E dopo aver pubblicato la ricetta della “pitta di patate”bianca” è doveroso da parte mia parlarvi,per chi ancora non la conoscesse, della versione più rustica,piccante e saporita! Ottima da portare nei picnic primaverili o come antipasto nelle cenette estive in terrazza,magari in un barbecue con gli amici e perchè no,come piatto unico per una cena in famiglia! Come ho già spiegato,nelle ricette regionali,ogni famiglia ha la sua versione,che si tramanda  da madre in figlia,ma più o meno la sostanza rimane quella…questa è la mia 😉PITTA DI PATATE RUSTICA

Pitta di patate rustica

INGREDIENTI:

Per 6/8 persone

  • 1,5 Kg di patate a pasta gialla
  • 2 uova
  • 7/8 cucchiai di formaggio pecorino o toscanello
  • qualche pomodoro pelato o polpa pronta
  • una manciata di capperi sottaceto (se sono grossi,tritateli un po’)
  • olio extravergine d’oliva
  • sale fino e pepe
  • una manciata olive nere in salamoia(se trovate le celline sono quelle più appropriate)
  • peperoncino secco
  • 1 cipolla
  • 2 filetti di acciuga tritati
  • pangrattato per la teglia

PREPARAZIONE:

Per prima cosa lessate le patate e passatele ancora calde allo schiacciapatate,poi metterle a raffreddare.Preparate il ripieno scaldando in una larga padella 4 cucchiai di olio e,appena è caldo,ma non bollente,tenendo il fuoco a fiamma bassissima,unire il peperoncino sbriciolato,qui andate a gusto, la cipolla tritata molto finemente (a me personalmente piace il sapore,ma non trovarla nel piatto) lasciate un po’ stufare e poi unite i capperi,i pomodori privati dei semi e spezzettati,le olive nere snocciolate e l’acciuga tritata.Lasciate andare un po’ il sughetto, sempre a fiamma bassa,fino a che i pomodori non saranno cotti,ci vorranno pochi minuti! Preparate l’impasto della pitta, aggiungendo le 2 uova alle patate schiacciate,una bella presa di sale,una macinata di pepe,il formaggio grattugiato,una cucchiaiata di sughetto,e un bel giro d’olio.Impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e stendetene metà in una teglia precedetemene unta di olio e spolverata di pangrattato.Per facilitare questa operazione,bagnatevi le mani con l’acqua.Formate dunque una base su cui versare il ripieno,(tenetene da parte un cucchiaio),livellatelo bene,poi chiudete con il resto dell’impasto di patate e formate delle buche con il dito per facilitare la cottura.Io in questo caso ho fatto delle rigature con una forchetta di legno.Cospargete con il cucchiaio di sugo tenuto da parte e infornate in forno preriscaldato a 190° per 30/40 minuti,dipende dal forno o comunque fin quando non la vedete bella rosolata con i bordi coloriti.Servitela tiepida o fredda.PITTA DI PATATE RUSTICA

Piaciuta questa ricetta? Seguimi sui Social Network

Non perdere nessuna delle mie ricette,seguimi sui miei canali social.
   

2 Commenti su Pitta di patate rustica

  1. Buongiorno Antonella, è tanto tempo che desidero preparare la tua pitta di patate rustica e ti chiedo qualche consiglio:
    con le dosi che indichi nella ricetta, pressappoco di che dimensioni deve essere la teglia?
    O anche quanto deve essere alta la pitta, così riesco a regolarmi.
    Posso utilizzare anche le teglie usa e getta? Magari rivestite di carta da forno?
    Infine, può essere congelata? Se si, meglio da cruda o da cotta?
    Ti ringrazio tanto per l’attenzione e ti faccio tanti complimenti per le ricette che ci regali,
    oltretutto spiegate con accuratezza.
    Un bacione.
    Milena

  2. Milena perdonami ma mi ricordavo di aver risposto al tuo commento invece non trovo nulla…per questa dose io uso una teglia di 20 x 30 cm. Le teglie usa e getta vanno benissimo, basta ungerle di olio e poi spolverizza con del pangrattato. Per quanto riguarda la conservazione in congelatore non saprei dirti, so che lo fanno, io farei una mezza cottura e una volta scongelato terminerei la cottura in forno…fammi sapere 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.