Focaccia bianca tipo genovese

La focaccia bianca tipo genovese è nata dalla voglia di preparare una focaccia simile alla “fügassa”, una specialità tipica della Liguria. Ho una suocera genovese doc e un marito alessandrino che adora questo tipo di focaccia, quindi ho provato e riprovato tante ricette ma nessuna mi ha soddisfatta tranne questa che vi presento oggi. Ho scritto tipo genovese perchè non è la ricetta originale ma è quasi uguale: alta massimo due centimetri, croccante e morbida allo stesso tempo, friabile, non gommosa, lucida d’olio d’oliva. La lievitazione è abbastanza lunga, ma vi assicuro che questa focaccia è di sicura riuscita e molto facile da preparare. Se volete servire la focaccia la sera, dovrete impastarla al mattino. Le dosi sono per 2 focacce e 2 teglie di 40×40 cm. Ed ora vediamo assieme come preparare la focaccia bianca tipo genovese, ai miei parenti ed amici piace moltissimo! Quindi, pur non essendo la ricetta originale, direi che ha superato comunque il giudizio dei genovesi!

Se vi piacciono le focacce, vi consiglio anche queste ricette: Focaccia al pomodoro morbidissima, con fiocchi di patate; Focaccia con cipolle pomodorini e olive!

  • Se vi piacciono le mie ricette e se vi fa piacere, seguitemi anche nella mia PAGINA FACEBOOK, INSTAGRAM e PINTEREST, per restare sempre aggiornati sulle mie ricette e sulle novità!

 

Focaccia bianca tipo genovese ricetta
  • Preparazione: 10+lievitazione impasto Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 12 Persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

Per l'impasto

  • 250 g Farina 0
  • 250 g Semola di grano duro rimacinata
  • 220 g Farina Manitoba
  • 80 g fiocchi di patate (o 1 patata lessa)
  • 2 cucchiai Olio di oliva
  • 20 g Sale
  • 1 bustina Lievito di birra secco
  • 700 ml Acqua

Per la superficie

  • 6 cucchiai Olio di oliva
  • 6 cucchiai Acqua
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Al mattino, in una ciotola capiente, inserite l’acqua, il lievito, l’olio e il sale. Aggiungete le farine e i fiocchi di patate a poco a poco, continuando a battere energicamente l’impasto.

  2. Quando avrete aggiunto tutte le farine e i fiocchi, continuate a battere l’impasto nella ciotola per minimo 8 minuti. L’impasto, essendo molto idratato, risulterà molliccio, non aggiungete assolutamente farina.

  3. Coprite la ciotola con la pellicola da cucina e fate riposare l’impasto in frigorifero.

  4. Alle 16 del pomeriggio togliete la ciotola dal frigo e fate riposare l’impasto a temperatura ambiente per 2 ore.

  5. Dividete l’impasto a metà e formate due filoni. Metteteli in due teglie quandrate di circa 40/40 cm e fateli lievitare ancora per 15 minuti. Dopodichè spianateli con le mani oliate o bagnate.

  6. Formate dei buchi sulla superficie dell’impasto, usando le dita e arrivando sul fondo della teglia. Spennellate sulla superficie il battuto di olio di oliva, acqua e sale e fate lievitare ancora per un’ora e mezza.

  7. Per cuocere la focaccia io utilizzo la funzione pizza del forno. Preriscaldate il forno a 200° per 10 minuti. Inserite nel forno una teglia per volta e fate cuocere la focaccia per 20 minuti, fino a quando risulterà bella dorata. Procedete nello stesso modo con la seconda focaccia.

  8. Se il vostro forno non ha la funzione pizza, cuocete la focaccia in forno statico preriscaldato, a 200° per 25 minuti.

  9. Focaccia bianca tipo genovese

    Servite la focaccia bianca tipo genovese bella calda fragrante, è una delizia, parola mia!

Note

  • Se volete farcire la focaccia ecco alcuni suggerimenti. Mi raccomando, qualsiasi ingrediente va aggiunto prima del battuto di olio, acqua e sale:
  • Alla salvia: aggiungete delle foglie di salvia tritate ed intere sulla superficie;
  • Al rosmarino: aggiungete del rosmarino tritato nell’impasto e sulla superficie;
  • Alle olive: aggiungete 100 grammi di olive nere sulla superficie;
  • Alla cipolla rossa di Tropea: aggiungete 2 cipolle rosse affettate e prima ammorbidite facendole cuocere con olio;
  • Ai peperoni: aggiungete sulla superficie due peperoni affettati e fatti grigliare prima sulla piastra o in forno.
  • Torna alla HOME PAGE.

© 2019, Paola. All rights reserved.

Precedente Cialledda, o acquasale, ricetta tipica pugliese Successivo Pasta fredda alla greca, con feta, pomodorini e olive

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.