Crea sito

Sformatino di fave con fonduta di pecorino

Fave e pecorino romano. Un binomio che non ha bisogno di presentazioni. Provate questo sformatino di fave con fonduta di pecorino romano, una delizia.

  • Preparazione: 40 Minuti
  • Cottura: 40/45 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • Fave 300 g
  • Patate 1
  • Uova 3
  • Sale qb
  • Pepe qb
  • Pecorino romano 2 cucchiai
  • Grissini 6

per la besciamella

  • Burro 25 g
  • Farina di riso 25 g
  • Latte 500 ml
  • Sale qb
  • Noce moscata qb

per la fonduta di pecorino

  • Burro 10 g
  • Farina di riso 10 g
  • Pecorino romano 100 g
  • Latte 100 ml
  • Noce moscata qb
  • Pepe bianco qb

per la cialda di pecorino

  • Pecorino romano 200 g

Preparazione

  1. Per prima cosa scottate le fave e pelatele e cuocetele con  la patata al micoonde per 15 minuti circa (debbono diventare morbidi).

    Preparate la besciamella in questo modo: 

    In una casseruola fondete su fiamma dolce il burro, unite la farina e, mescolando con la frusta, cuocete per un paio di minuti sempre su fiamma dolce.

    Togliete dal fuoco ed aggiungete, poco alla volta, il latte sempre mescolando e senza aggiungerne altro finché la farina non ha assorbito tutto quello precedentemente versato.

    Rimettete la casseruola sul fuoco e con la fiamma al minimo, cuocete la besciamella per una decina di minuti circa, sempre mescolando e facendo attenzione a che non si attacchi sul fondo.

    Togliete dal fuoco, regolate di sale e, volendo, insaporite con un pizzico di noce moscata oppure di pepe. Se la besciamella fosse venuta troppo soda aggiungete un po’ di latte. Se troppo liquida, ponete sul fuoco aggiungendo una noce di burro infarinata.

    Mettete in una ciotola le fave  e la patata, prendete il mixer ed azionate, dovete ottenere una purea omogenea.

    A questo punto aggiungete, una alla volta, le uova, la besciamella, due cucchiai di pecorino romano, aggiustate di sale e pepe ed amalgamate bene il tutto.

    Tritate finemente i grissini.

    Imburrate 6 stampini monoporzione, cospargeteli con i grissini tritati e riempiteli con il composto di fave.

    Metteteli in una teglia che li contenga bene, riempitela fino a 3/4 degli stampini e cuocete a bagnomaria per 40/45 minuti circa.

    Nel frattempo che gli sformatini cuociono, preparate le cialde di pecorino romano. In un padellino del diametro di circa 10 cm, mettete il formaggio grattugiato, cercando di coprire bene tutto il fondo e mettete sul fuoco a fiamma moderata, quando il formaggio inizia a friggere, staccate i bordi e toglietela dal fuoco. Appoggiatela a raffreddare sul un piano. Ripetete l’operazione per le altre 5.

    Poco prima di portare in tavola gli sformatini, preparate la fonduta. Mettete il un pentolino il burro, la farina di riso, il formaggio e il latte e, a fiamma bassa, mescolate con una frusta, cercando di non farla attaccare al fondo e di non fare dei grumi. A cottura ultimata profumate con una grattugiata di noce moscata e una macinata di pepe bianco.

    Togliete gli sformatini dal forno, mettete sul piatto una generosa cucchiaiata di fonduta al pecorino, sopra lo sformatino e decorate con la cialda spezzettata.

    Buon appetito!

Note

Se vuoi essere sempre aggiornato segui IOINCUCINA su Facebook e Pinterest.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.