Crea sito

La dieta dei 5 colori

La dieta dei 5 colori

Con tanta frutta e verdura di tonalità diverse, inserite in un regime alimentare da 1200 calorie al giorno, ci si mantiene sani e in forma.

  • E’ ormai assodato che per restare in buona salute bisogna consumare almeno 5 porzioni  al giorno di frutta e verdura. E’ importante anche alternare il più possibile, per poter soddisfare la richiesta di principi nutritivi (vitamine, sali minerali, fibre) da parte dell’organismo.
  • Più recentemente si è scoperto che i diversi colori dei vegetali dipendono da pigmenti particolari (detti fitonutrienti) che hanno specifici benefici effetti sulla salute.
  • In base alla cromia essi sono stati suddivisi in 5 grandi gruppi.

 


 Per assicurarsi tutti i benefici di questi vegetali, l’ideale sarebbe consumare quotidianamente una porzione per ogni colore, distribuendole in 5 pasti (3 principali più 2 spuntini).

Frutta e verdura danno il meglio di se quando sono di stagione, non sono soltanto più saporite, ma anche più ricche di principi nutritivi. Come si può notare dalla tabella (in cui è stato fornito un elenco parziale), ogni stagione offre alimenti di tutti e 5 i colori. I mesi estivi sicuramente consentono una scelta più ampia e, soprattutto il caldo induce a incrementare il consumo di frutta e verdura fresche.

Per sfruttare a pieno le proprietà degli ortaggi è consigliabile consumarli preferibilmente crudi, dopo un accurato lavaggio. La cottura, infatti, altera i valori nutrizionali disperdendo in gran parte le vitamine e i sali minerali. L’ideale, quindi, sono insalate miste, frullati, spremute e centrifugati (da servire entro 20/30 minuti dalla preparazione). Se non si può fare a meno della cottura vanno preferite quelle dolci (come a vapore e al cartoccio) ed evitare quelle prolungate o aggressive (stufatura e frittura). In caso di lessatura, sarebbe bene bere l’acqua in cui sono state bollite le verdure in cui si sono dispersi i principi nutritivi.

Per non privare l’organismo di tutto ciò di cui ha bisogno (oltre a vitamine, sali minerali, proteine, glucidi e grassi, bisogna inserire nell’alimentazione anche i carboidrati (pane, pasta, riso e cereali in genere) per i glucidi (carne, pesce, uova, latticini, scegliendo quelli meno calorici. Per condire è  meglio utilizzare oli vegetali (oliva, mais, ecc) e abbondare con spezie ed erbe aromatiche che non apportano calorie.

Se ti è piaciuto questo articolo seguimi su Facebook IOINCUCINACONTE per tante altre ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.