Boston clam chowder
Ho cercato tra le tante varianti perchè volevo una zuppa di vongole davvero differente. E credo di averla trovata. Ringrazio i 1000 siti italiani, inglesi e americani che ho confrontato e questo è il meglio che sono riuscita a fare. L’ho assaggiata 2 ore fa…STREPITOSA!
La zuppa di vongole, ma più in generale di pesce, è particolarmente diffusa tra i pescatori europei, gli inglesi ne mangiano e ne hanno sempre mangiata tanta. Leggo on line che anche nel Nuovo Continente grazie ai Padri Pellegrini, è riuscita a diffondersi in diverse preparazioni a seconda delle aree ed entrando di fatto a far parte dei piatti tipici americani. In pratica esiste dalla nascita degli USA. Le prime versioni, rigorosamente servite a bordo delle navi, prevedevano l’uso di biscotti che oggi sono sostituiti da cracker e pane. Questa specialità era in realtà già presente anche fra gli Indiani d’America, che pare fossero soliti preparare zuppe di pesce simili a questa: buongustai!

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    40 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Porri 1 kg
  • pancetta tagliata a cubetti 250 g
  • Vongole 1 kg
  • cipolle bianche o dorate 3
  • gambi di sedano 2
  • carota 1
  • Alloro 3 foglie
  • Timo 1 rametto
  • Farina 4 cucchiai
  • Prezzemolo
  • patate da gnocchi 500 g
  • Panna fresca liquida 1 bicchiere
  • Latte 1 bicchierino
  • Sale
  • Pepe

Preparazione

  1. Buona parte di questi ingredienti deve essere lavorata prima di diventare parte della zuppa. Ecco allora cosa fare in fase di preparazione.
    – tritare i porri (verrà una bellissima cremina verde)
    – tritare la cipolla dopo averla pulita per bene e dopo averle tolo la parte più dura della pelle
    – tagliare a cubetti i gambi di sedano. (Il sedano deve essere privato delle foglie e dei filamenti legnosi dopodiché lo si sciacquerà in acqua fredda e sarà pronto per essere tritato)
    – tagliare a cubetti la carota
    – tagliare a cubetti le patate
    – mettere a bagno le vongole (Per lo spurgo, abbondate con l’acqua e lasciatele a mollo tre ore o più, a seconda di quanta sabbia hanno trattenuto. Usate un recipiente di ceramica o di coccio, evitate i metalli e la plastica.
    Aggiungete 4 cucchiai di sale grosso)

  2. Ora si parte. La primissima cosa:
    In una pentola grande con un filo d’olio metto le vongole che cucino a fuoco basso, con un coperchio, lasciando che si aprano tutte e rilascino il loro liquido. Metto da parte il liquido dopo averlo filtrato, metà delle vongole le lascio intere (senza guscio). L’altra metà, dopo averle tolte dal guscio, le trito. Dal momento che ho bisogno di 4 bicchieri di liquido delle vongole, se dovessero averne prodotto di meno, lo allungo con un pò di brodo di pesce.

  3. In un’altra pentola faccio rosolare la pancetta a fuoco medio-alto finché non sarà croccante (circa 8 minuti). Adesso aggiungo i porri, le cipolle, il sedano e le carote. Soffriggo il tutto per circa 2 minuti circa fino a quando le verdure cominciano ad appassire. Aggiusto le verdure con sale e pepe. Aggiungo le foglie di alloro e timo. Aggiungo anche la farina e cuocio per 2 minuti.
    Ora che questo saporitissimo soffritto è fatto, aggiungo le patate. Incorporo l’acqua delle vongole e porto il liquido ad ebollizione.

  4. La bollitura prosegue finchè le patate non sono belle tenere. Poi aggiungo la panna e il latte e faccio cuocere per altri 5 minuti a fuoco lento. Aggiungo le vongole e faccio cuocere per 2 minuti. Mescolo e spolvero con il prezzemolo.

    Aggiusto “in corsa” di sale e pepe.

    Qualche vongola intera posso lasciarla fuori e aggiungerla dopo per guarnire.

Grazie per avermi letto e spero che ti sia piaciuto! Se hai qualche suggerimento o vuoi lasciare un commento ne sarò molto felice.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche qui:

Sai perché mi chiamo BluMirtillo? Perchè…

  • amo il blu
  • mi piacciono i sapori leggermente aspri e il mirtillo me li ricorda
  • è un nome vivace come vivace è il mio blog
  • è un nome grintoso e allegro come me
  • perché richiama la natura, le cose semplici e la vita sana
  • La filosofia di BluMirtillo? Cucina #nostress

logo completo blumirtillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.