Torta alle noci

Ricetta del mio agriturismo preferito.

L’assaggio e rimango fregata: burrosa e tostata, saporita, così tanto da volerne subito un’altra fetta. E così buona da stalkerare la chef Barbara perché spoileri il contenuto misterioso.

Eccola qui. Semplice veloce e di una bontà incredibile. Provare per credere. ♥️

Ps Andate a trovarla alla Cascina di Mattia, vi troverete in un piccolo angolo di paradiso, di gusto e di amici pelosi. Filippo si trasferirebbe lì, se potesse 😉

“Semplice

Come le storie che cominciano

Come dar calci ad un barattolo

E respirare con un ritmo quasi uguale

A questi giorni che viviamo in due

Svegliati

C’è sempre un sogno da raggiungere

Amore forza che è possibile

Andare avanti anche se fa un freddo cane

E ci vogliono imbrogliare”

Gianni Togni

  • DifficoltàMolto facile
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8-10
  • Metodo di cotturaForno

Ingredienti

Ingredienti per uno stampo da circa 26 28 cm

200 g burro
200 g zucchero di canna (Se preferite potete usare anche lo zucchero bianco raffinato.)
200 g gherigli di noci
200 g farina 00
2 uova
1 bustina lievito in polvere per dolci
q.b. zucchero a velo (Per decorare)
q.b. zucchero muscovado (Facoltativo, per dorare la superficie )

Strumenti

Passaggi

Iniziate a accendere il forno in modalità statica a 170 gradi. Fondete quindi il burro e lasciatelo intiepidire.

Montate con le fruste le uova con le zucchero fino a composto gonfio e spumoso, quindi aggiungete la farina setacciata con lo zucchero mescolando sempre con le fruste. Tritate le noci fino a ottenere una polvere molto grossolana e unitele all’impasto insieme al burro intiepidito, senza smontarlo, mescolando con una marisa delicatamente.

Imburrate e infarinate lo stampo scelto, versate l’impasto, spolverate con lo zucchero di canna muscovado (facoltativo, potete anche non farlo) e infornate in forno già caldo per 30 35 minuti. Fate la prova dello stecchino prima di sfornare. Lasciate intiepidire, sformate e servite spolverato di zucchero a velo.

Note

Potete conservarla in dispensa coperta da campana di vetro per 3 – 5 giorni: resterà come appena fatta. Potete anche provare altra frutta secca: io ho provato anche con 170g di noci e 30g di fave di cacao, ottimo. E perché no, servite anche con della panna montata o della crema pasticcera, se volete dare un tocco in più. La trovate a questo link Crema pasticcera – M. Santin

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.