La festa di Santa Lucia

Secondo la leggenda, Lucia venne martirizzata a Siracusa durante la persecuzione di Diocleziano.
La sua festa cade il 13 dicembre, giorno della sua morte e ad essa sono legate molte usanze.

 

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/81/Santalucia.jpg
Una di queste prevede che non si mangi pane in quel giorno, in memoria di una carestia che ci fu in Sicilia nel XVIII secolo, risolta grazie all’intervento della Santa, che fece arrivare in Sicilia una flotta di navi cariche di frumento.
In Veneto, in Austria e in Cecoslovacchia, Santa Lucia è il personaggio che distribuisce doni ai bambini e ai monelli non lascia il carbone, ma una bacchetta, come duro rimprovero.

 

 

http://www.stilearte.it/wp-content/uploads/2013/11/prova-copertina.jpg

Ancora oggi, in alcune provincie del Nord Italia, si pensa che Santa Lucia passi nella notte, fra il 12 e il 13 dicembre, per lasciare i doni ai bimbi. Un tempo, in segno di accoglienza, le venivano lasciati dei dolcetti grandi come una moneta, legati ai lacci delle scarpe, appoggiate sulla finestra della cucina, insieme al fieno per il suo asinello.

 

http://mammachebuono.altervista.org/images/santa%20lucia_regali.JPG


Leggi anche:

1,147 Visite totali, 1 visite odierne

Precedente L'albero dell'immortalità Successivo Un’atmosfera irreale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.