Cassoeula

La cassoeula e’ un tipico piatto invernale milanese. Uno dei più gustosi della cucina lombarda.  La cassoeula ha origini contadine che del maiale non si buttava nulla. Si tratta di un piatto invernale per diversi motivi: la cassoeula prevede carne di maiale che veniva macellato in inverno. Tra l’altro in inverno è più digeribile .  Un altro motivo è che le verze per essere tenere necessitano di notti gelate. Molto calorico ma dal gusto unico la cassoeula è un piatto da accompagnare con la polenta.

Le origini del nome sono confuse: c’è chi lo riferisce al nome del mestolo con cui la si gira, il cassoeu.  Altri, invece, fanno riferimento alla pentola nel quale si cucina , la casseruola.

Essendoci molti ingredienti non è possibile fare piccole porzioni ma per un minimo di sei persone.

La cassoeula e’ un piatto a cui sono molto legata: ricordo gli inverni freddi, quando da bambina la domenica me la cucinava la mia mamma a regola d‘arte.

Ognuno fa delle varianti. Io vi propongo quella che fa mia madre, un pochino meno grassa, ma abbastanza fedele alla ricetta originale (non metto ne’  il muso, ne’ l’orecchio)

 

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    2 ora
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Verza 2 kg
  • Costine di maiale 600 g
  • Verzini (Salsicce o salamelle ) 1 kg
  • Cotenna di suino 200 g
  • Piedino di maiale N. 1
  • Bocconcini di vitello 700 g
  • Aglio 1 spicchio
  • Cipolle N. 1
  • Carote N. 1
  • Coste di sedano N. 1
  • Rametto di rosmarino N. 1
  • Alloro N. 2 foglia
  • Olio di oliva 1 cucchiaio
  • Pomodori N. 2
  • Vino bianco 1 bicchiere
  • Acqua calda 3 bicchieri
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. Taglia m quadretti grossi circa 6 cm. la cotenna.

    Fai bollire in una pentola con abbondante acqua la cotenna, il piedino  tagliato a e meta’ è il codino. Fai bollire per 6 minuti. Aggiungi i verzini e le costine. Fai bollire  per ulteriori 2 minuti. Cola il tutto e metti da parte.

    In una pentola fonda e molto capiente metti l’olio, la cipolla, il sedano e l’aglio il tutto tagliato a dadini piccoli. Fai rosolare per  un minuto dopodiché aggiungi le costine, il, piedino e Il codino. Fai rosolare per 1 minuto.

    Aggiungi il vitello e il rosmarino. Fai rosolare a fuoco vivace per 2 minuti. Sfuma col vino bianco.

    Quando  il vino sarà evaporato, aggiungi i pomodori maturi ed aggiusta di sale.

    Versa 3 bicchieri di acqua calda e copri con un coperchio. Cucina a fuoco dolce  per 1 ora e mezza.

    NEL frattempo pulisci la verza.

    Passato il tempo di cottura, aggiungi i verzini, le cotenne e la verza. Aggiusta di sale, aggiungi una grande grattugiata di pepe e continua la cottura per ulteriori 45 minuti.

    Servila calda accompagnata con la polenta.

     

Print Friendly, PDF & Email
Senza categoria

Informazioni su loscrignodeisapori

Mi chiamo Manuela ho 40 anni. Sono nata e cresciuta a Milano ma da 15 anni vivo in Abruzzo. E' un posto bellissimo dove si può trovare ancora la genuinità della gente e... della cucina!!! La cucina è una delle mie passioni ma subito dopo la mia famiglia che adoro!

Precedente Tigelle Successivo Primo sale gratinato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.