essere più leggeri
Gli involtini di verza golosi sono un piatto di antica tradizione, molto saporiti e ideali
Ho trovato in rete la ricetta dei felafel, gustose polpettine di ceci di tradizione araba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.