Crea sito

Pasticciotti leccesi

Chi è stato nel salento non potrà mai scordare l’inebriante profumo di pasta frolla che proviene dalle pasticcerie la mattina…profumo di dolci e vaniglia!

Tipica colazione leccese, il pasticciotto racchiude, nel suo involucro croccante, un cuore di morbida crema pasticcera, a volte arricchita da un’amarena sciroppata.

 

 

Pasticciotti leccesi

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA:

  • 500 g di farina 00
  • 250 g di strutto
  • 250 g di zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • la punta di un cucchiaino di ammoniaca per dolci
  • odore di scorza di limone o arancio grattugiata finemente
  • INGREDIENTI PER LA CREMA PASTICCERA
  • 1 l di latte intero
  • 5 tuorli d’uovo
  • 350 g di zucchero
  • 150 g di farina per dolci
  • 2 cucchiaini di estratto di vaniglia o una bustina di vanillina
  • amarene sciroppate(facoltativo)

Preparazione della pasta frolla:

Nella ciotola dell’impastatrice con la frusta a k o con un frullino elettrico amalgamare lo strutto con lo zucchero,è importantissimo usare lo strutto in questa ricetta e non sostituirlo con il burro se si vuole ottenere il pasticciotto tipico leccese, ma se proprio non piace si può fare uno strappo alla regola!

Aggiungere le uova,una per volta,incorporandole all’impasto. A bassa velocità unire la farina setacciata e l’ammonica sciolta in un goccio di latte caldo.Infine unire la scorza degli agrumi grattugiata.

Avvolgere, come di consueto, la pasta frolla nella pellicola per alimenti e tenerla in frigo per almeno un ora, ma io consiglio di prepararla la sera prima.

Nel frattempo,preparare la crema pasticcera  e farla raffreddare.

Riprendere l’impasto e lavorarlo un po’per ammorbidirlo,stenderlo in un rotolo di circa 5 centimetri di spessore e tagliare a tocchetti schiacciandoli poi con il palmo della mano o con il mattarello e con questi dischetti rivestire gli appositi stampini.Se non li trovate potete usare delle formine per  crostatine.Riempite gli stampi con la  crema pasticcera,aiutandovi con una sac à poche.Infine richiuderli con un altro disco di pasta frolla.Schiacciare bene i bordi per sigillare, dando la caratteristica forma bombata.PASTICCIOTTI LECCESISpennellare con un po’ d’uovo sbattuto e diluito con un po’ d’acqua.Disporli su una teglia da forno e infornare a forno già caldo a 220° per 15/20 minuti o fino a che non saranno ben dorati.Farli raffreddare per un po’ prima di toglierli dagli stampini.Pasticciotti leccesi

Grazie per aver letto la ricetta dei pasticciotti leccesi, se ti è piaciuta puoi rimanere aggiornato con le prossime cliccando mi piace sulla mia pagina di Facebook QUI

Oppure iscrivendoti gratis alla mia newsletter, ricordati di confermare l’iscrizione controllando nella sezione spam…alla prossima 🙂

6 Risposte a “Pasticciotti leccesi”

  1. Vorrei quelle formine a tutti i costi!!
    Che buoni dolci, io li ho fatti ma non con queste formine tipiche..così sono più carini.proverò la tua ricetta ma voglio le formine!!!!!

  2. ma il tempo di cottura non troppo lungo? si rischia di far bollire la crema che c’e’ dentro e per effetto della bollitura esce fuori rompendo il guscio del pasticciotto

  3. In effetti e’ vero Carmela,io dico sempre che i tempi sono indicativi perche’ ognuno conosce il proprio forno il mio purtroppo e’ lento,e per ovviare all’inconveniente di cui parlavi tu,cerco di infornare i pasticciotti molto freddi! I risultati di una pasticceria sono difficili da ottenere a casa con un vecchio forno come il mio 🙂

  4. Ciao Luciana,scusa il ritardo con cui ti rispondo; i miei stampini sono ovali da cm 10 x 6 (la base 9 x 5, sono svasati). Altezza 2 cm.Però se dovessi ricomprarli prenderei quelli mignon 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

↓