danubio

non c’è persona credo che non abbia mai preparato il danubio, o almeno che lo abbia mangiato almeno una volta in vita sua
è il “must” dei buffet delle feste di grandi e piccini, veloce e versatile, si adatta a tutti i ripieni sia dolci che salati, e la fantasia può viaggiare creando infinite varianti
mi è capitato di assaggiarne davvero tanti, talvolta un pò asciutti o gommosi, altre volte molto buoni, io stessa ho cambiato ricetta varie volte negli anni, cambiando di festa in festa segnando quella della padrona di casa magari su un tovagliolino di carta
poi per caso ho letto la ricetta di questa briosce chiamata da Montersino dolcesale, e l’ho provata
ovviamente come potete ben capire per pubblicarla ne sono rimasta davvero soddisfatta,
la caratteristica che più ho apprezzato è stata la sofficità, che è eccezionale, non solo al momento ma anche il giorno dopo!
detto fatto prepariamo il danubio che oltre che per un buffet è perfetto per una cena diversa, per la colazione o la merenda, o tutte e tre, visto che potrete decidere l’uso in base al ripieno facendo però un unico impasto…

danubio

ATTREZZATURA

planetaria  con gancio (o ciotola e olio di gomito) tagliere coltello 1 ruoto da 32cm di diametro o 2 da 22 , pellicola

INGREDIENTI per circa 33 palline da 30gr

  • 500gr di farina forte w360 (se non avete una farina tecnica usate 350gr di manitoba e 150gr di 00)
  • 10gr di malto (facoltativo)
  • 20gr di latte in polvere intero (facoltativo)
  • 12gr di lievito di birra
  • 40gr di zucchero semolato
  • 250gr di latte intero fresco
  • 10gr di sale
  • 100gr di tuorli
  • 100gr di burro a pomata
  • 1 uovo 1 pz di sale e un goccio di latte per spennellare
  • 30gr di burro per i ruoti
per il ripieno

le varianti infinite decidetele voi, marmellata, cioccolata, salumi, formaggi, anche frutta secca….

per darvi un’idea per riempire 33 palline in questo caso ho utilizzato 150gr di prosciutto cotto e 200gr di formaggio dolce

i miei preferiti sono speck e pistacchi e salsiccia e peperoni…

PROCEDIMENTO

ho scritto che malto e latte in polvere sono facoltativi, infatti potete comunque fare la ricetta con un buon risultato, ma vi consiglio soprattutto se  avete l’abitudine a fare dei lievitati, di acquistarli, perchè il risultato vi renderete conto da soli, è davvero spettacolare usandoli, detto questo…

mettete la farina il malto e il latte in polvere nella planetaria (a mano l’ordine di inserimento non cambia) sciogliete il lievito nel latte a teperatura ambiente con lo zucchero, e versatelo sulla farina, cominciate a impastare per amalgamare bene il tutto, quando vedrete che l’impasto non riesce più ad amalgamarsi iniziate ad aggiungere i tuorli uno alla volta, cercando di fare assorbire bene prima di aggiungere il successivo, dopo una decina di minuti dall’inserimento dell’ultimo tuorlo l’impasto dovrebbe risultare liscio e omogeneo, solo a questo punto aggiungete il sale, e quando sarà assorbito bene, il burro un pezzetto alla volta, quando anche il burro sarà stato assorbito e avrete un bel impasto incordato, mettetelo su un piano a puntare per 15 minuti coperto con uno strofinaccio in modo che si rilassi e sia più facile da lavorare

ora viene il bello, in genere faccio delle palline da 30gr facili da mangiare in piedi in due bocconi, ma potete tranquillamente arrivare fino a 70gr ciascuna,l’importante è che siano tutte uguali per una corretta cottura, porzionate tutto l’impasto senza lavorarlo altrimenti dovrete farlo riposare nuovamente, schiacciate leggermente mettete il ripieno chiudete pizzicando e pirlate leggermente, al termine disponete le palline nei ruoti imburrati a una distanza tra loro di circa 1cm e mezzo, coprite con pellicola e mettete a lievitare in forno con la luce accesa a circa 30gradi, ci vorranno 2 o 3 ore perchè riempiano tutti gli spazi

20150411_143017[1]

20150411_162733[1]

a questo punto preriscaldate il forno ventilato a 190gradi, pennellate con l’uovo sbattuto con un pizzico di sale e un goccio di latte e infornate per 15 minuti, se avete la sonda è pronto quando al cuore misura una temperatura di 94 gradi, togliete dal ruoto e  fate raffreddare su una griglia in modo che non si inumidisca sul fondo per via della condensa, si conserva 2 giorni chiuso appena freddo in buste per alimenti

danubio

danubio

(Visited 853 times, 1 visits today)

6 commenti su “danubio

    1. ciao stefy!
      questa ricetta non l’ho ancora provata con pasta madre… per il semplice motivo che è una di quelle ricette che mia figlia mi chiede sempre all’ultimo minuto da portare a casa degli amici o quando li invita per un film!
      versatile perchè così gli preparo la cena e il dolce…con la nutella… con un unico impasto!!!!

    1. già! pensa che anche se fuori tema, mia figlialo vuole per halloween alla festa per la classe!

I Commenti sono chiusi.