Crea sito

Crema al Burro Meringata

Da quando ho scoperto l’esistenza di questa crema al burro meringata non riesco più ad usare nient’altro per la “stuccatura” delle torte decorate in pasta di zucchero. Leggendo qua e là, il problema maggiore, secondo me, nell’uso della crema al burro per stuccare rimane il gusto: a noi italiani proprio non piace,c’è poco da fare! Ma questa versione,con l’aggiunta di meringa italiana, pur mantenendo le caratteristiche di una crema al burro, è tutta un’altra storia…provare per credere,come diceva qualcuno! Potrebbe a primo impatto sembrare un po’ difficile da farsi,in realtà è abbastanza semplice, io comunque  vi consiglio l’uso di un termometro da pasticceria.  Per prima cosa preparare tutti gli ingredienti pesati, cosi’ da averli a portata di mano…andiamo a vedere come si fa 🙂

Crema al burro meringata
Clicca sull’immagine per ingrandirla

Crema al burro meringata

INGREDIENTI:

  • 4 albumi d’uovo a temperatura ambiente (120 grammi circa)
  • un pizzico di sale
  • 1/4 di cucchiaino da tè di cremore di tartaro (facoltativo, serve a dare stabilità agli albumi)
  • 225 g di zucchero semolato
  • 50 g di acqua
  • 365 g di burro morbido
  • aromi a piacere (vaniglia,mandorla,arancia ecc.in fialette)

PREPARAZIONE:

  1. Versa gli albumi a temperatura ambiente nella planetaria con la frusta a filo (puoi usare anche un frullino elettrico) di solito io utilizzo quelli che mi sono avanzati per fare la crema pasticcera.Crema al burro meringata
  2. In una casseruola dal fondo spesso versa i 50 ml di acqua, aggiungi lo zucchero e mescola con un cucchiaio.Crema al burro meringata
  3. Porta su fuoco medio/basso,mescolando solo all’inizio, fai attenzione a non sporcare i bordi della pentola con lo zucchero altrimenti cristallizzerebbe, dovesse succedere puliscili con un pennello bagnato con acqua.CREMA AL BURRO MERINGATA
  4. Intanto inizia a montare gli albumi, appena diventano schiumosi, aggiungi il sale e il cremore.Crema al burro meringata
  5. A questo punto se hai il termometro porta lo sciroppo a 118°, altrimenti imposta il timer a 7 minuti e regolati dalle bollicine che di formeranno: dapprima saranno più grandi, poi via via più piccole, quando lo sciroppo è pronto dovrà cambiare leggermente di colore e diventare un po’ più denso. E’ chiaro che il termometro è più comodo e preciso.Crema al burro meringataCrema al burro meringataCrema al burro meringata
  6. Intanto nel frattempo gli albumi saranno montati. aggiungi lo sciroppo bollente facendolo cadere a filo, aumentando la velocità, tra il bordo della planetaria e la meringa.Lo sciroppo bollente pastorizza gli albumi e quindi niente rischio salmonella!Crema al burro meringata
  7. Continua a montare per 10 minuti circa, dipende dalla temperatura ambiente, affinché la meringa possa raffreddarsi ben bene. Se è troppo calda al momento di aggiungere il burro potrebbe smontarsi. Dovrai ottenere una meringa stabile, come si dice in gergo “a becco di uccello” vale a dire che quando alzi la frusta dovrai ottenere uno spuntone rigido e curvo tipo un becco d’uccello appunto.CREMA AL BURRO MERINGATA
  8. Adesso è il momento di unire il burro, un pezzo alla volta, mi raccomando,dev’essere morbidissimo,ma non sciolto e continua a montare: in questa fase  la crema all’inizio tenderà ad abbassarsi un po’, è normale, continuando a montare riprenderà spessore e consistenza.Crema al burro meringataCrema al burro meringata
  9. E’ il momento di aromatizzare la crema aggiungendo mezza fialetta di aroma desiderato, il mio preferito è quello alla mandorla.Questa crema va benissimo per guarnire cupcakes e fare decorazioni con la sac à poche, tipo le rose di burro ecc. e va usata appena fatta, se la doveste conservare in frigo, tenete conto che solidifica, quindi si dovrà riportarla a temperatura ambiente e dare ancora qualche giro di frusta .Adoro la consistenza di questa crema al burro meringata!Crema al burro meringata

 

Crema al burro meringata

Grazie per aver letto la mia ricetta della crema al burro meringata , se ti è piaciuta puoi rimanere aggiornato con le prossime cliccando mi piace sulla mia pagina di Facebook QUI oppure iscrivendoti gratis alla mia newsletter, ricordati di confermare l’iscrizione controllando nella sezione spam…alla prossima 🙂

Inserisci il tuo indirizzo email:Delivered by FeedBurner

31 Risposte a “Crema al Burro Meringata”

  1. salve ma se apposto del burro volessi usare la margherina?
    mi cambierebbe in consistenza?
    è solo x una questione di sapore più delicato…
    io devo utilizzarla x una torta con pasta di zucchero, tra la torta e la pdz
    grazie mille

    1. Sinceramente io non ho mai provato a farla con la margarina,se è per il gusto ti consiglio il burro, tanto poi con la meringa non si sente molto, e di aromatizzare come più preferisci,vai tranquilla che ha un gusto delicatissimo!

  2. Grazie mille…scusami ma avendo problemi con internet non avevo visto il tuo commento e ho lasciato anche un commento in “crema al burro meringa svizzera” quindi sappi che sono sempre io e non devi rispondermi……grazie mille ancora brava

  3. Ciao,
    volevo chiederti se queste dosi sono sufficienti per ricoprire un pan di spagna dal diametro di 30 cm e alto all’incirca 7 cm, per poi ricoprirlo di pasta di zucchero.
    Volevo fare una crema al limone o all’amaretto come farcitura, cosa mi consigli?
    Come bagna cosa consigli? (non alcolica perché ci sono due bimbi di due anni).
    Grazie e complimenti

    1. Ciao Elena,io per una torta come hai detto tu ne faccio una dose da tre albumi,quindi questa dose ti avanza, per la bagna con quei gusti o la farei alla vaniglia per la crema al limone,e con l’amaretto mi viene in mente una al cappuccino,magari con un caffè decaffeinato

  4. Salve volevo chiederti se sapevi dirmi dove ho sbagliato. Ho fatto la crema la sera e l’ho messa il frigo ma il giorno quando ho usato la frusta per farla rimontare mi si è divisa nel senso che ha cacciato del liquido che credo fosse l’acqua .sai darmi un consiglio io la vorrei rifare ma mi tocca farla sempre la sera perché lavoro

  5. Ciao Maria, purtroppo non ti so spiegare il motivo perchè e capitato anche a me,a volte è venuta perfetta dopo averla portata di nuovo a temperatura ambiente e rimontata e a volte si è separata la parte liquida dal grasso…proverò a documentarmi e ti farò sapere 😉

  6. Ciao, volevo sapere se questa crema si può colorare. Mia figlia vorrebbe una torta con un prato verde e avevo pensato di usare questa crema. Altrimenti cosa potrei usare? La classica panna? Grazie mille.

  7. ciao, posso usare questa crema con i beccucci russi? come la posso aromatizzare considerando che la userò solo per fare i fiori? la torta sarà un pds farcito con chantilly e gocce di cioccolato, ricoperto poi da pdz
    grazie

    1. SI,puoi usare benissimo questa crema con i beccucci russi,la puoi aromatizzare alla vaniglia,al rum,alla mandorla,all’arancia…magari cerca di abbinarla alla bagna che userai…sempre con aromi in fialette o estratto di vaniglia.

  8. Ciao volevo sapere se con questo frosting posso decorare una torta con dei fiori fatti a sac a poche, per capirci quelli fatti sul chiodo. Quindi mi serve una cosa sicura che duri 24 ore. La faccio il giorno prima per il giorno dopo. Volevo sapere se una volta adagiate sulla torta c’è pericolo che il colore (polvere)delle rose macchiano la panna della torta. Grazie mille attendo una risposta. ciao ..

    1. Ciao Gabry, puoi realizzare tranquillamente dei fiori con questa crema al burro, naturalmente la torta va tenuta in frigorifero. Per quanto riguarda il colore non credo macchierà la panna perchè una volta in frigo la crema indurisce e non ci dovrebbero essere problemi…fammi sapere poi 😉

  9. Bellissima la tua crema! Io invece sono due volte che provo a farla ma dopo aver aggiunto il burro si smonta e non si riprende più. Non so perché… sarà perché la neve non era ben fredda ma tiepida?

    1. Si è proprio per quel motivo! La meringa deve essere fredda e non tiepida prima di aggiungere il burro che invece deve essere morbidissimo. Comunque continuando a montare ancora la crema si poteva riprendere man mano che si raffredda.

  10. È una vita che ho la tua ricetta salvata e domani la proverò. Ti chiedevo quanta ne faresti per ricoprire di rose fatte con la sac a poche una torta da 28cm alta 10. E se la torta fosse un semifreddo posso metterla nel congelatore una volta decorata? Grazie mille in anticipo e complimenti!!!

    1. Ciao, considera che io per stuccare una torta da 28 cm., prima della copertura in pasta di zucchero, faccio una dose da tre albumi, quindi credo che una dose da 5 albumi ti dovrebbe bastare.Sinceramente non ho mai provato, ma ho congelato la crema che mi era avanzata, quindi penso di si, fammi sapere 🙂

  11. Ciao! Le tue rose sono bellissime! Volevo chiederti due cosine sulla crema.
    Per l’effetto ruffle potrebbe reggere? Se stuccassi con panna montata e facessi le decorazioni con la crema non scivola? ( Mi è capitato con la ghiaccia un disastro), la torta sarà ripiena di crema pasticcera e frutta quindi dovrà stare in frigo tutto il tempo quindi la decorazione diventerebbe dura come il burro? Se si, quanto tempo dovrà stare fuori frigo per ammorbidire il tutto e fare si che al palato risulti morbido?
    Ti ringrazio un mondo !

    1. Per l’effetto “ruffle”la crema va benissimo, mi chiedo perchè stuccare con panna se poi dovrai usare questa crema per decorare. Stucca pure la torta con un velo di crema al burro e fai solidificare qualche ora in frigo, poi decora con la sac a poche. In frigo la crema solidifica, ma basterà lasciarla a temperatura ambiente per una ventina di minuti, poi dipende dalla temperatura, è chiaro che in estate si ammorbidisce prima.

  12. Sei molto gentile, allora stucchero’ anche la torta con la crema al burro, prima di servire la tengo 15-20 minuti in frigo, poi l’ultima domandina : usi uova medie? Così mi regolo a non usare quelle più grandi

  13. Ciao Antonella ho bisogno di sapere che autonomia avrebbe una drip cake stuccata con questa crema al burro se deve rimanere esposta durante la festa sul tavolo.
    Grazie Tamy.

    1. Ciao Tamy questo dipende moltissimo dalla temperatura ambiente…è chiaro che se fa molto caldo la torta lasciata sul tavolo per molto tempo potrebbe avere dei problemi.Comunque in genere un paio d’ore dovrebbe resistere tranquillamente io credo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

↓