Crea sito
Olio al peperoncino
Salse e condimenti

Olio al peperoncino

Olio al peperoncinoOlio al peperoncino

Salve a tutti, oggi vi parlerò del mio “Olio al peperoncino” preparato con peperoncini essiccati e olio extravergine d’oliva, sappiate comunque che potete utilizzare anche l’olio di oliva che ha un gusto più delicato. Una volta pronto l’olio si manterrà bene per diversi mesi e potrete condire la pasta, insalate, secondi piatti e anche la pizza, insomma qualche goccia di questo prezioso olio dona ai vostri piatti quel tocco in più, naturalmente nelle giuste quantità! Il peperoncino per chi non lo sapesse è ricco di vitamine e sali minerali, in più è un antiossidante naturale, quindi a meno che non si soffra di patologie particolari fa benissimo al nostro organismo. Il metodo più semplice e sbrigativo per conservare i peperoncini è di metterli in un sacchetto per alimenti e riporli nel freezer. D’estate chi ha la fortuna di abitare in zone calde e secche può tranquillamente raccoglierli e farli essiccare al sole. Oppure come nel mio caso, se appunto abitate in zone umide li potete essiccare nel forno, se volete prepararlo anche voi seguite la ricetta e vi spiegherò il mio metodo..


Olio al peperoncino

La giusta regola che mi è stata insegnata è: per ogni 250 gr. di olio extravergine d’oliva 1 peperoncino. Però sappiate che io raddoppio le dosi del peperoncino, perché adoro l’olio piccantissimo..

Ingredienti:

  • 500 gr. di olio evo
  • 50 gr. di peperoncini (io 100 gr. di peperoncini)

Preparazione.

La prima cosa che dovrete fare è la STERILIZZAZIONE della bottiglia e del tappo che andrà a chiudere ermeticamente l’olio, come fare?

Semplice:

  1. Lavate accuratamente dentro e fuori con acqua calda e detersivo la bottiglia e il tappo.
  2. Risciacquateli.
  3. Asciugarli in tutte le loro parti con un canovaccio pulito.
  4. Versate abbondante acqua in una pentola, immergete completamente la bottiglia e il tappo.
  5. Chiudete con un coperchio.
  6. Fate bollire l’acqua con dentro la bottiglia e il tappo.
  7. Raggiunto il bollore dovrete lasciarle sterilizzare per 10 minuti.
  8. Dopodiché spegnete aspettate qualche minuto e usando le pinze toglieteli dall’acqua.
  9. Appoggiate la bottiglia e il tappo su un canovaccio pulito.
  10. Lasciate che si asciughino completamente.
PREPARAZIONE DEI PEPERONCINI.

Quando fate questo genere di preparazioni vi consiglio di usare un paio di guanti in lattice, per evitare sgradevoli conseguenze.

Lavate bene i peperoncini e asciugateli accuratamente utilizzando un canovaccio.

Preriscaldate il forno non dovrà superare i 45 gradi di temperatura se avete un forno ventilato.

Privateli del picciolo.
Se utilizzate i peperoncini lunghi divideteli a metà (però sappiate che impiegheranno più tempo per raggiungere il giusto grado di essiccazione), io vi consiglio di tagliarli a striscioline, se utilizzate come nel mio caso i peperoncini calabresi, tagliateli a rondelle. Disponeteli in una teglia rivestita con un foglio di carta forno distanziandoli l’uno dall’altro.

Lasciateli seccare nel vostro forno per almeno 6-8 ore, tenendo lo sportello del forno leggermente aperto per far fuoriuscire l’umidità.
Saranno pronti quando si sbricioleranno con le mani.

A questo punto potete riprendete la bottiglia sterilizzata e ben asciugata, mettete i peperoncini e versate l’olio, chiudete ermeticamente e riponetela in dispensa, per almeno 4 settimane. Io ad esempio dopo un paio di mesi lo verso in un’altra bottiglia (sempre sterilizzata) privandolo dei peperoncini..

Dopodiché potrete gustare il vostro “Olio al peperoncino”, da usare con parsimonia, per qualsiasi tipo di pietanza che vorrete arricchire.Olio al peperoncinoSe volete potete seguire “Menta e peperoncino” anche su Facebook.. 🙂

14 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.