Il piatto più tipico della cucina salentina povera sono, secondo me, i pomodori e peperoni “scattarisciati”! Non so bene perchè questo piatto si chiami così, in dialetto salentino “scattarisciare” può avere un duplice significato: o nel senso di battere (scattarisciare i mani = applaudire) oppure di scoppiettare (u focu sta scattariscia = il fuoco fa scintille,scoppietta) quindi credo proprio che per questi pomodori sia più appropriato il secondo, perché quando si gettano nell’olio, scoppiettano allegramente…”scattarisciane” appunto 🙂Pomodori e Peperoni Scattarisciati

Pomodori e Peperoni Scattarisciati

INGREDIENTI:

  • 1 kg di pomodori da pennula (io ho usato quelli freschi piccoli)
  • una manciata di peperoni cornetti o friggitelli
  • 50 g di oli extravergine d’oliva
  • un peperoncino piccante(facoltativo)
  • 1 cipolla piccola (facolatativo)
  • Sale grosso

PREPARAZIONE:

  1. Lava i peperoni, asciugali accuratamente con della carta da cucina e togli il peduncolo, se sono grandi tagliali in due parti nel senso della lunghezza e togli i semi, altrimenti li puoi lasciare interi.
  2. Lava i pomodori,tagliali a spicchi e mettili in una ciotola.
  3. Metti a scaldare abbondante olio di oliva in una casseruola dai bordi alti senza farlo arrivare al punto di fumo, getta i peperoni e lasciali soffriggere rigirandoli di tanto in tanto: so che qualcuno mette anche una cipolla affettata nel soffritto, a me non piace, fai un po’ a gusto.Puoi decidere di farli piccanti aggiungendo un peperoncino piccante nell’olio, questo invece te lo consiglio 😉
  4. Quando i peperoni saranno rosolati unisci i pomodori, il sale e lasciali cuocere con un coperchio per una ventina di minuti circa, fino a che saranno ben cotti.Pomodori e Peperoni Scattarisciati
  5. Accompagna i pomodori e peperoni “scattarisciati” con del pane casereccio  pugliese…e buon appetito!

Grazie per aver letto la mia ricetta, se ti è piaciuta puoi rimanere aggiornato con le prossime cliccando mi piace sulla mia pagina di Facebook QUI oppure iscrivendoti gratis alla mia newsletter…alla prossima 🙂

Inserisci il tuo indirizzo email:Delivered by FeedBurner

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.