Un Frutto dolcissimo

Il fico comune (Ficus carica L., 1753) è un albero da frutto dei climi subtropicali temperati appartenente alla famiglia delle Moraceae e al genere ficus, che ne rappresenta la specie più nordica.
Le sue origini vengono fatte risalire alla Caria, regione dell’Asia Minore. Testimonianze della sua coltivazione si hanno già nelle prime civiltà agricole di Palestina ed Egitto, da cui si diffuse successivamente in tutto il bacino del Mediterraneo. Se per definizione è detto “Fico Mediterraneo”, si considera originario e comune delle regioni delle aree meridionali caucasiche, e del Bassopiano turanico meridionale.
Solo dopo la scoperta dell’America il fico si diffuse in quel continente, in seguito in Sud Africa, per i contatti con l’Oriente si diffuse in Cina ed in Giappone; infine giunse in Australia.
il fico è una pianta xerofila (dal greco “ξηρος”, secco e “φυτον”, pianta) ed eliofila (dal nome greco “Hélios”, sole, e da “filèin)”, amare cioè amante del sole) è longevo e può diventare secolare, anche se è di legno debole e può essere soggetto ad infezioni fatali.
È un albero dal fusto corto e ramoso che può raggiungere altezze di 6-10 m; la corteccia è finemente rugosa e di colore grigio-cenerino.
Le foglie sono grandi, scabre, oblunghe, di colore verde scuro sulla parte superiore, più chiare ed ugualmente scabre sulla parte inferiore.
Produce il frutto detto fico.

 

Questo frutto ha una doppia vita: lo stesso albero produce due tipi di frutti, i fioroni,

 

 

 

che crescono in autunno e maturano nell’estate successiva e i fichi veri, che nascono in primavera e maturano tra agosto e settembre. Durante tutta l’estate, i fichi, toccati dal sole, diventano un frutto dolce e gradevole. Vi sono tre tipi di fichi: neri, asciutti e zuccherini; verdi, succosi e con la buccia sottile; viola, dolci e delicati. Sono facilmente deperibili, ma freschi sono un concentrato di nutrienti!

Proprietà e benefici dei fichi

1) RICCHI DI FIBRE

I fichi sono ricchissimi di fibre, ecco perché spesso sono consigliati a chi soffre di stitichezza o ha problemi intestinali. Sono considerati infatti a tutti gli effetti dei lassativi naturali e al pari di prugne e kiwi sono davvero molto efficaci, soprattutto a stomaco vuoto.

2) FONTE DI ENERGIA SUBITO SPENDIBILE

Ricchi di zuccheri, fosforo, vitamine A e C e sali minerali, i fichi possono essere considerati una buona fonte di energia, deliziosa e 100% naturale, da consumare ogni volta che si ha bisogno di un po’ di sprint in più evitando di ripiegare invece su dolci o caffè.

3) OTTIMI PER LE OSSA

I fichi sono ricchi di calcio e di altri minerali, per questo un consumo regolare, associato ad una sana alimentazione e a un po’ di attività fisica, assicura una buona salute delle ossa, così come anche quella dei denti.

4) RICCHI DI ANTIOSSIDANTI

Ricchi di polifenoli, antiossidanti naturali, i fichi contribuiscono a mantenere giovani le cellule del nostro corpo e aiutano a prevenire diversi tipi di tumori tra cui seno, colon e prostata. Naturalmente sempre se associati ad un’alimentazione generalmente equilibrata e a stili di vita sani.

5) PREVENGONO LA PRESSIONE ALTA

Le diete ad alto contenuto di sodio possono portare a sviluppare ipertensione, al contrario cibi che combinano insieme potassio, calcio e magnesio e sono invece poveri di sodio possono contribuire a prevenire la pressione alta. Tra questi ci sono proprio i fichi.

6) OTTIMI PER LA PELLE

I fichi hanno anche potere antinfiammatorio, ecco perché sia consumarli che applicarli direttamente sulla pelle può aiutare a risolvere problemi come l’acne. L’effetto lassativo di questi frutti, tra l’altro, può aiutare il corpo a smaltire le tossine accumulate, possibile motivo di comparsa di acne e altre problematiche della pelle.

7) AIUTANO IL SISTEMA IMMUNITARIO

Dato che i fichi sono pieni di vitamine, minerali e antiossidanti, aiutano il sistema immunitario a svolgere le sue funzioni e quindi a proteggere meglio il nostro organismo dagli agenti esterni.

8) MIGLIORANO LA DIGESTIONE

I fichi sono antibatterici e regolatori della secrezione gastrica:contengono prebiotici, ovvero quelle sostanze di cui si nutrono i batteri buoni che normalmente vivono nel nostro intestino. Quando la flora batterica è equilibrata ne beneficia non solo la nostra digestione ma tutto il nostro corpo.

9) CONTROLLO DELLA GLICEMIA

Anche se sono zuccherini, la presenza nei fichi di sali minerali come potassio e magnesio contribuisce a tenere sotto controllo la glicemia. Ma sarebbero in particolare le foglie di questi frutti che, secondo uno studio, sarebbero in grado di controllare la glicemia alta dopo i pasti.

10) OTTIMI IN GRAVIDANZA

I fichi, anche secchi, sono un ottimo spuntino durante i nove mesi di gravidanza, quando aumenta il fabbisogno del corpo di vitamine e sali minerali. In particolare la presenza di calcio in questi frutti contribuisce a raggiungere il fabbisogno giornaliero utile al nascituro per sviluppare correttamente spina dorsale e ossa.

Non sono particolarmente calorici.

 

In cucina

 

 

Con i fichi si preparano torte, dolci al cucchiaio, marmellate e gelati,

 

mentre al naturale possono essere accompagnati da panna, crema, liquore e miele.

 

Possono anche essere cotti al forno con vino e zucchero o ricoperti da una glassa di cioccolata fondente.Sono buoni quando hanno il picciolo sodo e sono leggermente morbidi, non devono essere molli e di odore acre. Vanno conservati in frigo per alcuni giorni.

 

Leggi anche:

223 Visite totali, 2 visite odierne

Precedente La Giornata mondiale del bacio Successivo Alla conquista della Luna!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.