Pizza dolce salata con mele e cannella

Share

Pizza dolce salata con mele e cannella

pizza dolce salata con mele e cannella

Pizza dolce salata con mele e cannella

Ciao a tutti ,che ne dite se oggi facciamo questa squisita pizza dolce salata con mele e cannella? Dove assaporate il profumo della pizza il dolce delle mele è il profumo di cannella. Questa è la mia versione.

Ingredienti

300 gr di farina 00
200 gr di farina integrale
300 gr di farina 00
450 gr Acqua o q.b

20 g Olio Extra Vergin
1 cucchiaino di Sale
20 gr miele
150 gr lievito madre o 5 gr di lievito di Birra
4 mele a vostro gusto
zucchero di canna Q.B
cannella in pilvere Q.B

Preparazione

Sciogliete il lievito madre in poca acqua a temperatura ambiente, aggiungete il miele e mescolate, unite l’olio la farina e l’acqua.
Mescolate il tutto fino a quando la farina non e’ stata assorbita, aggiungete il sale e impastate fino a sciogliere bene il sale, dovedrete ottenere un’impasto morbido ma non molle.
Ungete un contenitore con un po’ di olio, trasferite l’impasto nel contenitore unto coprite bene con pellicola da cucina e mettete a lievitare per almeno 12 ore a temperatura ambiente.
Riprendere l’impasto allargatelo su un piano da lavoro infarinato e trasferitelo nella teglia rivestita da carta forno.
Sbucciate e affettatele le mele di uno spessore di mezzo centimetro, posizionatele sulla superfice della pasta e cospargetele con lo zucchero di canna e cannella.
Fate riposare la pizza per 1 ora, intanto preriscaldate il forno a 250°c infornate la pizza sulla parte più bassa del forno per 10 minuti poi trasferitela nella parte centrale del forno e fate dorare la superfice per altre 10/15 milnuti.
Servite la pizza dolce salata con mele e cannella  tiepida.
Con lo stesso impasto potete preparare anche delle buone pizze a vostro gusto e fantasia.

 pizza dolce salata con mele e cannella

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Share

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

 

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Pane con pomodori secchi, fatto con lievito madre. Ottima idea per un aperitivo o accompagnato a un antipasto. Ottimo anche per una scampagnata con amici.

Ingredienti

200 gr di lievito madre
1 kg di farina tipo 1
500 gr di passata di pomodoro
2 cucchiai di concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di sale
10/15 pomodori secchi
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione

In una planetaria versate la farina, unite il lievito madre e incominciate ad impastare, versate il concentrato e la passata di pomodoro, il sale e 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, azionate la planetaria e fate impastare fino ad ottenere un’impasto morbido e lisco.
coprite con un canovaccio e fate lievitare tutta la notte.
La mattina seguente dividete l’ impasto in due parti uguali e formate due filoncini.
Imburrate e infarinate una teglia a forma di ciambella, sistemate un filoncino sulla base della teglia distribuite i pomodori secchi sott’olio ben tamponati con carta assorbente da cucina per eliminare l’olio in eccesso.
Sistemate il secondo filoncino sui pomodori, fate aderire bene sui bordi, spennellate con un po di olio la superficie e lasciate lievitare l’impasto in luogo tiepido per 4-5 ore.
Fate riscoldare il forno a 200°c e infornate il vostro pane con pomodori secchi per 20 minuti, poi abbassate a 180°c e lasciate cuocere per altri 10 minuti.
Qualche consiglio: Potete utilizzare 500 gr di farina 00 e 500 gr di farina di semola di grano duro o manitoba. Versate la passata di pomodoro un po per volta cosi tenete sotto controllo la morbidezza dell’impasto, se vedere che l’impasto e un po duro aggiungete altra passata, (io non ho utilizzato acqua ma solo passata di pomodoro).

Pane con pomodori secchi fatto con lievito madrePane con pomodori secchi fatto con lievito madre

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Share

Quiche di topinambur e porro

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare.

Quiche di topinambur e porro

Oggi vi do in’idea par l’antipasto per le feste di natale, questa quiche di topinambur e porro un tortino molto semplice da preparare. Potete prepararlo in anticipo anche il giorno prima poi tagliarlo a quadrotti e prima di servire passate a riscaldare in forno.

Ingredienti
4 uova, leggermente sbattuto
un pizzico di pepe
3 topinambur
2 porri
40 gr di pancetta
100 gr di formaggio emmental
50 gr di parmigiano grattugiato
un rotolo di pasta sfoglia
Preparazione

In una ciotola, mescolare uova, sale e pepe; e mettere da parte. In una padella sofriggere il porro e il topinambur lavato e affettato sottilmente, aggiungere la pancetta tagliata a striscioline e fare dorare per 15 minuti, fare raffreddare.Versare nel composto di uova i formaggi il porro con il topinambur e la pancetta. Rivestire uno stampo con la pasta sfoglia. Versare il composto nello stampo livettare bene chiudere con la pasta che fuori esce dallo stampo e cuocere 20 minuti o fino a quando non risulta dorato.. Lasciare riposare per 10 minuti; tagliare a spicchi prima di servire la

quiche di topinambur e porro.

Il topinambur è anche conosciuto come rapa tedesca ha un sapore delicato e dolciastro che ricorda quello del carciofo ed ecco perchè viene anche chiamato carciofo di gerusalemme. Il topinambur è un tubero e la sua pianta appartiene alla famiglia della Asteracee. Il fiore del topinambur sembra quello della margherita gialla. Se ne volete sapere di più cliccate QUì

Vi invito a visitare le pagine di ricette per il menù di natale e capodanno.

Quiche di topinambur e porro per le feste di natale

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
 

 

Share

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Share

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

Farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci

 

Farinata di ceci con pancetta e cipolla

 Oggi vi propongo una ricetta facilissima da relizzare. La farinata di ceci con pancetta e cipolla, anche conosciuta come fainà, cecina o torta, è una torta salata molto bassa, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio extravergine di oliva.

 Ingredienti 
400 gr di farina di ceci 
1 litro di acqua
1/2 bicchiere di olio evo
1 dado vegetale
una macinata di pepe

Per farcire: 100 gr di pancetta e una cipolla

Procedimento

Far sciogliere la farina di ceci in acqua fredda, aggiungete 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, pepete, e salate come preferite sale o dado (sciolto in un po di acqua) in una ciotola e sbattete il tutto con una frusta.

Lasciate riposare un’ora la farinata a temperatura ambiente e man mamo con un cucchiaio togliere la schiuma che si forma in superficie, versare in una teglia con un diametro di 32 cm. unta abbondantemente con dell’olio d’oliva extra-vergine. Girare il tutto in modo che l’olio venga in superficie, farcite con la pancetta tagliata a dadini e la cipolla affettata assicuratevi che sia tutto uniforme ed infornare a 250° per 20 minuti. Potete prepararla come più vi piace: con prosciutto crudo, con salsiccia, se preferite anche con zucchine tagliate a fettine sottili, o come suggerisce la vostra fantasia.

Servite la farinata di ceci con pancetta e cipolla  ancora calda tagliata a spicchi, buona anche fredda. La farina di ceci la trovate al supermercato nel reparto delle farine.

Farinata di ceci con pancetta e cipollaFarinata di ceci con pancetta e cipolla

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

Share

Straccetti di pasta fritta salata per aperitivo

Share

Straccetti di pasta fritta salata

Straccetti di pasta fritta salata per aperitivo

Straccetti di pasta fritta salata

Oggi faremo assieme questi squisiti straccetti di pasta fritta salata, ottimo come aperitivo o anche come dessert.
Per ottenere una pasta leggera e digeribile deve lievitare almeno 8,9 ore, se preferite mangiarli prima delle 9 ore dovete aumentare la dose del lievito per accellerare la lievitazione.
Ingredienti per 4 persone
250 gr di fatina 00
50 gr di farina di grano duro o manitoba
150 ml di acqua
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di zucchero
5 gr di lievito di birra
olio di semi di arachidi per friggere.
Preparazione
In una ciotola amalgamate la farina, il sale, lo zucchero, l’ olio extravergine di oliva, acqua, e lievito sciolto con mezzo bicchiere di acqua.
Lavorate il tutto fino a ottenere un impasto morbido.
Lasciate lievitare in luogo caldo per 8/9 ore.
In una pentola alta versate olio per friggere e portatelo ad alta temperatura.
Trascorso tutte queste ore riprendete l’impasto senza smontarlo.
Tagliate dal panetto degli straccetti con una spatola ottenendo dei bastoncino larghi 1/2 centimetri, e lunghi 6, 7 centimetri, calcolando che poi aumentano di volume una volta fritti.
Mano mano che li tagliate straccetti di pasta fritta salata tuffateli nell’olio bollente e fateli dorare.
Scolateli con un mastolo forato e fateleli asciugare su carta assorbente da cucina.
Conditeli con dei pomodori e rucola se preferite la versione salata per servirli come antipasto, ottimi anche in un  aperitvo, oppure potete servirli come dessert ricoperti con della cioccolata e zucchero a velo. Buon appetito con gli straccetti di pasta fritta salata
Straccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivoStraccetti di pasta fritta salata per aperitivo
Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
Share

Pane di segale con lievito madre

Share

Pane di segale con lievito madre fatto in casa

Pane di segale con lievito madre

Pane di segale con lievito madre fatto in casa

Oggi facciamo il pane di segale con lievito madre prodotto da me partendo da farina e acqua. Ovrete un pane  morbido dentro e croccante fuori. Per produrre la pasta o lievito madre, impastate 200 gr di farina (W350) 50 gr integrale e 100 ml di acqua, impastate con le mani, finché non otterrete un composto liscio e omogeneo e non appiccicoso. Mettete il panetto in una ciotola di vetro coprite il composto con la pellicola foratela con un coltello e fatelo riposare a temperatura ambiente (20-25 °C) per 48 ore. Trovate qui QUI tutta la ricetta.

Ingredienti
400 g di farina di farro
200 di farina manitoba
acqua tiepida q.b
1 cucchiaino colmo di sale
½ cucchiaino di zucchero
200 g di lievito madre
2 cucchiai di olio d’oliva
Procedimento
Settacciate su una spianatoia le farine mescolate allo zucchero e al sale.
Aggiungete il lievito madre precedentemente sciolto nell’acqua a temperatura ambiente e l’olio.
Impastate il tutto e lavorate con le mani per 20 minuti.
Formate una palla e lasciate lievitare l’impasto per circa due ore, a temperatura ambiente coperta da un foglio di pellicola da cucina.
Mettetelo a lievitare in frigorifero per 12/18 ore.
Quindi trascorso tutte queste ore togliete l’impasto dal frigorifero e lasciatelo lievitare a temperatura ambiente per 6 ore.
Lavorate nuovamente l’impasto dando la forme desiderate.
Ungete uno stampo con poco olio versatevi l’impasto cospargetelo con semi di sesamo e papavero e, lasciate lievitare in luogo caldo per 2 ore o fino a quando sarà raddoppiato di volume. Cuocete in forno già caldo a 220° per i primi 10 minuti, poi abbassate a 200° per altri 20 minuti. Fate raffreddare il vostro pane di segale con lievito madre fatto in casa prima di consumarlo. Vi consiglio di mettere in forno un pentolino di acqua.
Pane di segale con lievito madre Pane di segale con lievito madre Pane di segale con lievito madre
Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguimi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan page di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!
Share

Taralli salati napoletani ricetta facile

Share

Taralli salati napoletani

Taralli salati napoletani

Taralli salati napoletani
Sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Taralli salati napoletani

Oggi voglio deliziarvi con questi taralli salati napoletani della tradizione culinaria partenopea,  questi taralli con strutto, mandorle e un pizzico di pepe, sono ottimi per un aperitivo o, in qualsiasi momento della giornata quando avete voglia di qualcosa di salato.

Ingredienti

500 kg di farina
225 gr di strutto
150 gr di mandorle
1 pizzico di pepe
10 gr di sale
20 gr di lievito di birra

Preparazione per taralli salati napoletani

Per prima cosa  tostate le mandorle in forno caldo a 200° per 5-6 minuti.
Toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare, quando sono raffreddate metteteli nel mixer e tritateli grossolamanente.
In una ciotola mettete, acqua e strutto, aggiungete sale e pepe, poi il lievito le mandorle ed infine la farina.
Impastate il tutto fino a ottenuto un impasto morbido ed asciutto (Non lavoratela troppo deve essere come una frolla).
Dividetela in pezzi del peso di 15 grammi, create dei bastoncini di 20 cm di lungezza ed intrecciateli. Mettete i taralli su una teglia e lasciateli lievitare per un’ora.
Infornate a 230 gradi per 25 minuti.
Una volta che i taralli salati napoletani sono cotti, lasciateli riposare per 24 ore, poi rimetteteli in forno a biscottare a 150 gradi per altri 40 minuti.
Dovranno assumere un colore bruno, dopo di chè i vostri taralli salati napoletani sono pronti per essere gustati croccanti e friabili che si sciolgono in bocca.

Spero che questa ricetta sia stata di tuo gradimento, se ti va seguitemi sul blog In cucina con Marghe E per rimanere sempre aggiornati  fai anche un salto sulla mia  fan bage di facebook  Basta cliccare “mi piace” per essere aggiornato sulle ultime ricette pubblicate. Ti aspetto!

 

Share