Pasta al forno alla pizzaiola

Pasta al forno alla pizzaiola: un primo piatto vegetariano molto rustico. La ricetta nasce dalla tradizione napoletana, dove la carne viene cotta nel sugo, questo poi viene utilizzato per arricchire primi piatti a base di pasta, i quali acquistano un gusto pieno ad appagante. Io l’ho rivisitato scegliendo un formato di pasta particolarmente appetitoso, infatti ho privilegiato i paccheri rigati trafilati al bronzo che, a mio modesto avviso intrattengono bene il condimento. Il sugo è arricchito da olive Taggiasche e capperi, in più prima di mettere in forno a gratinare ho aggiunto la mozzarella e il parmigiano. Il risultato è un piatto completo e bilanciato, che avvolge completamente il palato al primo assaggio. Se seguirete i passaggi spiegati passo passo potrete assaporare anche voi questa semplice ricetta.

Nel mio blog potrete leggere e magari se volete anche provare le fettine di carne alla pizzaiola, vi lascio il link diretto qui, in più vi offro altre idee per realizzare primi piatti cotti al forno:

Pasta al forno alla pizzaiola
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornoFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per la ” Pasta al forno alla pizzaiola”

320 g paccheri
400 g polpa di pomodoro
100 g olive taggiasche
1 cucchiaio capperi sotto sale
200 g mozzarella
1 spicchio aglio
q.b. origano secco
2 pizzichi sale
q.b. parmigiano grattugiato

Strumenti per la “Pasta al forno alla pizzaiola”

Passaggi per la “Pasta al forno alla pizzaiola”

1) Preparate tutti gli ingredienti.

Pasta al forno alla pizzaiola

1) In casseruola versate l’acqua e portate sul fuoco. Intanto in una padella versate l’olio, appena si sarà scaldato unite lo spicchio d’aglio pelato e sciacquato, fatelo rosolare per un paio di minuti.

2) A seguire aggiungete il pomodoro, ripulendo la ciotolina che lo contiene con un pochino d’acqua che andrete a versare sempre in padella, infine un pizzico di sale.
N.B: vi consiglio di insaporite con poco sale, perché in questo sughetto andrete ad aggiungere anche i capperi e le olive Taggiasche, entrambi gli ingredienti sono molto sapidi, quindi per non compromettere il risultato finale ne basterà solo un pizzico.

3) Tagliate grossolanamente i capperi.

4) Tagliate anche le olive Taggiasche denocciolate in modo grossolano.

5) Coprite la padella con il coperchio e lasciate cuocere a fiamma dolce.

6) Appena l’acqua raggiunge il bollore mettete una presa di sale grosso e la pasta a cucinare. Il tempo di cottura complessivo della pasta che andrete ad utilizzare dovrà essere dimezzato, perché terminerà di cuocere in forno.

7) Quando il sugo si sarà ben ristretto togliete lo spicchietto d’aglio ed aggiungete un pochino di origano.

8) Scolate la pasta a metà cottura ed unitela in padella, mescolate velocemente in modo che si insaporisca per bene.

Pasta al forno alla pizzaiola

9) Preriscaldate il forno alla temperatura di 180 gradi in modalità statica. Trasferite metà della pasta condita in una teglia, distribiute la metà della mozzarella tagliata a tocchetti grossolani.

10) Coprite con la restante pasta ed unite la rimanente mozzarella.

11) Spolverizzate con il parmigiano grattugiato ed infornate nel ripiano centrale del forno a 180 gradi, terminate la cottura per altri 15 minuti.

Ed eccola pronta da gustare. 🙂

Pasta al forno alla pizzaiola

Conservazione

Potete conservare la pasta all’interno della teglia coprendola con pellicola per alimenti, oppure trasferirla in un contenitore apposito, per due o tre giorni in frigorifero.

Domande e Risposte

Al posto dei paccheri cosa mi consigli?

Puoi utilizzare tutti i formati di pasta di media dimensione, oppure puoi optare anche per i bucatini o la pasta alla chitarra.

Potrei usare la polpa di pomodoro o i pelati?

Certo, puoi utilizzare la tipologia di sugo che gradisci di più.

Potrei usare le olive nere in sostituzione delle olive Taggiasche?

Certamente. 🙂


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Hai voglia di aiutarmi a migliorare la ricetta, rispondendo a qualche domanda? Grazie!

* Domanda obbligatoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.