Caponata di melanzane

La caponata di melanzane è un piatto universalmente noto della tradizione gastronomica siciliana. C’è chi vuole che la parola derivi dal latino “cauponae”, le taverne romane, e chi dal biscotto dei marinai spagoli il “capon”. Più semplicemente, la denominazione caponata deriverebbe dal fatto che in origine, fra gli ingredienti principali, c’era il pesce capone. Nella cucina dei ricchi baroni, la preparazione prevedeva appunto come ingrediente principale questo pesce, che, nella cucina povera, per ovvie ragioni, veniva sostituito dalle più economiche melanzane. Ed è in questa versione che la ricetta è giunta fino a noi. E’ un piatto che si consuma freddo e quindi può essere preparato con largo anticipo, anche il giorno prima. Si può conservare in frigo per alcuni giorni. Potete presentarlo sia come antipasto, sia come contorno che come piatto unico, accompagnato da abbondante pane.

Caponata di melanzane
Caponata di melanzane
  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura1 Ora
  • Porzioni4/6
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera, Estate

Ingredienti

3 melanzane ovali nere
200 g pomodori, maturi, freschi
20 olive verdi (snocciolate)
1 cipolla
4 coste sedano
1 cucchiaio uvetta
1 cucchiaio pinoli
1 bicchiere olio di semi di girasole
1/4 bicchiere aceto
1 cucchiaio zucchero
sale

Preparazione

Mondare le melanzane, sbucciarle oppure sciacquarle per bene ( se si preferisce mantenere la buccia), tagliarle a dadi, non troppo piccoli e sistemarle in uno scolapasta cosparse di sale. Lasciarle riposare per circa un’ora, in modo che perdano l’acqua di vegetazione. Risciacquare le melanzane, asciugarle e friggerle nell’olio bollente. Appena pronte, estraetele con la paletta forata e deporle sopra un foglio di carta assorbente. Tagliare a pezzetti di circa tre centimetri le coste di sedano e farle friggere nel medesimo condimento bollente usato per le melanzane. Estrarle quando saranno ben dorate e croccanti e unirle ai dadini di melanzane. Affettare la cipolla, sbucciare i pomodori, eliminare i semi e tagliarli a pezzetti. Affettare le olive, mettere a bagno l’uvetta nell’acqua tiepida. Togliere dalla padella quasi tutto l’olio usato e, nel poco rimasto, fare rosolare la cipolla, poi aggiungere i pomodori  e cuocere una decina di minuti; aggiungere le olive, i capperi, i pinoli, l’uvetta strizzata ed il composto di sedano e melanzane; condire con sale e pepe. A questo punto versare un cucchiaio colmo di zucchero e infine l’aceto. Lasciare cuocere a fiamma bassa, per 5 minuti, mescolando spesso, quindi versare la preparazione in un piatto capiente. Si mangia fredda, quindi conviene prepararla la mattina per la sera.

Consigli vari

Per completare il menu vi consiglio un primo come questo: Pasta alla trapanese o questo Ditali al pesto con piselli e patate; oppure un secondo di carne come questo: Fettine di coscia di tacchino con salsa.

Una variante della caponata di melanzane è questa: Caponata siciliana

Anche in altre stagioni si prepara la caponata, ma con altre verdure, provate anche queste: Caponata di carciofi, Caponata di zucca.

Se vi piacciono le mie ricette seguitemi nella mia pagina facebook Le ricette di Un’idea al giorno e non dimenticate di mettere like e commentare per non perdervi le mie ricette in pagina. Seguitemi anche su Instagram e su Pinterest

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.